• Google+
  • Commenta
25 luglio 2013

Poliba. Avio inaugura presso il Poliba il laboratorio di ricerca dell’Energy Factory

Politecnico di BARI – Oggi, Open Day sulle competenze, le tecnologie e i prodotti sviluppati nei primi 3 anni di ricerca

AVIO, leader mondiale dell’areospazio, inaugura presso il Poliba i nuovi uffici del laboratorio di ricerca dell’Energy Factory

Avio

Avio

Avio, azienda leader nel settore della propulsione aerospaziale, ha inaugurato oggi, 25 luglio, la nuova sede di Energy Factory Bari, il laboratorio integrato multidisciplinare nato nel 2010 in collaborazione con il Poliba, dedicato allo sviluppo di tecnologie avanzate di generazione e distribuzione elettrica per i settori dell’aerospazio e dell’energia.

Nel laboratorio, che è collocato all’interno del campus del Poliba di Bari, nel corso dei 3 anni di attività è cresciuto un team altamente specializzato, che oggi conta circa 40 ricercatori, un team multidisciplinare composto di professionisti esperti, ricercatori e giovani neolaureati di Avio e del Poliba.

Il laboratorio si pone l’obiettivo di sviluppare nuove tecnologie in campo aerospaziale da impiegare anche nel contesto delle attività di ricerca condotte dal Distretto Tecnologico dell’Aeronautica pugliese.

La richiesta crescente di potenza elettrica a bordo dei velivoli e la spinta verso soluzioni a ridotto impatto ambientale stanno determinando un interesse crescente per i sistemi elettrici da parte di velivolisti e di motoristi. La strategia di Avio punta allo sviluppo di tecnologie abilitanti che permettano di superare i limiti di applicazione delle macchine elettriche tradizionali in campo aeronautico. Risultati in termini di efficienza e compattezza sono già stati dimostrati dalle prove effettuate all’interno dello stesso laboratorio, con riduzione in termini di volume e peso del 25% rispetto a soluzioni convenzionali disponibili sul mercato.

Avio ha sempre dedicato grandi risorse alla ricerca, allo sviluppo e all’innovazione di prodotti e processi, anche in collaborazione con istituzioni nazionali, quali il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MUIR), gli organismi di sviluppo e supporto alla ricerca regionale, e i Distretti Tecnologici, in particolare in Piemonte, Campania, Lazio e Puglia. L’azienda è attiva nel campo della ricerca e dello sviluppo tecnologico attraverso una rete di laboratori all’interno di campus universitari italiani e collaborazioni con 24 università e centri di ricerca italiani e internazionali. Attualmente è coinvolta in circa 40 programmi di ricerca, con l’obiettivo di sviluppare tecnologie distintive per i propulsori di nuova generazione. Le attività svolte mirano anche a consolidare la propria “rete” di competenze, a livello nazionale e internazionale, su quelle che sono definite le “tecnologie abilitanti” e che assumono il ruolo di assi portanti del progresso tecnologico.

Oltre all’Energy Factory Bari, sempre in Puglia, Avio nel 2009 ha dato vita all’e-Paint Lab di Lecce, che ha l’obiettivo di consolidare, insieme all’Università del Salento, un centro di eccellenza e di innovazione sulle metodologie e sulle tecnologie a supporto dell’attività di ricerca per lo sviluppo di prodotti ad elevata tecnologia.

“La nostra azienda – spiega Giorgio Abrate, Direttore dell’Ingegneria di Avio – sta investendo molto nell’innovazione per migliorare efficienza, prestazioni e affidabilità dei sistemi propulsivi. Tre anni fa abbiamo pensato di sviluppare le nuove tecnologie di generazione di energia elettrica per l’aeronautica insieme al Poliba attraverso il laboratorio Energy Factory Bari. Oggi siamo felici di condividere con il nostro Partner gli importanti risultati che abbiamo raggiunto e rinnovare la nostra collaborazione per il futuro”.

Il Poliba è fortemente integrato nei piani di ricerca e sviluppo di Avio di questo settore.

“La collaborazione tra Poliba ed Avio si è rivelata,  fin dalle prime esperienze comuni, di estremo interesse – aggiunge Nicola Costantino, Rettore del Politecnico – in quanto si sono immediatamente sviluppate preziose sinergie, che consentono ai nostri ricercatori junior e senior di operare in ambiti di ricerca tecnologica avanzata con grandi potenzialità applicative; e ad Avio, di integrare il suo team di ricerca con competenze diversificate e allargate  anche ad ambiti non immediatamente applicativi. La concreta (e in parte già attuale) possibilità che tutto ciò si trasformi in occasioni di crescita imprenditoriale e occupazionale sul territorio costituisce un ulteriore vantaggio che rafforza il sempre più importante impatto di “terza missione” del nostro Politecnico per la Puglia”.

Il legame tra Avio e la regione Puglia non si limita solo alle collaborazione nel campo della ricerca scientifica. A Brindisi, infatti, Avio ha uno dei suoi stabilimenti principali, in cui impiega circa 700 addetti. Nell’ambito delle revisioni civili e militari, lo stabilimento pugliese, con una capacità di oltre 200 motori e 400 moduli per anno, racchiude le principali competenze del Gruppo nel settore del MR&O (Maintenance, Repair and Overhaul). Queste caratteristiche, unite alla continua ricerca e innovazione di prodotto, collocano l’azienda ai vertici mondiali in termini qualitativi. Nel corso di oltre trent’anni di attività nel settore delle revisioni di motori civili e militari, Avio è diventata infatti il motorista di riferimento delle forze armate italiane e un interlocutore privilegiato delle forze armate olandesi e brasiliane.

La scheda AVIO

Avio è un gruppo internazionale leader del settore aerospaziale, con sede a Torino (Italia). Fondato nel 1908 è presente in 4 continenti con sedi commerciali e 12 insediamenti produttivi. Conta oltre 5.300 dipendenti di cui circa 4.500 in Italia. Nel 2012 ha generato ricavi per oltre 2,3 miliardi di euro. Opera nelle seguenti aree di business: Aeronautica; Spazio; MRO e servizi; Turbine aeroderivate per uso navale e industriale; Sistemi di controllo, d’automazione ed elettrici. È attivo nel campo della ricerca e dello sviluppo tecnologico attraverso una rete di laboratori all’interno di campus universitari italiani e collaborazioni con 24 università e centri di ricerca italiani e internazionali.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy