• Google+
  • Commenta
12 dicembre 2012

Ruggi-Unisa: la critica di Iannuzzi

Salerno – L’on. Tino Iannuzzi, Deputato del PD, giudica grave e preoccupante il rinvio, deciso all’ultimo momento nella tarda serata di ieri, del “Tavolo” convocato per questa mattina dal Ministro della Universita’ Profumo, d’intesa con il Ministro della Salute Balduzzi, con la partecipazione dei due Ministri, del Presidente della Regione Campania Caldoro e del Rettore dell’Universita’ di Salerno Pasquino, per la definitiva risoluzione di ogni questione che si frappone oramai da troppo tempo alla emanazione del decreto interministeriale per la trasformazione dell’Azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona in Azienda Universitaria Integrata.

Il rinvio e’ stato determinato dalla richiesta del Ministero della Salute di approfondire e valutare in ogni aspetto la nuova ed ulteriore documentazione trasmessa dalla Regione Campania proprio in questi ultimi giorni su sollecitazione dello stesso Ministero. Il Ministero della Salute ha ritenuto di dover rinviare l’incontro di qualche giorno, ritenendo non esaurita la fase istruttoria di sua competenza.

L’on. Iannuzzi esprime una ferma critica per questo nuovo e negativo rinvio voluto dal Ministero della Salute, che lascia ancora insoluta una situazione, insostenibile e sempre piu’ ingiustificata, che si trascina da mesi e che deve trovare la sua giusta definizione con il decreto di trasformazione dell’Azienda.

I tempi e le condizioni sono oramai maturi per la adozione del decreto. Infatti la Regione, dopo tanti rinvii e dopo troppi ritardi, finalmente ha trasmesso i documenti richiesti per il varo del decreto.
E’ necessario ora  che il Ministero della Salute, senza altri inammissibili e i ritardi, definisca ogni aspetto e consenta l’adozione del decreto.

Va posta la parla ” fine” a questo interminabile ed assurdo ” balletto” burocratico fra Ministero della Salute e Regione: basta con questi carteggi fra Napoli e Roma, che non hanno ancora risolto la intera vicenda!

Del resto le diverse questioni sul tappeto -numero ed articolazione di posti letto, numero di unita’ operative organiche a destinazione universitaria, quadro generale della dotazione organica, costi del personale dell’Universita’- sono state indicate da mesi dal Ministero in risposta alle ripetute ed incalzanti interrogazioni dell’on. Iannuzzi, che da tempo sta seguendo la vicenda. L’invio finalmente da parte della Regione della documentazione richiesta consente di ” sbloccare” la situazione.

Si tratta di una questione urgentissima e rilevante per porre fine ad una situazione assurda e gravissima, cosi’ penalizzante per gli studenti e le loro famiglie che sono in enorme e motivata apprensione e che si stanno prodigando con un impegno intenso e di grande compostezza; penalizzante allo stesso modo per i docenti e per l’intera comunita’ salernitana.

Questa situazione, ora una volta per tutte, va definita per rispettare la realtà – gia’ cosi’ significativa ed importante raggiunta dalla nuova Facolta’ di Medicina- anche in vista della necessaria attivazione nei prossimi mesi delle Scuole di Specializzazione e della crescita della Facolta’ stessa, che ha tutte le condizioni per essere un polo universitario e di ricerca di assoluta qualita’ ed eccellenza.

Per queste ragioni l’on Iannuzzi ha nuovamente sollecitato i due Ministri e il Presidente della Giunta Regionale Caldoro, e continuera’ ad incalzarli con ogni iniziativa, parlamentare e di sensibilizzazione diretta, per la riunione del”tavolo”rinviata al 19 dicembre – e questa volta  la riunione deve svolgersi senza altri e ingiustificati rinvii; questa è la sede nella quale finalmente deve essere decisa la adozione del decreto di costituzione dell’Azienda Universitaria.

Google+
© Riproduzione Riservata