• Google+
  • Commenta
1 febbraio 2013

Stage nelle Università: i giovani nei laboratori di ricerca degli atenei

Università L’Aquila – Riparte lo Stage nelle Università con il secondo appuntamento nei giorni 4-8 febbraio 2013.

I ragazzi di circa 40 scuole superiori tra licei e istituti tecnici entrano ancora una volta nei laboratori di ricerca e sperimentano i nuovi materiali per l’astrofisica sperimentale, la conversione fotovoltaica, l’ICT, dopo il primo appuntamento della scorsa estate (18-22 giugno 2012), alla fine del quarto anno scolastico.

Succede nelle quattro università italiane che partecipano al Progetto Didattico Nazionale Stage nelle Università: Roma Tor Vergata, L’Aquila, Camerino, Calabria.

Nelle loro aule e nei loro laboratori oltre 120 studenti di licei e istituti tecnici, ora al quinto anno e prossimi all’esame di maturità, accompagnati dagli insegnanti di area scientifica e provenienti da tutta Italia si ritroveranno dal 4 all’8 febbraio 2013 per sperimentare 5 giorni di ricerca full-time, assieme a professori e ricercatori universitari. Tutti i giorni dalle 10 alle 17 agli studenti sono proposte lezioni teoriche (2 ore) ma soprattutto attività di laboratorio, nei laboratori specifici (4 ore).

Il Progetto Didattico Nazionale Stage nelle Università è promosso dal MIUR (Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), proposto dall’Università di Roma Tor Vergata e dal Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica e organizzato con le Università aderenti al progetto: L’Aquila, Camerino e Calabria. Si tratta di un progetto sostenuto dal MIUR, nato nel 2010 e sperimentato con successo a Roma Tor Vergata a partire da quell’anno scolastico. Un progetto che ha portato i ragazzi a iscriversi alle facoltà scientifiche, ma soprattutto ad acquisire quella cittadinanza scientifica a cui punta la nuova riforma scolastica, quella cittadinanza che sa, tra le altre cose, che l’apprendimento si acquisisce con la ricerca.

Oltre alla capofila Roma Tor Vergata, l’Università dell’Aquila, di Camerino e della Calabria partecipano a questo progetto nazionale. In ciascuna delle quattro università si avranno 3 gruppi di ricerca per i 3 moduli didattici seguenti:

–          materiali per l’astrofisica sperimentale

–          materiali per la conversione fotovoltaica

–          materiali per l’ICT  (information and communication technology)

Il lavoro affidato agli studenti è impostato come una vera attività di ricerca: i ragazzi progettano e realizzano esperimenti utilizzando anche strumenti e macchinari presenti nei laboratori di ricerca.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy