• Google+
  • Commenta
28 giugno 2013

Unibo. Nuovi spazi associazioni studentesche Unibo

Università di BOLOGNA – Nello stabile di 950 mq, al civico numero 8, entrano oggi i primi sei gruppi di studenti: dagli ingegneri appassionati di motori ai goliardi, dagli albanesi a chi vuole favorire la partecipazione alla vita dell’ateneo di gay, lesbiche e transgender.

Sono stati inaugurati questa mattina i nuovi spazi per le associazioni studentesche dell’Alma Mater Unibo in via Collamarini 8, zona Roveri.

Il rettore dell’Università Unibo Ivano Dionigi, e il prorettore agli Studenti, Roberto Nicoletti, hanno consegnato le chiavi dello stabile ai presidenti delle prime sei associazioni che, da oggi, prenderanno possesso dei locali a loro destinati all’interno dell’immobile.

L’immobile, in zona Roveri, è 950 metri quadrati ed è su due livelli: il piano superiore è stato suddiviso in più stanze e arredato con tavoli, sedie e scaffalature.

Quest’anno a Bologna sono 14 le associazioni studentesche Unibo che beneficiano di contributi e di una sede messa a diposizione dall’Alma Mater grazie al bando per il finanziamento di attività culturali, sportive e ricreative. In totale sono circa 370.000 euro le risorse messe a disposizione per le attività delle associazioni e gli affitti.

Le sei associaUnibo

  • Associazione Unibo “CTM-Club Tecnica e Motori” (Unibo Motorsport)

Presidente: Scarenzi Mario

Numero soci: 103

Anno di costituzione: 2001

Riunisce studenti di Ingegneria che uniscono la passione per il mondo dei motori e delle competizioni sportive alla concreta applicazione delle materie di studio. L’Associazione  promuove iniziative volte al confronto con realtà del settore (incontri, mostre, visite in aziende…) e partecipa alla competizione internazionale “formula SAE “(promossa dalla SAE Intl.- Society of Automotive Engineers).

  • Associazione Unibo “Presidio Unilibera – L’Aquila, i ragazzi della casa dello studente, 6 aprile 2009”

Presidente: Rizzo Giuseppe

Numero soci: 116

Anno di costituzione: 2012

E’ un’associazione di studenti universitari uniti dall’intento di promuovere la lotta alla mafia coinvolgendo la società civile. L’associazione organizza seminari e incontri di approfondimento in materia di  storie delle mafie e dell’antimafia e di sensibilizzazione su questioni inerenti il fenomeno mafioso nella sua complessità, con riferimento alla situazione contemporanea  locale, nazionale ed internazionale.

  • Associazione Unibo “Progrè”

Presidente: Usai Nicola

Numero soci: 123

Anno di costituzione: 2010

Persegue la finalità di coinvolgere gli studenti in attività su temi sociali e culturali di grande rilievo  sia in ambito nazionale che internazionale. In particolare organizza seminari sulla situazione delle carceri italiane e iniziative sulle politiche connesse all’immigrazione, come il festival delle migrazioni e delle genti.

  • Associazione Unibo “S.V.Q.F.O. – Sacer VenerabilisQue Fictonis Ordo”

Presidente: Costa Tommaso

Numero soci: 117

Anno di costituzione: 2002

Si prefigge lo scopo di mantenere in vita le tradizioni goliardiche dell’Università di Bologna ed organizza  l’annuale Festa della Matricole. Promuovere convegni, conferenze e dibattiti riguardanti la storia dell’Università e la vita degli studenti e mantiene scambi culturali con le associazioni goliardiche di altre Università nazionali ed europee.

  • Associazione Unibo “Uni LGBTQ”

Presidente: Paudice Gianluca

Numero soci: 125

Anno di costituzione: 2012

Promuove iniziative volte a favorire la visibilità e la partecipazione delle studentesse e degli studenti Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali, Trasgender e Queer (LGBTQ) alla vita dell’Ateneo e della città, nonché a diffondere una maggiore consapevolezza sui temi dei diritti civili, del superamento dei pregiudizi e della lotta alle discriminazioni.

  • Associazione Unibo “USAB-Unione degli Studenti Albanesi”

Presidente: Kerrni Gentian

Numero soci: 103

Anno di costituzione: 2006

Promuove iniziative per facilitare l’inserimento degli studenti albanesi nella vita dell’Ateneo e per intensificare i rapporti e le relazioni con gli altri studenti e favorire lo scambio tra diverse culture.

Gli spazi di via Collamarini ospitano inoltre l’Associazione culturale Fotoviva (presidente: Gilberto Veronesi, 85 soci), presente dal 2007 sul territorio bolognese, che persegue finalità di diffusione e tutela della cultura fotografica e dell’immagine, coinvolgendo in particolare i giovani, anche studenti universitari, nelle proprie attività mediante l’organizzazione di corsi, laboratori didattici, seminari, workshop, mostre, serate e concorsi fotografici.

Google+
© Riproduzione Riservata