• Google+
  • Commenta
19 settembre 2013

Adi Sassari. “Ricerca in vetrina”: evento Adi dottorandi e dottori di ricerca italiani

Dottorati di ricerca Uniud

Università degli Studi di SASSARI – “Ricerca in vetrina”, a Sassari e Porto Torres il 23 e 24 settembre dottorandi, assegnisti e ricercatori da tutta Italia si presentano al pubblico

Dottorandi e Ricercatori

Dottorandi e Ricercatori

L’evento è organizzato da ADI  Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani, sede di Sassari

Per due giorni Uniss sarà il cuore della ricerca scientifica italiana. Per lunedì 23 e martedì 24 settembre, ADI – Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani ha organizzato “Ricerca in vetrina”, una manifestazione che intende presentare al grande pubblico il lavoro svolto dai precari della ricerca: dottorandi, dottori di ricerca, assegnisti e ricercatori a tempo determinato. Circa 120 giovani studiosi arriveranno a Sassari da tutta Italia (e anche dall’estero) per comunicare i risultati delle proprie ricerche in tutti i settori scientifico disciplinari: Lettere, Lingue, Storia, Filosofia, Pedagogia e Psicologia, Scienze Sociali, Economia, Sociologia, Diritto, dell’Architettura, Urbanistica, Scienze Mediche, Agrarie, Biologiche, Chimiche, Veterinarie, Matematiche, Fisiche, Ingegneristiche e Naturali.

L’apertura a Sassari. L’evento Adi, intitolato “Ricerca in vetrina. Originalità e impatto sul territorio regionale della ricerca scientifica di dottorandi e dottori di ricerca”, si aprirà lunedì 23 settembre alle ore 9.00 nell’Aula Magna dell’Università di Sassari (piazza Università) con i saluti del Magnifico Rettore Attilio Mastino, del Sindaco di Sassari Gianfranco Ganau, dell’Assessore regionale alla Pubblica istruzione Sergio Milia, del Presidente di ADI Sassari Marco Calaresu. Le sessioni, denominate per l’occasione “vetrine”, andranno avanti per l’intera giornata (tutti gli interventi sono riportati in dettaglio nella brochure allegata).

Si prosegue a Porto Torres. Il giorno dopo, martedì 24 settembre, il convegno “itinerante” si sposterà a Porto Torres nella Sala conferenze “Filippo Canu” in Corso Vittorio Emanuele 95, con inizio ugualmente alle ore 9.00. Alle 18.30, alla fine delle “vetrine”, la manifestazione si concluderà con la consegna degli attestati di partecipazione. La scelta della doppia sede per lo svolgimento del convegno “Ricerca in vetrina” non è casuale: “La città di Sassari, con il suo Ateneo, rappresenta il capoluogo di un’area vasta di crisi, che ha bisogno di riconoscere nei giovani precari impegnati nella ricerca una delle principali fonti di sviluppo e innovazione, un motore della crescita capace di generare valore e capitale sociale, che deve essere in primo luogo trattenuto sul territorio (contro la fuga dei cervelli) e in seconda battuta, messo in grado di operare a pieno regime, al servizio non solo dell’Accademia, ma delle Istituzioni, dell’impresa e della società civile – Dichiara il presidente ADI Sassari Marco Calaresu – Il Comune di Porto Torres, con il suo scalo merci e passeggeri, rappresenta la principale porta di accesso marittimo al Nord Ovest della Sardegna, ed è l’emblema di un territorio fortemente compromesso sotto il profilo sociale, ambientale ed economico. Vittima di un modello di sviluppo esogeno legato a produzioni del passato che necessitano di essere riconvertite, il territorio ha bisogno di intercettare proposte, soluzioni e sperimentazioni innovative che portino a concrete prospettive di trasformazione e rilancio”.

L’Associazione Adi Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani si propone di tutelare dottorandi e giovani ricercatori; da oltre un decennio, lavora in tutta Italia per dare maggiore valore al titolo di Dottore di ricerca, portando avanti battaglie volte alla tutela e all’estensione dei diritti della categoria, anche al di fuori dell’Accademia. Il diritto alla rappresentanza di dottorandi e precari, il superamento della stessa condizione di precariato, norme più efficaci e trasparenti per il reclutamento, un sistema di valutazione e di retribuzione adeguato agli standard europei ed internazionali, il riconoscimento del titolo di Dottore di ricerca all’interno della Scuola e della Pubblica Amministrazione, rappresentano solo alcuni esempi di tali battaglie. La sede di Sassari, nata nel novembre 2012, ha già coinvolto un altissimo numero di giovani dottorandi e dottori afferenti ai diversi Dipartimenti dell’Ateneo, colmando un vuoto di rappresentanza sociale e incentivando ad una maggiore condivisione, inclusione e partecipazione alla vita dell’Ateneo figure accademiche sempre più centrali per l’attività di ricerca e nel lavoro giornaliero delle Università.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy