• Google+
  • Commenta
5 agosto 2013

Unibz. Convegno all’Unibz degli insegnanti di tedesco IDT

Libera Università di BOLZANO Unibz – Una settimana di scambi intellettuali

Il cammino prosegue. I primi frutti maturati grazie al convegno internazionale degli insegnanti di tedesco IDT sono stati illustrati dal presidente della Unibz Konrad Bergmeister nel discorso che ha tenuto in occasione della chiusura del convegno.

“Abbiamo intenzione di istituire una cattedra di Tedesco come madrelingua tedesco come seconda lingua”.

Il presidente dell’IDT 2013, Hans Drumbl, ha così riassunto la settimana di convegno: “Bolzano è da secoli un centro di scambi commerciali. Per una settimana è stata una città di scambi intellettuali”.

Si è conclusa oggi una settimana di lavoro intensivo per 2684 insegnanti di tedesco che, arrivati da 110 paesi, si sono riuniti a Bolzano all’Unibz. La co-presidente Antonie Hornung ha spiegato cosa questo convegno IDT, dopo 4 anni di preparazione, ha lasciato: “Lasciandoci ispirare dal genius loci ci siamo azzardati a proporre il tema Il tedesco dall’interno e dall’esterno. Il risultato è stato un prezioso scambio di opinioni ed esperienze”.

“Il convegno Unibz è stato supportato dal comitato scientifico. Abbiamo dovuto affrontare un ampio ventaglio di tematiche”, ha sottolineato la presidente dell’IDV Marianne Hepp. “Il cuore di questo appuntamento sono tradizionalmente le sezioni, in cui lo scambio è più fitto. I moderatori delle sezioni provengono da 40 diversi paesi ed hanno coordinato il tutto magistralmente e con grande creatività”.

Il presidente del consorzio die Comuni Arno Kompatscher ha dedicato il suo intervento all’influsso che questi spunti scientifici possono avere sul mondo scolastico altoatesino: “In Alto Adige la tutela della lingua tedesca è stata per lungo tempo una questione di sopravvivenza. Spero che oggi le diverse lingue non siano in un rapporto di concorrenza e che durante le giornate del convegno questo valore aggiunto dell’Alto Adige sia stato percepito. Mi auguro che le riflessioni, gli scambi e tutta la conoscenza del convegno siano utilizzati per portare le lezioni di lingua al miglior livello possibile”.

L’IDT è stato il più grande convegno che l‘Università abbia mai organizzato e che l’Alto Adige abbia mai ospitato. Accanto al lavoro prettamente scientifico, non è mancata ai partecipanti l’occasione di conoscere la natura e la cultura del posto: “Il programma ha incluso una giornata specifica dedicata alle gite. Partecipare al convegno significa anche fare il pieno di motivazione e tornare con entusiasmo al lavoro nel proprio paese”, ha concluso la presidente Hepp.

Gli organizzatori dell’IDT hanno ringraziato pubblicamente tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento, primo fra tutti il manager del convegno Hannes Hell e, per l’EURAC Convention Center, Pier Paolo Mariotti e Daniela Gasser.

Il direttivo dell’associazione IDV, che propone ogni 4 anni il convegno internazionale in un contesto germanofono, ha annunciato che il prossimo appuntamento sarà nel 2017 nella città svizzera di Friburgo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy