• Google+
  • Commenta
6 febbraio 2013

Paese più in Salute ? Per Doctor Google è Germania

Attraverso Google, uno studio per capire le popolazioni che guardano più al futuro, per sapere il paese più in salute.

Ci mancava anche il “dottor Google” a farci capire, attraverso una ricerca, che la Germania sia il paese più in salute, non solo da un punto di vista economico, ma anche da quello riguardante le aspettative per il futuro.

Il famoso motore di ricerca ha “auscultato”, attraverso uno studio effettuato dai ricercatori della Warwick Business School Associate Professor, i dati delle ricerche internet effettuate da 45 Paesi (Italia compresa), per capire chi è più orienatato al futuro e chi invece ancorato al passato.

L’Italia in questa particolare classifica è quattordicesima (era undicesima) preceduta dal Canada, prima (manco a dirlo) la Germania, che prende il posto dell’Inghilterra, che nel 2011 si era classificata prima per effetto delle ricerche effettuate in vista delle Olimpiadi di Londra del 2012, ora è scesa invece al quarto posto, superata anche dalla Svizzera, seconda e dal Giappone, terzo. Negli ultimi posti si trovano nell’ordine Kazakistan, Vietnam e  Pakistan.

Il dato, deve far riflettere, perchè bisogna considerare che coloro che maggiormante sfruttano i motori di ricerca sono i giovani tra gli 11 e i 34 anni e coloro che vivono nei centri abitati con più di 100 mila abitanti, compresi quelli che sfruttanno l’accesso ad internet tramite dispositivo mobile, dove emerge che l’accesso a internet da cellulare è disponibile per il 34,6% degli uomini e il 28,1% delle donne. È proprio questa categoria sociale che maggiormente vede diminuire le aspettative per il futuro.

Il passo indietro siglato dall’Italia o la conseguente classifica sembra invece non sorprendere il professor, Tobias Preis, associato di scienze comportamentali e finanza alla Warwick Business School, secondo il quale i Paesi dove gli utenti fanno su Google delle ricerche relative al futuro sono quelli con un Pil pro capite più alto, per cui sembra esserci un nesso tra il potere economico di uno Stato e le ricerche online dei suoi cittadini.

Per arrivare a questa tesi, i ricercatori hanno utilizzato il sito Google Trends per analizzare oltre 45 miliardi di ricerche effettuate su Google nel corso dell’anno 2012, relazionando il famoso future orientation index (rapporto tra le ricerche internet relative all’anno successivo e quello precedente) con il PIL pro capite di ogni Paese, notando che maggiore è il PIL dello Stato, maggiori sono le ricerche internet orientate al futuro della sua popolazione.

Ad ogni regola però c’è anche un’eccezione: il Giappone sta attraversando un periodo di recessione economica eppure ha scalato posizioni fino ad arrivare al terzo posto: non tutto si può spiegare con i numeri.

Google+
© Riproduzione Riservata