• Google+
  • Commenta
30 dicembre 2012

Treno super ecologico UAQ4: il treno a levitazione magnetica più veloce al mondo

L’Università dell’Aquila si è recentemente distinta grazie al suo importante contributo nel settore dei convogli a levitazione magnetica (Maglev). Parliamo del Treno super ecologico UAQ4.

Il progetto del Treno super ecologico UAQ4 è stato preparato e testato da qualche anno dall’Università dell’Aquila ed è stato sottoposto ai componenti del G8 già nel 2009 che si tenne nel capoluogo abruzzese (per catalizzare l’attenzione sulla città in seguito al terremoto).

Ma cos’ha di così speciale il Treno super ecologico UAQ4? Questo Treno super ecologico UAQ4 ad alta velocità ha la capacità di viaggiare ad una velocità di 600 km all’ora ma, soprattutto, possiede delle caratteristiche eccezionali: è un treno a impatto zero, dunque non produce né rumori né vibrazioni e, ad eccezione di quella aerodinamica, non ha resistenze al moto. Rispetto alle TAV tradizionali, quella concepita dall’Università abruzzese permette di risparmiare 7mila tonnellate di carburante ogni anno, una quantità paragonabile a quella trasportata da una piccola petroliera.

La tecnologia sviluppata è protetta da tre brevetti, due depositati in Italia e l’altro negli Stati Uniti d’America; in quest’ultimo caso, è stata fatta la certificazione della paternità “made in Italy”. I tre brevetti, inoltre, proteggono 40 anni di studi nel campo in vista dell’interesse di Governi e industrie private: il loro intervento, del resto, è fondamentale per procedere alla produzione industriale di questo mezzo unico ed innovativo.

I ricercatori dell’Università dell’Aquila sono stati guidati dai professori Giovanni Lanzara e Gino D’Ovidio i quali hanno contribuito, tra le altre innovazioni, a permettere alle parti fisse (guidovie) di non avere contatto fisico con il veicolo e l’interazione tra i magneti e i conduttori ne impediscono il deragliamento.

Dopo l’interessamento di Paesi come Brasile, Russia e Australia c’è stato un primo tentativo di accostare il Treno super ecologico UAQ4 all’Expo 2015 di Milano, una possibilità caduta per diversi motivi, tra questi quelli economici.

Il motivo per cui oggi questa grande conquista è riemersa alla memoria è l’inaugurazione della tratta ferroviaria Pechino – Canton che ci ha ricordato quanto l’Italia, grazie al contributo dell’Università dell’Aquila, sia all’avanguardia nel campo dei convogli a levitazione magnetica.

Google+
© Riproduzione Riservata