• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2012

Specializzazione lingue straniere all’Università di Teramo

A rischio il corso di Laurea in Lingue del Consorzio Universitario di Ragusa
Specializzazione lingue straniere

Specializzazione lingue straniere

Specializzazione lingue straniere all’l’Università di Teramo: ecco come funziona.

Si sa che conoscere le lingue straniere sta diventando sempre più importante. Su questo fronte, l’Università di Teramo offre una possibilità in più.

La Fondazione Università degli Studi di Teramo attiverà, presso il Centro Linguistico di Ateneo, un nuovo corso di lingue chiamato “Viagginlingua”. Il corso inizierà dal mese di Gennaio e sarà organizzato per soddisfare le esigenze e le richieste del settore turistico-alberghiero. L’iniziativa, infatti, è stata messa a punto grazie al sostegno del Preside del Federalberghieri Abruzzo Giammarco Giovannelli. Migliorando le conoscenze linguistiche di coloro che lavorano nel settore, sarà possibile garantire in più facile rapporto con i turisti.

Giovannelli spiega su Abruzzo Indipendent: “Si tratta di un prezioso progetto coordinato con l’Università di Teramo e precisamente con la sua Fondazione universitaria grazie alla quale è stato possibile offrire un’opportunità agli operatori turistici.” Il Preside, inoltre, ringrazia altre valide personalità che hanno contribuito alla creazione del corso: “Ringrazio per questo i professori Luciano D’Amico e Christian Corsi per la sensibilità nel predisporre un corso pensato, finalmente, per soddisfare le priorità e le necessità professionali della categoria”.

Il corso è strutturato in moduli; tra questi la lingua per cui è prevista maggiore attenzione sarà, ovviamente, l’inglese in quanto lingua ufficiale del business internazionale. Il mercato alberghiero, però, tocca il mondo intero; il corso, dunque, offrirà lo studio anche di altre lingue: arabo, cinese, francese, giapponese, russo, spagnolo e tedesco.

La prima fase si baserà sullo studio delle metodologie di scrittura, della grammatica e del lessico; la fase successiva prevederà l’acquisizione di una formazione linguistica specializzata a rispondere alle richieste del turista straniero sia nella fase di programmazione del soggiorno che durante l’accoglienza. Per un buon approccio al cliente straniero è necessario avere padronanza della lingua consentendo una più facile conversazione, accompagnata da una buona pronuncia e ascolto grazie all’uso di innovative e stimolanti metodologie linguistiche.

Il corso è consigliato a tutti coloro che lavorano nel settore alberghiero o che sono intenzionati ad entrarne a far parte. Alla fine del corso, sarà rilasciato un certificato di competenze linguistiche a seconda del proprio livello di appartenenza (A2, B1, B2) e crediti formativi universitari.

Il termine ultimo per la preiscrizione è il 10 gennaio 2013 e la modulistica dovrà essere consegnata, entro questa data, al Centro Linguistico di Ateneo, utilizzando un modulo reperibile attraverso questo sito.

Per ulteriori dettagli, vi consiglio questo link in cui, oltre al modulo, troverete il programma del corso.

Google+
© Riproduzione Riservata