• Google+
  • Commenta
20 giugno 2013

Prova Matematica Esame Maturità. Traccia seconda prova matematica: svolgimento e consigli II prova scientificoo

E’ il 20 giugno 2013, nei licei scientifici oggi è il giorno dell’insormontabile “compito di matematica”. E’ arrivato il giorno della prova matematica 2013

Matematica

Matematica

Dopo aver superato il primo scoglio della prova d’italiano siamo alle prese con l’imprevedibile seconda prova matematica della maturità

La seconda prova si distingue per il percorso operato durante il quinquennio ed è specifica per ogni indirizzo.

Nella  prova matematica di maturità lo studente deve risolvere un problema tra i due proposti, e fornire risposta ad almeno cinque dei dieci quesiti. Generalmente uno dei due problemi è focalizzato sulle funzioni mentre l’altro può avere ad oggetto l’analitica e le trasformazioni. I quesiti possono essere focalizzati su domande di teoria ma anche su piccole dimostrazioni. Il tempo a disposizione per svolgere e consegnare la  prova matematica è di 6 ore. Il compito non può essere consegnato prima di 3 ore dall’ inizio del compito. Il punteggio massimo è 15 con la sufficienza fissata a 10 punti.

Quest’anno le tracce della prova matematica sono le seguenti:

“Un triangolo ha area 3 e due lati che misurano 2 e 3. Qual è la misura del terzo lato? Si giustifichi la risposta?
Se la funzione f(x) – f(2x) ha derivata 5 in x=1 e derivata 7 in x=2, qual è la derivata di f(x) – f(4x) in x=1?
Si considerino nel piano cartesiano i punti A (2;-1) e B(-6;-8). Si determini l’equazione della retta passante per B e avante distanza massima da A.
Di un tronco di piramide retta a base quadrata si conoscono l’altezza h e i lati a e bdelle due basi. Si esprima il volume V del tronco in funzione di a, b e h, illustrando il ragionamento seguito…”

Leggete attentamente le tracce della  prova matematica 2013, scegliete il problema in base alle indicazioni del Professore e in base alle vostre conoscenze. Impostate il problema per punti e accanto ad ognuno di essi scrivetene descrizione e formule utilizzate. Solo dopo aver impostato il problema passate ai quesiti.

Scegliete 5 quesiti della prova matematica il cui svolgimento non vi dia tante difficoltà e se ne avete il tempo svolgetene altri due per essere sicuri di non essere penalizzati. Se il consiglio di classe delibera affinché vengano contati i primi quesiti svolti e non quelli svolti correttamente quest’ultima azione risulterà inutile, quindi informatevi.

Concentratevi sul problema della prova matematica assegnata, ogni punto svolto deve essere riletto per accorgersi in tempo di eventuali errori. Se vi accorgete di un errore solo alla fine, non preoccupatevi, se avete descritto ogni punto dello svolgimento del problema la presenza di qualche errore di calcolo o di distrazione non sarà determinante. Inoltre se volete rendere partecipe il professore di aver riconosciuto gli errori di calcolo scrivete delle piccole postille a piè pagina che rimandano al luogo da emendare con un asterisco.

Quando siete sicuri di aver finito la  prova matematica rileggete e ricopiate il compito, siate chiari ed evitate di distrarvi durante la copia.

Se c’è qualcosa nei quesiti o nel problema della prova matematica che non è presente nel programma dello studente ?

Di solito sia i quesiti che il problema alla  prova matematica sono focalizzati sugli argomenti principali trattati dal programma di tutti i licei scientifici. Sono i quesiti che si focalizzano sui punti più disparati del programma.

Quali sono gli argomenti trattati nel problema della  prova matematica alla maturità?

Lo studio di funzione è il punto-cardine di almeno uno dei problemi nella prova matematica:

  • Funzione reale di variabile reale
  • Insieme di esistenza di una funzione
  • Funzioni monotone, funzioni periodiche, funzioni pari e dispari
  • Limite della funzione di una variabile: definizione ed operazioni
  • Teoremi fondamentali sui limiti
  • Infiniti ed infinitesimi
  • Funzioni continue
  • Derivate di una funzione: definizione e significato geometrico
  • Continuità e derivabilità
  • Massimi e minimi di una funzione
  • Concavità, convessità e flessi
  • Asintoti

Lo studio dei volumi o delle aree riguarda il secondo problema alla prova matematica di maturità:

  • Integrali indefiniti e definiti
  • Regole di integrazione
  • Calcolo delle aree e dei volumi dei solidi di rotazione

Gli argomenti più spesso trattati nei quesiti della prova matematica alla maturità:

  •  Integrale indefinito e primitiva per un punto
  •  Cardinalità di insiemi
  •  Interpretazione geometrica delle derivate
  •  I Limite
  •  Proprietà dei coefficienti binomiali
  •  Equazione trascendente e teorema degli zeri
  •  Retta tangente al grafico di una funzione in un punto
  •  Limiti notevoli
  • Progressione aritmetica e coefficiente binomiale
  •  Problema di Trigonometria
  •  Volume di solidi di rotazione
  •  Asintoti orizzontaliasintoti verticali e asintoti obliqui
  •  Interpretazione fisica della derivata prima e seconda
  •  Teorema del valor medio
  •  Immagine di una funzione e proprietà delle funzioni seno e coseno
  •  Equazioni e Disequazioni: esponenziali, logaritmiche, grafiche, goniometriche

Una volta consegnato il compito la  prova matematica non è finita. Svolgete nuovamente il compito a casa e imparate i passaggi grazie agli svolgimenti di Maturità Scientifica Live di Controcampus.it. Questo vi permetterà di non essere colti impreparati all’esame orale quando vi verrà chiesto come avete svolto e dove avete errato nel compito scritto.

Siria De Francesco

Google+
© Riproduzione Riservata