• Google+
  • Commenta
13 giugno 2013

Polimi e Yahoo! Yahoo dona al Polimi 227 server per supportare la ricerca

Polimi e Yahoo

Polimi e Yahoo

Polimi e Yahoo

Politecnico di MILANO – Yahoo! dona al Polimi 227 server per supportare la ricerca

Yahoo! ha consegnato oggi al Polimi 227 server che serviranno a realizzare un’ambiziosa infrastruttura Interna di Cloud Computing (PoliCloud).

Questa donazione, curata dal prof. Paolo Cremonesi, è la più consistente fatta da Yahoo! ed è la prima effettuata in Italia.

PoliCloud metterà a disposizione dei ricercatori Polimi un numero potenzialmente infinito di macchine virtuali. In altre parole, ogni volta che un ricercatore Polimi avrà l’esigenza di svolgere un’attività number crunching, potrà chiedere l’uso di una o più macchine virtuali su cui installare il proprio ambiente di elaborazione.

La donazione al Polimi fa parte del programma Y! STAR (Yahoo! Servers To Academic Researches) che prevede la riallocazione dei server non più utilizzati da Yahoo! nelle universitarie di tutto il mondo. Yahoo! ha già donato oltre 1.500 server a 23 delle migliori Università degli Stati Uniti.

Lorenzo Montagna, Amministratore Delegato e Direttore Commerciale di Yahoo! Italia ha dichiarato: “Una proficua collaborazione tra gli ingenieri di Yahoo! e i migliori ricercatori di tutto il mondo è per noi fondamentale per rendere le abitudini quotidiane dei nostri utenti più stimolanti e divertenti. Sono orgoglioso che questi server siano utilizzati qui in Italia per aiutare la ricerca nel mondo universitario”.

Giovanni Azzone, Rettore del Polimi ha affermato “Desidero ringraziare Yahoo! per il prezioso contributo anche da parte di tutti i ricercatori che ne trarranno indubbi benefici. Il fatto che il Politecnico di Milano sia stata la prima università europea a ricevere una donazione così consistente da parte di Yahoo! conferma la nostra buona reputazione, anche nel mondo delle imprese all’avanguardia. Il nostro Ateneo è estremamente aperto a questo tipo di collaborazioni che rappresentano un modo innovativo di allacciare rapporti università – azienda”.

Yahoo! dona al Politecnico di Milano 227 server per supportare la ricerca

Yahoo! ha consegnato oggi al Politecnico di Milano 227 server che serviranno a realizzare un’ambiziosa infrastruttura Interna di Cloud Computing (PoliCloud).

Questa donazione, curata dal prof. Paolo Cremonesi, è la più consistente fatta da Yahoo! ed è la prima effettuata in Italia.

PoliCloud metterà a disposizione dei ricercatori un numero potenzialmente infinito di macchine virtuali. In altre parole, ogni volta che un ricercatore avrà l’esigenza di svolgere un’attività number crunching, potrà chiedere l’uso di una o più macchine virtuali su cui installare il proprio ambiente di elaborazione.

La donazione fa parte del programma Y! STAR (Yahoo! Servers To Academic Researches) che prevede la riallocazione dei server non più utilizzati da Yahoo! nelle universitarie di tutto il mondo. Yahoo! ha già donato oltre 1.500 server a 23 delle migliori Università degli Stati Uniti.

Lorenzo Montagna, Amministratore Delegato e Direttore Commerciale di Yahoo! Italia ha dichiarato: “Una proficua collaborazione tra gli ingenieri di Yahoo! e i migliori ricercatori di tutto il mondo è per noi fondamentale per rendere le abitudini quotidiane dei nostri utenti più stimolanti e divertenti. Sono orgoglioso che questi server siano utilizzati qui in Italia per aiutare la ricerca nel mondo universitario”.

Giovanni Azzone, Rettore del Politecnico di Milano ha affermato “Desidero ringraziare Yahoo! per il prezioso contributo anche da parte di tutti i ricercatori che ne trarranno indubbi benefici. Il fatto che il Politecnico di Milano sia stata la prima università europea a ricevere una donazione così consistente da parte di Yahoo! conferma la nostra buona reputazione, anche nel mondo delle imprese all’avanguardia. Il nostro Ateneo è estremamente aperto a questo tipo di collaborazioni che rappresentano un modo innovativo di allacciare rapporti università – azienda”.

Google+
© Riproduzione Riservata