• Google+
  • Commenta
18 novembre 2012

Il mondo riparte dai giovani con il Connection Day Aiesec

Fiera delle professioni
Il mondo riparte dai giovani con il Connection Day Aiesec

Il mondo riparte dai giovani con il Connection Day Aiesec

Presso l’Università Luiss Guido Carli a Roma, nella fatidica data, si svolgerà il Connection Day dove il mondo riparte dai giovani dal tema “Sostenibilità, innovazione e diversità in Italia: qual è il ruolo dei giovani?”

A cercare di dare una risposta a questa domanda ci proveranno i relatori dell’evento (rappresentanti di aziende e famose multinazionali quali Unicredit, Danone o Linkedin, solo per citarne alcune) organizzato da AIESEC Italia, l’organizzazione internazionale gestita da studenti universitari.

L’organizzazione AIESEC può rappresentare un’importante punto di partenza per tutti i giovani laureandi e laureati che vogliano fare un’importante esperienza formativo-professionale all’estero. Attraverso il programma MOVE Impact si possono effettuare stage durante il periodo invernale, sia all’interno del territorio europeo, che extra europeo, della durata di 6-8 settimane, per lavorare in progetti di sviluppo ed educazione in scuole e ONG ( Organizzazione Non Governative).

Il programma è articolato in tre rami: si possono fare esperienze di stage all’estero nei Paesi in maggiore sviluppo economico come Brasile, Russia o India ( i Paesi denominati con l’acronimo BRIC, considerando anche la Cina) lavorando in scuole, università o ONG insieme ad altri studenti internazionali, organizzando training e tenendo lezioni su tematiche quali HIV/AIDS, sostenibilità, comunicazione, fundraising, CSR e politiche globali.

Il progetto prevede anche di poter lavorare in Ungheria o Polonia con studenti di scuole superiori ed universitari organizzando per loro corsi sulla sostenibilità, l’economia, la comunicazione, diritti umani, imprenditoria e scambio interculturali.

Infine il Move Impact offre anche la possibilità di diventare ambasciatore della cultura italiana in Colombia, Indonesia, Egitto o Tanzania, lavorando in asili o scuole per progetti di sensibilizzazione.

Possono partecipare al programma tutti gli studenti e neolaureati al di sotto dei 30 anni di età ed entro i 2 anni dal conseguimento dell’ultimo titolo accademico. Per poter accedere alla delezione bisogna compilare il modulo d’iscrizione online, in seguito si verrà contattati per effettuare un test d’inglese ed un colloquio. I selezionati avranno infine accesso ad una piattaforma online e potranno procedere alla ricerca del progetto più adatto.

Per avere maggiori informazioni sui progetti, sui luoghi di destinazione o sui costi può essere utile andare all’home page del sito dell’AIESEC o contattarla direttamente tramite la mail: move@aiesec.it.

Google+
© Riproduzione Riservata