• Google+
  • Commenta
6 giugno 2013

Laboratorio di Fotografia del Politecnico: Una storia fotografica tra Salento e Milano

Pio Tarantini

Politecnico di BARI – Il fascino discreto dell’inquietudine di Tarantini al Laboratorio di Fotografia del Politecnico

Una storia fotografica tra Salento e Milano, cinema e letteratura, santi e bandiere, angeli e demoni

L’approfondimento della rappresentazione della precarietà della presenza umana nel mondo attraverso i numerosi lavori in cui la figura umana è ripresa con la tecnica del mosso e inserita in contesti riconoscibili ma anche isolati, su sfondi neutri o astratti, costituiranno l’essenza portante dell’incontro dall’accattivante titolo, “Il fascino discreto dell’inquietudine. Una storia fotografica tra Salento e Milano, cinema e letteratura, santi e bandiere, angeli e demoni”. Protagonista sarà Pio Tarantini, noto fotografo salentino, trapiantato a Milano, ospite del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari, martedì, 11 giugno 2013, ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Palazzo Politecnico (via G. Amendola, 126/B).

Nell’incontro, Tarantini porrà in evidenza il suo forte legame con la terra d’origine, il Salento e la Puglia, e la sua formazione intellettuale ed emotiva. Contestualmente non mancheranno i riferimenti all’intero percorso di ricerca fotografica personale: dai primi lavori compiuti di reportage sociale, realizzati negli anni settanta e recentemente esposti in una mostra a Milano, sino alle ricerche fotografiche attuali.

La sua capacità di creare atmosfere dense di significati attraverso l’uso sapiente della luce crepuscolare ha connotato la sua cifra stilistica che si riscontra in un’ampia gamma di tematiche.

Nato nel 1950 a Torchiarolo (Br), Pio Tarantini ha compiuto studi classici a Lecce e poi Scienze Politiche all’Università Statale di Milano, città dove vive e lavora dal 1973. Esponente della fotografia contemporanea italiana, in quanto autore e studioso, ha realizzato molti lavori, esposti dal 1982 in sedi pubbliche e gallerie private.

Durante la metà degli anni ottanta ha aperto a Milano la galleria “La Camera Chiara”. Ha insegnato, tenuto corsi di “Linguaggio Fotografico” e conferenze presso associazioni, scuole pubbliche e private e facoltà universitarie milanesi. Attualmente insegna “Fenomenologia degli Stili” presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Dal 2003 al 2009 ha collaborato con la Galleria Fotografia Italiana Arte Contemporanea di Milano con cui ha realizzato due mostre personali e numerose collettive. Nel 2010 ha pubblicato “Fotografia. Elementi fondamentali di linguaggio, storia, stile”, un volume nato dalla sua esperienza didattica e destinato a chi vuole avvicinarsi alla materia nei suoi aspetti storici e di analisi del linguaggio. Sue opere sono conservate presso collezioni private e pubbliche. Tra le iniziative più recenti si segnalano: la realizzazione delle due sue più recenti mostre, “Stratigrafie e 3/Settanta. Tre reportage degli anni settanta”, tenute a Milano tra la fine del 2012 e la primavera del 2013.

All’incontro e Laboratorio di Fotografia  parteciperanno inoltre, Berardo Celati, Fotografo e Pio Meledandri, Direttore Museo della Fotografia del Politecnico di Bari. Ingresso libero.

Google+
© Riproduzione Riservata