• Google+
  • Commenta
1 febbraio 2013

Biblioteca digitale all’Università

Ca’ Foscari – Nasce la biblioteca digitale di Ca’ Foscari: 5 biblioteche in una, accesso diretto a tutte le risorse digitali d’ateneo (cataloghi, periodici, libri, documenti, e-book, banche dati, deposito istituzionale delle tesi) consultabili e scaricabili comodamente da casa da PC e dispositivi mobili come tablet, i-phone, smartphone.

Biblioteca digitale

Biblioteca digitale

BdA è la  Biblioteca Digitale di Ateneoin italiano e in inglese , il portale per la ricerca bibliografica che interroga simultaneamente le risorse cartacee ed elettroniche disponibili a Ca’ Foscari.

Il portale BdA è accessibile dal nuovo sito del Sistema Bibliotecario d’Ateneo (SbA) Unive.

La BdA è infatti una “biblioteca virtuale”, pensata per la ricerca e la consultazione a distanza, in rete. BdA è un portale, gestito attraverso un software di produzione internazionale chiamato Primo, in cui troveranno “collocazione”, in un continuo processo di deposito e implementazione, tutti i materiali digitali dell’Ateneo funzionali alla ricerca

Studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo – cioè l’intera comunità cafoscarina – possono così accedere velocemente ai materiali del sistema bibliografico d’ateneo per le proprie ricerche e attività.

Digitando una parola chiave relativa all’argomento di interesse è dunque possibile trovare simultaneamente tutti i materiali disponibili, riducendo così i tempi di ricerca.

Un ulteriore servizio messo a disposizione dalla Biblioteca Digitale di Ateneo è la possibilità di accedere anche a materiali non appartenenti a Ca’ Foscari, ovvero i documenti contenuti in Primo Central, l’indice interdisciplinare di materiali accademici contenuti in banche dati bibliografiche o full-text.

Cliccando sulla voce Biblioteca Digitale di Ateneo si accede anche alla finestra di presentazione, con chat istantanea BdA on line help” da cui è possibile scrivere al personale del Sistema Bibliotecario d’Ateneo per informazioni e segnalazioni. A breve sarà possibile per tutti i cafoscarini memorizzare in un’area personale i risultati delle ricerche, elaborare bibliografie specifiche (anche in formati adatti alla pubblicazione sulle principali riviste scientifiche), condividere i dati bibliografici, e tutto questo operando sempre nello stesso ambiente, in una fluida integrazione di funzioni.

Google+
© Riproduzione Riservata