• Google+
  • Commenta
15 febbraio 2013

Violenza sulle donne e la guerra – Incontro contro la violenza sulle donne e la guerra all’Università di Trieste

Violenza sulle donne

Università di Trieste. Incontro contro la violenza sulle donne e la guerra

Violenza sulle donne

Violenza sulle donne

Il Centro Universitario Studi e Ricerche sulla Pace (CUSRP), Università degli Studi di Trieste e l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Trieste promuovono un incontro “contro la Violenza sulle donne, contro la guerra” con la proiezione del film “La donna che canta”di Dennis Villeneuve (Canada, 2010, 126 min.), mercoledì 20 febbraio 2013 ore 17.00 presso l’Auditorium del Museo Revoltella, via Diaz 27, Trieste.

Interverrà al dibattito Bruna Bianchi, docente di Storia Contemporanea dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

“La donna che canta” (Denis Villeneuve, 2010) è un adattamento dell’opera teatrale Incendies (Incendi) di Wajdi Mouawad, scrittore, regista e attore canadese nato in Libano. Il film racconta la storia di una donna libanese che, in punto di morte, affida due lettere ai suoi due figli gemelli, una da consegnare al padre che non hanno mai conosciuto e l’altra a un fratello che non sapevano di avere.

Questa ricerca diventa un viaggio senza protezione e senza compromessi nelle atrocità della guerra del Libano e, per i figli, una travolgente ricerca iniziatica dentro sé stessi e dentro la vita della madre. Si tratta di un film risolutamente contro la guerra.

Mostra, con la forza dell’espressione artistica e cinematografica, i disastri provocati dall’odio sui popoli e, in maniera più specifica, le conseguenze della violenza che anche in tempo di pace si compie sui corpi e sulle vite delle donne.

La presentazione del film si situa idealmente nel percorso di consapevolezza attivato dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), le cui attività non possono limitarsi a quelle svolte in una sola giornata o settimana ma devono prolungarsi e coinvolgere cittadini e cittadine su tutto l’arco dell’anno.

Google+
© Riproduzione Riservata