• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2012

UniPe – Il Green diventa social e fa cultura

Università di Perugia – Il social network ambientale EnviNet – creato da CARE, uno spin off dell’Ateneo di Perugia – ha vinto il premio nazionale 2012 del Corriere della Sera “Sette Green Awards” per la categoria Cultura.

Lo scopo di Envinet è questo: consentire azioni che vanno dall’informazione all’assistenza, dalla ricerca di collaborazione al trasferimento delle idee.

L’obiettivo, infatti,  è dare spazio al lavoro di ricerca e studio maturato negli ambienti accademici, in un rapporto di feconda osmosi con l’intero contesto di settore.

Il web, infatti, è medium ideale per creare una comunità competente e legata alle innovazioni sui temi ambientali, per favorire la condivisione e lo scambio, per educare al rispetto delle norme ambientali, diffondere comportamenti ecologici e educare alla tutela dell’ambiente.

L’origine di Envinet risale al 2010, su iniziativa di un gruppo interno alla Facoltà di Agraria. A questo nucleo si sono uniti alcuni professionisti e giovani laureati ed il CeSAR (Centro per lo sviluppo agricolo e rurale), conducendo alla nascita del social network premiato.

In EnviNet si sono creati gruppi per tematiche o per categorie; tra gli altri editoria ambientale, studenti, dipendenti pubblici, biodiversità da difendere, mobilità sostenibile e molti ancora. Inoltre si sono formati due gruppi internazionali, radunati in base alla lingua madre: uno in inglese e uno in spagnolo.

Tutto ciò è in linea con la politica aziendale della società spin off  CARE, che è fondata sul concetto dell’approccio operativo dal basso, a piramide rovesciata, che comporta la ricerca e la proposta di soluzioni alle problematiche ambientali da parte dei cittadini, che rappresentano la collettività, fruitori delle risorse naturali e dei servizi ecosistemici a esse collegati.

Lo spin off CARE, produttore di Envinet, è costituito dallo staff dei ricercatori del Laboratorio Ambiente (afferente al Dipartimento di Scienze economico-estimative e degli alimenti dell’Università di Perugia), composto dal coordinatore Antonio Boggia, Francesco Pennacchi – Preside della Facoltà di Agraria -, e Carla Cortina, Lucia Rocchi, Luisa Paolotti, Elisa Fiora Belgrado e Gianluca Massei, cui si sono aggiunti Angela Pitteri, Daniele Fantini e il CeSAR.

Google+
© Riproduzione Riservata