• Google+
  • Commenta
22 novembre 2012

Unisa: XXVII Convegno dell’Associazione Italiana Costituzionalisti

Inizia oggi presso l’Aula Magna “Vincenzo Buonocore” dell’Università degli Studi di Salerno il Convegno Annuale dell’Associazione Italiana Costituzionalisti sul tema: “Costituzionalismo e globalizzazione”.

L’iniziativa, che proseguirà nelle giornate di domani e dopodomani, promossa dall’Associazione Italiana Costituzionalisti, è organizzata dalle Cattedre di Diritto Costituzionale (A–L) e di Istituzioni di Diritto Pubblico, d’intesa con la Facoltà di Giurisprudenza e con il Dipartimento di Diritto Pubblico Generale e Teoria delle Istituzioni, ed in collaborazione con la Scuola di Specializzazione delle professioni Legali e con il Dottorato  di ricerca in “Diritto Pubblico, Teoria delle Istituzioni nazionali ed europee e Filosofia giuridica”.

Il Convegno intende affrontare i diversi profili sotto i quali i fenomeni legati alla globalizzazione incidono sulle forme dello Stato- con progressiva erosione dei tradizionali connotati della sovranità-, sul concreto esercizio dell’autorità e sui modi in cui si atteggiano i rapporti fra individui, società e poteri pubblici, anche a causa e per mezzo degli sviluppi tecnologici.

L’attualità del tema appare particolarmente evidente in relazione ai mutamenti e ai nuovi problemi indotti dalla crisi economica–finanziaria apertasi in questi anni soprattutto nei paesi più sviluppati.

Alla cerimonia di apertura dei lavori di domani parteciperanno il Presidente della Corte Costituzionale Dott. Alfonso Quaranta, unitamente ai giudici costituzionali Prof.ssa Cartabia e Prof. Silvestri, il Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi ed il Sottosegretario alle Attività Produttive Prof. Massimo Vari. Hanno, altresì, confermato la loro partecipazione i Presidenti emeriti della Corte Costituzionale Prof. Ugo De Siervo, Prof. Annibale Marini ed il Prof. Piero Alberto Capotosti, il Presidente dell’Autorità Garante per la concorrenza Prof. Giuseppe Pitruzzella e la Prof.ssa Licia Califano dell’Autorità per la protezione dei dati personali.

 

Google+
© Riproduzione Riservata