• Google+
  • Commenta
6 giugno 2013

Esame Terza Media 2013: affrontare e superare prove di terza media consigli dei prof di III media

Anche per gli studenti dell’ultimo anno delle media si avvicina l’appuntamento con l’Esame Terza Media 2013

Andiamo ad analizzare meglio come funziona l’esame di terza media e in cosa consistono le diverse prove che compongono l’esame di terza media 2013, cercando di chiarire ogni dubbio e fornire l’adeguata conoscenza per superare al meglio quella che è la prima vera prova nella vita di ogni studente. 

L’esame di terza media si compone di diverse prove:

Ognuna di queste prove sarà sostenuta in date diverse; le date delle prove dell’esame di terza media variano da scuola a scuola, tranne la prova nazionale invalsi che si svolgerà in tutta Italia il 17 giugno.

Lo ha comunicato il Ministero dell’Istruzione nell’ordinanza n° 68: “La prova scritta, a carattere nazionale, nell’ambito dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge, per l’anno scolastico 2012/2013, per l’intero territorio nazionale ed in sessione ordinaria il giorno 17 giugno 2013 con inizio alle ore 8.30; in prima e seconda sessione suppletiva potrà essere espletata il giorno 25 giugno 2013 e il giorno 2 settembre 2013 , con inizio alle ore 8.30“.

  • Prova di Italiano dell’Esame Terza Media 2013 – la prova d’italiano si svolgerà nell’arco di tempo compreso tra il 10 e il 15 giugno, il calendario varierà da istituto ad istituto. Gli studenti avranno a disposizione quattro ore per poter elaborare la prova d’italiano. Ci saranno tre tipologie di tracce per la prima prova. Le tracce della prova d’italiano saranno create dagli insegnanti dei vari istituti italiani, ne verranno create tre per ogni tipologia, dopodiché due ragazzi estrarranno quelle che saranno proposte agli studenti:
  • Pagina di Diario, Lettera o Testo Espressivo – traccia con un carattere introspettivo e personale. Gli studenti che scelgono questa tipologia di traccia possono elaborare un tema molto personale e non devono preoccuparsi della neutralità dello scritto, come invece avviene nelle altre tipologie di tracce. Solitamente l’argomento scelto è legato all’adolescenza, al mondo giovanile, alla scuola o alle amicizie, ma come sappiamo le sorprese sono sempre dietro l’angolo.
  • Testo Argomentativo – traccia che non prevede una presenza eccessiva di pareri personali. Gli argomenti trattati di solito sono legate all’attualità o alle problematiche che sono state studiate durante l’anno accademico. Accanto al titolo di questa tipologia di traccia è presente solitamente una scaletta che può aiutare all’elaborazione del testo argomentativo.
  • Tema – il contenuto della traccia può variare dalla lettura e commento di un libro letto e che ha colpito lo studente, all’esposizione di una esperienza personale legata alla scuola, come una gita, un lavoro di gruppo. Nonostante la prova d’italiano dell’Esame Terza Media 2013 possa essere considerata semplice, può nascondere molti tranelli. Si consiglia di leggere molto attentamente tutte e tre le tipologie di tracce e scegliere con cura quale sviluppare. Meglio sarebbe scrivere l’elaborato prima in brutta copia e solo dopo aver controllato attentamente sia l’ortografia sia la pulizia del testo, trascriverlo in bella copia.
  • Prova di matematica dell’Esame Terza Media 2013 – esercizi di vario tipo, di solito due equazioni, due problemi di geometria e un problema di matematica. Il consiglio è quello di ripassa tutte le formule studiate che saranno sicuramente l’ancora di salvezza durante la prova.
  • Prova di lingua straniera dell’Esame Terza Media 2013 – di solito si tratta di un brano in inglese seguito da alcune domande legate sia alla comprensione sia alla grammatica. Si consiglia di esercitarsi leggendo dei brani in inglese, per migliorare la comprensione, oltre naturalmente al ripasso della grammatica e sopratutto dei tempi verbali.
  • Prova Nazionale Invalsi dell’Esame Terza Media 2013 – si tratta sia di domande a risposta aperta sia a risposta chiusa. Essendo una prova nazionale e quindi uguale per tutti, si basa sugli argomenti dei programmi ministeriali, quindi bisogna ripassare tutto ciò che si è affrontato durante l’anno scolastico. Lo studente avrà a disposizione 2 ore e 30 minuti di tempo. Ogni risposta giusta riceverà 1 o 2 punti, in base al tipo di domanda. Non è permesso portare con sé né la calcolatrice e né il vocabolario; ovviamente non sarà possibile chiedere agli insegnanti un aiuto, potranno solo chiarire dubbi sulla modalità della risposta e non sul contenuto.
  • Prova orale dell’Esame Terza Media 2013 – si tratta di un colloquio multidisciplinare con gli insegnanti. Durante il colloquio bisognerà presentare la tesina o la mappa concettuale che ogni studente ha preparato in precedenza. Nonostante il colloquio sia incentrato sulla tesina o sulla mappa concettuale, gli insegnati possono decidere di toccare anche argomenti diversi. E’ efficace ai fini della discussione prepararsi una scaletta che contenga i punti principali dell’argomento, evitando di perdere il filo del discorso o rimanere impacciati. Questo non vuol dire che sia lecito imparare a memoria, perché di contro ciò potrebbe essere deleterio, dimostrando di non essere capaci al ragionamento e di non riuscire mettere in relazione i vari argomenti. Inutile dire che per affrontare al meglio la prova orale è necessario il ripasso del maggior numero di argomenti possibili.

La valutazione finale dell’Esame Terza Media: cos’è e come viene calcolata

La valutazione finale dell’Esame Terza Media 2013 sarà calcolato attraverso una media matematica ed espresso in 10/decimi, in questo modo diventa più difficile ottenere il massimo, ma per coloro che riescono nell’impresa, gli insegnanti all’unanimità possono decidere di dare anche la lode, per premiare l’impegno e lo studio dei tre anni passati.

Al fine di offrirvi utili consigli sull’esame di terza media, abbiamo sentito il professor Di Capua dell’Istituto Comprensivo ”Michele Lenzi”

Professore gli studenti che dovranno affrontare l’Esame Terza Media 2013 si trovano per la prima volta ad affrontare una prova del genere, come consiglia di affrontare i giorni che li separano dalle prove?

“Importante per i ragazzi è affrontare l’esame con serenità. Durante gli anni scolastici hanno studiato e si sono preparati per affrontare questa prova. Il miglior consiglio che posso dare è quello di non cadere in preda alle emozioni e di conservare la lucidità necessaria per affrontare l’esame.”

Le prove dell’esame di terza media affrontano tantissimi argomenti, come consiglia di affrontare il ripasso pre prova?

“Credo che il modo migliore è quello di ripassare volta per volta gli argomenti delle prove. Non cercare di strafare subito e poi arrivare stanchi sia fisicamente sia mentalmente al colloquio orale.”

Come ha preparato i suoi studenti all’Esame Terza Media 2013?

“Durante tutto l’anno scolastico abbiamo affrontato delle simulazioni d’esame, cercavo di spiegare al meglio tutti gli argomenti che potrebbero essere affrontati durante le prove. Le prove invalsi poi sono state un buon banco di prova per far abituare i ragazzi all’esame.”

Vincenzo Gatta

Google+
© Riproduzione Riservata