• Google+
  • Commenta
6 giugno 2013

La Prof.ssa Francesca Matteucci eletta socio dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti

Università degli Studi di TRIESTE – La Prof.ssa Francesca Matteucci eletta socio dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti

La Prof.ssa Francesca Matteucci, professore ordinario di Astronomia dell’Università di Trieste, è stata eletta socio corrispondente residente per la classe di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti. Il diploma di nomina le è stato consegnato per mano del Presidente dell’Istituto durante la cerimonia che si è tenuta nel corso dell’Adunanza solenne del 26 maggio 2013, in Palazzo Ducale a Venezia.

La Prof.ssa Francesca Matteucci si laurea in Fisica a Roma presso l’Università La Sapienza nel 1976 con una tesi dal titolo “Evoluzione di un resto di supernova”. Dal 1977 al 1982 usufruisce di una borsa di studio del C.N.R. presso il Dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova. 

Nel 1982 vince un posto di Ricercatore Tecnico Professionale presso l’Istituto di Astrofisica Spaziale di Frascati (C.N.R.). Dal 1984 al 1994 lavora in Germania, in qualità di visiting scientist, presso l’European Southern Observatory e il Max-Planck Institut fuer Astrofisik di Garching (Monaco di Baviera). 
  • Nel 1994 vince un posto di professore associato presso l’Università di Trieste.
  • Nel 2000 vince un posto di professore ordinario presso l’Università di Trieste.
  • Nel 2003 viene nominata socio corrispondente dell’Accademia dei Lincei per il settore di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.
  • Dal 2003 al 2006 è stata direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste.
  • Dal novembre 2011 è presidente del Consiglio Scientifico dell’INAF(Istituto Nazionale di Astrofisica). I suoi campi di ricerca principali sono: l’evoluzione chimica delle galassie, la nucleosintesi stellare e le supernovae. Ha pubblicato più di 200 lavori su riviste internazionali con referee e due monografie per la casa editrice Springer Verlag.
Google+
© Riproduzione Riservata