• Google+
  • Commenta
10 aprile 2013

Convegno Storia della Matematica al Bo

Università degli Studi di PADOVA – Pura o applicata? Contaminata!

Convegno di Storia della Matematica al Bo

Matematica pura o matematica applicata? In realtà oggi si parla di matematica contaminata, sì perché la linea di demarcazione non è più così netta come si dichiarava in passato e allora queste definizioni diventano quasi obsolete o quantomeno inadeguate per le contaminazioni appunto che anziché contraddistinguerle le accomunano. Ecco allora che l’Università di Padova con il Centro Pristem dell’Università Bocconi e l’Unione Matematica Italiana chiama a raccolta i massimi esperti degli Atenei nazionali per fare chiarezza sui principali orientamenti nel pensiero matematico. Un’analisi dal punto di vista storico che punta a dimostrare la coesistenza di entrambi gli orientamenti nel pensiero matematico, con un focus sulle più interessanti teorie che caratterizzano la matematica dell’Ottocento senza tralasciare le nuove applicazioni matematiche alla base del funzionamento dei computer.

Storia della Matematica, Venerdì 12 aprile, alle ore 15.00, in Aula Magna a Palazzo del Bo, organizzato dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Padova e dal Centro Pristem dell’Università Bocconi, inizierà una tre-giorni intitolata “Pura o applicata? La Matematica tra teoria e problemi”. Angelo Guerraggio, Direttore del centro Pristem della Bocconi di Milano, coordinerà con Cinzia Bonotto, del Dipartimento di Matematica dell’Università di Padova gli interventi di: Ciro Ciliberto, Presidente dell’Unione Matematica Italiana e docente all’Università di Roma “Tor Vergata” con “Archimede: 2300 anni, ma non li dimostra”, Renato Betti, Politecnico di Milano, con “Galois e il concetto di gruppo” e Marco Verani, Politecnico di Milano, con “Simulare e prevedere con la Matematica: tra funzione e finzione”.

Storia della Matematica, Sabato 13 aprile dalle ore 9.00 in Aula Magna a Palazzo del Bo Cinzia Bonotto terrà il suo intervento intitolato “Per Euclide non esiste una via regia”, a seguire Sandro Caparrini, Università di Torino, con “Joseph Fourier (1768-1830) tra Fisica matematica e Fisica teorica” e Simonetta Di Sieno, Università statale di Milano, con “La nascita delle strutture algebriche”.

A partire dal pomeriggio di sabato e anche domenica 14 aprile il convegno proseguirà nell’Aula Morgagni del Policlinico Universitario, in via Giustiniani 2, con inizio alle ore 16.30. Interventi su:“Riemann: un gigante sulle spalle dei giganti”, “Il programma di Erlangen di Felix Klein: origini e sviluppi successivi” e “I modelli matematici entrano a scuola: come operare il cambiamento”. Domenica 14 aprile sarà Giovanni Sambin, Università di Padova, a intervenire su “Georg Cantor: una singolarità nel corso della storia?” mentre concluderà la tre giorni dedicata ai temi della Matematica Angelo Guerraggio, Direttore del centro Pristem della Bocconi, con il suo intervento intitolato “Nicolas Bourbaki ovvero il caso di un matematico che non è mai esistito”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy