• Google+
  • Commenta
24 dicembre 2012

Giocattoli di legno a Bolzano

Giocattoli di legno
Giocattoli di legno

Giocattoli di legno

Università di Bolzano – Con il progetto  “100% TobeUs” il designer Matteo Ragni, già docente presso la Facoltà di Design e Arti, manda all’industria dei giocattoli un messaggio preciso: tornare alle macchinine di legno dalle semplici forme, perché il legno, a differenza della plastica, ha un valore educativo.

Con il suo progetto ha invitato centinaia di colleghi di tutta Italia a creare nuove ed inedite macchinine giocattolo. All’appello hanno risposto, tra gli altri, alcuni docenti della Facoltà bolzanina. I risultati, che hanno preso le mosse da una forma di base comune, sono esposti fino a metà gennaio presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano.

Secondo Matteo Ragni i giocattoli di legno e di qualità hanno caratteristiche che li rendono unici ed insostituibili: in questo modo i bambini imparano ad amare un oggetto. È ovvio, quindi, scegliere il materiale giusto, un odore riconoscibile, un’indiscussa resistenza agli urti ed alle sperimentazioni e, quando giunge il momento, una fine dignitosa: riciclo o riuso.

Il designer, attivo anche presso la Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano, ha, dunque, chiamato a raccolta 100 designer italiani, invitandoli a disegnare nuove macchine. Da un semplice modello in legno di cedro, proposto dallo stesso Ragni, sono nate 100 curiose automobiline destinate ad illuminare gli occhi dei bambini per la loro forma, funzionalità e stranezza.

Tra i designer che hanno risposto all’appello ci sono quattro docenti della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano: il prof. Kuno Prey ha progettato un carroattrezzi di nome “803 116”; Claudio Larcher ha chiamato “Alpina” il suo modello che trasporta sci; Andrea Maragno, alias JoeVelluto, ha giocato con le parole: da “To be Us” a “Su Be To”, ovvero “subito”, per definire un porta-penna mobile; Steffen Katz ha lavorato in questo caso con la moglie Katharina Lorenz: con la loro “Fred” propongono una rivisitazione dell’auto degli antenati.

Le 100 macchinine di legno sono esposte dal 5 dicembre al 12 gennaio nell’ambito della mostra  100% TobeUs: 100 designer per 100 nuove macchine“ presso il MUST (Museo della Scienza e della Tecnologia) di Milano.

Google+
© Riproduzione Riservata