• Google+
  • Commenta
28 maggio 2013

Ecowarriors. I paladini dell’ambiente ecowarriors, in un nuovo episodio ambientato nel Porto di Bari

Ecowarriors

Ecowarriors

Politecnico di BARI – Il video-gioco che coinvolge l’Autorità Portuale del Levante e la Scuola “Grimaldi-Lombardi” di Bari

Gli Ecowarriors, i paladini dell’ambiente, in un nuovo episodio ambientato nel Porto di Bari

Lucy, Saben, Maria, Niko, Vicky, sono gli Ecowarriors, gli eroi che lottano strenuamente per difendere l’ambiente dai Necrobot, i nemici pronti ad inquinare e deturpare ogni angolo della Terra. La loro missione è aiutare qualsiasi territorio o popolazione per salvaguardare l’equilibrio ecologico che consente a tutte le creature viventi di esistere degnamente. Le loro gesta animate in un cartoon in 3D, hanno un forte merito, che è anche un obiettivo: coinvolgono i ragazzi in un gioco e attraverso l’apprendimento li rendono partecipi a schierarsi dalla parte dell’ambiente, favorendo in loro comportamenti corretti e consapevoli.

L’iniziativa, realizzata dall’Autorità Portuale del Levante, in collaborazione con studenti e docenti dell’Istituto Comprensivo “Grimaldi-Lombardi” di Bari, con il supporto della P.M. Studios di Bari, ha prodotto un nuovo episodio, il quarto, ambientato nel Porto di Bari, dal titolo, “Missione Ecoport. I ragazzi diventano paladini dell’ambiente”.

Tale produzione rientra nel Progetto europeo di cooperazione internazionale TEN ECOPORT,  finanziato dal Programma South East Europe, il cui coordinatore è il Politecnico di Bari, in qualità di lead partner.

La presentazione del video game “Missione Ecoport. I ragazzi diventano paladini dell’ambiente” avrà luogo giovedì prossimo, 30 maggio, ore 9:30, presso l’Auditorium dell’Istituto “Grimaldi-Lombardi” di Bari (via Lombardia n.1 – quartiere San Paolo).

Ecco il programma. Introduce: Mario Mega – Autorità Portuale del Levante Project Manager TEN_ECOPORT.

Saluti: Antonella Iacobone – Dirigente Scolastico I.C. Grimaldi-Lombardi; Francesco Mariani – Presidente Autorità Portuale del Levante; Michele Emiliano – Sindaco di Bari; Lorenzo Nicastro – Assessore alla qualità dell’ambiente della Regione Puglia.

“Il progetto TEN ECOPORT”– Leonardo Damiani – Politecnico di Bari, Lead Partner TEN_ECOPORT.

La parola ai ragazzi: Riflessioni ed esperienze di un anno di attività – Classi IA, IB, IC e ID;

Il videogioco: Presentazione del videogioco ECOWARRIORS – Missione ECOPORT a cura della P.M. STUDIOS di Bari.

Conclusioni: Mario Tafaro – Prefetto di Bari. Saranno presenti i rappresentanti della Capitaneria di porto di Bari, dell’Agenzia delle Dogane di Bari, dell’Ufficio di Polizia di Frontiera di Bari, della Guardia di Finanza di Bari e dei partner di progetto.

Il videogioco, in 3D, sarà reso disponibile all’interno di appositi totem multimediali, che saranno situati nelle aree di sosta dei passeggeri all’interno del porto di Bari e sarà scaricabile da internet gratuitamente, www.ecowarriors.it e divulgato in tutti gli altri paesi coinvolti nel progetto: Grecia, Albania, Montenegro, Croazia, Romania, Bulgaria.

Che cos’è, in breve, il Progetto TEN ECOPORT

Il progetto TEN ECOPORT ha lo scopo di definire regole comuni per la gestione ambientale nelle aree portuali del Mar Adriatico, del Mar Ionio e del Mar Nero e per lo sviluppo dei traffici marittimi nelle stesse zone. Il progetto ha l’obiettivo di migliorare l’integrazione territoriale, economica e sociale di città portuali di Grecia, Montenegro, Croazia, Albania, Bulgaria, Romania ed Italia e, in particolare, di creare protocolli e metodologie di gestione, condivise fra gli attori della gestione delle aree portuale con il supporto di Enti universitari e Centri di ricerca, al fine anche di proporre e favorire normative comunitarie adeguate, non solo a vantaggio dall’ambiente ma anche per una corretta concorrenza nel libero mercato.

Coordinatore del Progetto, in qualità di lead partner, è il Politecnico di Bari.

Google+
© Riproduzione Riservata