• Google+
  • Commenta
10 marzo 2013

Concorso Canoro G Student’s Best voice. Il Prof. Bughetti racconta del concorso canoro dell’Istituto Giovanni XXIII

A breve la proclamazione del vincitore tra i tanti giovani concorrenti del Concorso canoro per studenti “G Student’s best Voice“. Controcampus incontra il direttore artistico del concorso, il Prof. Danilo Bughetti che racconta della formula vincente della scuola Giovanni XXIII di Roma

Tutto è pronto ormai per proclamare il vincitore dell’innovativo Concorso Canoro “G Student’s best Voice“, voluto ed organizzato dall’Istituto superiore statale Giovanni XXIII di Via di Tor Sapienza 160, Roma. Il giorno 12 marzo l’ultima giornata di incontro e scontro tra gli studenti che si sfideranno a colpi di note e di ugole. A raccontare del concorso canoro, il direttore artistico, il Prof. Danilo Bughetti. [adsense]

Professor Bughetti, perché G student’s best voice?

I ragazzi di oggi si definiscono digito nativi, vedono talent show in continuazione e divorano tutto quello che è consumabile nello stretto giro di poco tempo. Qualunque prodotto, sia esso alimentare che culturale deve essere assorbito in un tempo molto limitato, oltrepassato il quale, diverrebbe noioso o ancora peggio causa di nervosismo. Ed è nell’ottica di far riscoprire loro il giusto equilibrio delle cose che si è pensato di proporgli un concorso canoro. Attraverso il confronto e non la competizione, possono mettersi in gioco per il gusto di scoprirsi, consapevoli che la prima grande vittoria è già salire sul palco per il loro debutto davanti al pubblico più esigente, quello degli amici, pronti a sorridere ad ogni errore ma anche pieni di quell’entusiasmo che ogni sostenitore riserverebbe per le grandi occasioni dei loro artisti preferiti.

Far emergere talenti, medium di socialità, confronto con esperti del settore. Cos’altro ancora si pone il concorso canoro come obiettivo?

La vera forza di questo concorso è data dai premi, che non promettono effimere ricchezze ma stage e lezioni gratuite che per i partecipanti significa poter entrare nel mondo accademico in punta di piedi, comprendendo se può essere un loro percorso di vita. Oggi con la riforma dei Conservatori un ragazzo ha la possibilità di intraprendere un percorso musicale solo dopo aver conseguito un diploma superiore e i Licei Musicali istituiti non consentirebbero mai lo smaltimento dell’attuale richiesta. La scuola deve tornare a svolgere la funzione dell’educatore facendo da collante tra le varie culture conviventi sul territorio, e la musica per la sua peculiarità è il migliore educatore civico che i ragazzi usano in modo naturale. Pensiamo alla musica orchestrale o corale. Se fosse data l’abitudine ai ragazzi di suonare e cantare insieme imparerebbero da subito cosa sono l’equilibrio ed il rispetto, perché se non applicate con diligenza, il risultato prodotto sarebbe poco soddisfacente. Una buona educazione musicale è la base di una sana convivenza civile.

Quali benefici per gli studenti che parteciperanno al concorso canoro G Student’s Best Voice? 

La possibilità di mettersi alla prova ed essere giudicati da esperti del settore è solo la porta di accesso ai laboratori musicali che per loro ho definito vere e proprie palestre del pensiero e dell’anima. Per il vincitore sono poi riservati alcuni privilegi importanti. Ad esempio oltre a vincere lo stage di un anno per il corso di canto che lo porterà ad interpretare il ruolo principale in un musical/recital, che si allestirà per il prossimo anno scolastico, potrà cimentarsi con l’interpretazione di un brano inedito scritto appositamente per lui e sarà inoltre iscritto al concorso canoro SUONinCANTO del Comune di Colonna muovendo così i primi passi verso un confronto con artisti professionisti.

Il concorso, alla sua prima edizione, riguarda in prevalenza la scuola romana Giovanni XXIII. Esiste una concreta possibilità di estendere la partecipazione ad altri istituti in futuro e di replicare la prima edizione?

In verità il concorso parte per iniziativa del Dirigente Scolastico del Giovanni XXIII, Arturo Marcello Allega, e si concretizza attraverso l’incontro casualecon chi vi scrive che viene coinvolto per le sue competenze musicali. Da subito si è pensato di coinvolgere almeno le scuole limitrofe, poi l’entusiasmo partecipativo con le prime risposte ci ha spinto ad estendere la comunicazione a tutto il territorio del comune di Roma ipotizzando per il futuro un grande concorso tra tutti gli Istituti. Così, pur avendo avuto poco tempo a  disposizione per la diffusione dell’iniziativa abbiamo superato i quaranta iscritti coinvolgendo dieci Istituti superiori quali IISS Charles Darwin, Liceo scientifico Plinio Seniore, IIS Leonardo da Vinci, Liceo E.Q. Visconti, ITIS J. Von Neumann, Liceo Cornelio Tacito, IIS Enzo Ferrari, Liceo scientifico Nomentano e Liceo classico Pilo Albertelli. L’unico piccolo rammarico è stato ricevere richieste d’iscrizione da parte di altri Istituti a concorso già avviato che però fanno ben sperare per una nuova edizione.

Un pensiero, o un augurio a tutti i giovani partecipanti del concorso…

La musica ha un difetto, si sente! Se quindi si sale su un palco vinti dalla paura di fare una brutta figura, quella, inevitabilmente sarà l’unica cosa che riusciremmo a trasmettere agli altri. Il mio consiglio per loro è quello di presentarsi al pubblico per divertirsi e divertire, conservando il migliore ricordo possibile per l’esperienza che stanno vivendo.

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy