• Google+
  • Commenta
27 settembre 2013

Notte dei Ricercatori. IV edizione Notte dei Ricercatori: Cà Foscari accende Nordestnight

notte dei ricercatori 2013

Università “Cà Foscari” di VENEZIA – Quarta edizione della Notte europea dei ricercatori, pienone di curiosi fra laboratori, esperimenti, letture animate, attività per bambini

notte dei ricercatori 2013

notte dei ricercatori 2013

Il Rettore Carlo Carraro: «Una Notte sempre più grande, oltre 100 ricercatori per mostrare al pubblico tutto il meglio della nostra ricerca». Ospite Serena Dandini: «Mi vorrei laureare a Ca’ Foscari, è un posto meraviglioso»

E’ scoccato alle 17, a Ca’ Foscari, lo start ufficiale della Notte dei ricercatori che ha riempito il cortile del palazzo per il via di Nordestnight, la prima edizione nordestina dell’evento dedicato alla ricerca a tu per tu con il pubblico.

Nel corso della serata Notte dei Ricercatori tremila persone hanno salutato l’avvio di Nordestnight fra il cortile, gli Spazi Espositivi e l’androne del palazzo curiosando fra laboratori, esperimenti scientifici, attività per i più piccoli.

Sul palco i saluti del Rettore Carlo Carraro: «Una Notte sempre più grande, non solo perché quest’anno è allargata a tutto il Nordest con la partecipazione dei suoi sei atenei ma anche perché sono tantissimi, oltre un centinaio, i ricercatori scesi in campo stasera per mostrare ai visitatori della Notte momenti di approfondimento, innovazione e curiosità sui propri temi di studio».

A sorpresa, prima di cimentarsi  – alle 19 –  con una intervista ‘rovesciata’ sul divano allestito nel nuovo spazio di Ca’ Foscari Zattere, l’autrice e conduttrice Serena Dandini: «Mi vorrei laureare a Ca’ Foscari: mi fate finire gli esami qui? – ha detto scherzando  – questo è un posto meraviglioso».

IV Edizione della notte dei ricercatori 2013

L’edizione 2013, che vede per la prima volta coinvolti anche gli atenei di Udine e Trieste insieme a Venezia, Padova, Verona, verrà aperta ufficialmente alle 17.00, con i saluti del Rettore Carlo Carraro, dal cortile del palazzo gotico sede centrale dell’ateneo e proseguirà poi fino a tarda sera con laboratori, attività per bambini, visite guidate, spettacoli, giochi e tante altre attività.  Un grande evento per il pubblico veneziano che l’anno scorso ha risposto con più di 2000 presenze. «Questa iniziativa – spiega Carraro – è l’occasione per mostrare a tutti quali siano i contenuti reali della parola ricerca».

L’androne, i cortili e gli Spazi Espositivi di Ca’ Foscari accoglieranno ricercatori e pubblico per la lunga maratona della ricerca in un ricco e variegato programma (consultabile su www.nordestnight.it) che propone eventi, laboratori, programmi per bambini, mostre e gadget gratuiti in quantità. Il tutto seguito in diretta da Radiocafoscari, on air dalle 17.15 alle 23.00 ininterrottamente con interviste ai ricercatori e approfondimenti.

I pre appuntamenti della notte dei ricercatori 2013

Al mattino, inoltre, proprio in occasione della Notte verrà avviato il tavolo stabile del coordinamento del Distretto veneziano della ricerca con la presentazione delle prossime iniziative. Il Distretto nato un anno  fa – su impulso dell’ateneo – e che oggi mette insieme gli enti e le istituzioni scientifiche e di ricerca del capoluogo lagunare radunando più di mille ricercatori e duemila dipendenti per un ammontare di oltre 50 milioni di euro l’anno in progetti innovativi. L’avvio del tavolo consentirà di  intraprendere iniziative in collaborazione per sviluppare progetti di ricerca congiunti, scambi di ricercatori, attività didattiche comuni.

Un’ulteriore occasione di incontro internazionale per l’ateneo sui temi della ricerca si terrà sempre nella mattinata di venerdì 27 settembre alle ore 11.30 in Aula Baratto con la Ca’ Foscari International Lecture dell’Ambasciatore svedese in Italia, Ruth Jacoby su “Sweden: knowledge and innovation”.

Ospiti della notte dei ricercatori 2013

La “notte dei cervelli” a Ca’ Foscari vanta quest’anno due ospiti d’eccezione: Moni Ovadia, ideatore, regista, attore oltre che straordinario intrattenitore, oratore e umorista che alle 22 con un suo monologo dal titolo “Che cosa? = 45 = essere umano. Identità e ricerca” (Libera riflessione eterodossa sul rapporto fra identità e ricerca nella formazione del pensiero ebraico) chiuderà il clou degli eventi nel cortile grande di Ca’ Foscari e Serena Dandini, tagliente conduttrice e autrice televisiva. Sarà proprio Serena Dandini a essere protagonista “dell’evento nell’evento” di Nordestnight in un curioso rovesciamento dei ruoli: sarà lei ad essere intervistata seduta, naturalmente, su un divano rosso per l’appuntamento alle ore 19 a CFZ: Ca’ Foscari ZattereCultural Flow Zone, un nuovo spazio di cultura nel cuore di Venezia che dopo un attento restauro organizzerà attività a supporto degli studenti e iniziative da loro realizzate. Ca’ Foscari Zattere, oltre a implementare i servizi già esistenti (posti dove studiare, posti per la ricerca bibliografica, consultazioni a scaffale aperto), offrirà anche un calendario di appuntamenti culturali, e ospiterà uno studio tutto nuovo per Radiocafoscari, la web radio di ateneo che proprio per Nordestnight realizzerà speciali interviste improntate sul tema della ricerca. L’ensemble Elettrofoscari presenterà invece il Jukebox filosofico-musicale spazio-occasione partecipativa per i visitatori del nuovissimo spazio cafoscarino CFZ.

Attività per bambini della notte dei ricercatori 2013

Un ampio spazio verrà dedicato come ogni anno alla ricerca raccontata ai bambini che potranno utilizzare un “tablet d’altri tempi” cimentandosi nella scrittura cuneiforme in Cunei-Lab a cura del Dipartimento di Studi Umanistici, ma potranno anche ascoltare le letture animate in varie lingue (arabo, cinese, coreano, giapponese, hindi, turco con traduzione italiana) di Burà Beri Bù: un mondo di fiabe a cura Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea o assaggiare il gelato molecolare del Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi o divertirsi con animazioni scientifiche dal libro per ragazzi “Io ricordo” di Sabina Colloredo.

Laboratori della notte dei ricercatori 2013

I Laboratori interattivi del Dipartimento di Management ci faranno invece entrare nelle pieghe dell’economia e scoprire cosa influenza le scelte del comportamento d’acquisto online, mentre dei veri e propri sketch teatrali introdurranno al tema delle competenze trasversali (come l’empatia, l’autocontrollo, la negoziazione, il teamwork) nel contesto lavorativo, in collaborazione con il Ca’ Foscari Competency Centre e l’economia sperimentale creerà situazioni stilizzate in cui il pubblico dovrà decidere come gestire una piccola quota di risparmio.

Dall’economia alle scienze con una riflessione sulle plastiche del futuro e il futuro delle plastiche e le scienze molecolari che incontrano la gastronomia molecolare per svelare le nuove frontiere scientifiche della cucina: cottura a freddo, frittura nello zucchero e molto altro per palati curiosi.

Sempre nell’ambito scientifico un occhio di riguardo come ogni anno è riservato alla sostenibilità con l’esposizione di progetti energetici ecocompatibili e la spiegazione di come funzionano e a cosa servono e le “scarpe green” fatte con colle a basso impatto ambientale.

La combinazione di nuove tecniche di visione artificiale, abbinate alla computer grafica creeranno ologrammi in 3D dal Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, ma si potrà fare anche un viaggio dal DNA alle cellule; osservazioni al microscopio di cellule; visualizzazione DNA da campioni di saliva con le proposte a cura dell’IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) San Camillo.

Il Laboratorio DAR e Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea propongono invece ai partecipanti di costruire uno dei monumenti più famosi al mondo, le piramidi  decifrando le istruzioni in arabo, una scrittura ritenuta incomprensibile.

Fra le novità dell’edizione 2013 workshop linguistici del Dipartimenti di Studi Linguistici e Culturali Comparati e di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea: in particolare l’immagine nazionale della Catalogna attraverso i successi calcistici internazionali del Barca, la “migliore squadra del mondo  e altri laboratori sulla dimensione culturale e le identità. Sorprenderà sapere che la LIS, lingua dei segni insegnata a Ca’ Foscari possieda una grammatica complessa e una ricca produzione culturale e artistica e che esiste Spreadthesign, il più grande dizionario on-line di lingue dei segni del mondo.

L’Università Ca’ Foscari inoltre “fa ricerca” anche attraverso il mondo dell’arte e si pone come uno dei grandi produttori culturali della città: per questo Giuseppe Barbieri, critico d’arte e curatore di numerose mostre dell’ateneo presenterà “Le attività espositive dell’ateneo”. Durante Nordestnight sarà possibile vedere con Mostrare la ricerca alcuni video legati alle ricerche condotte a Ca’ Foscari, avere un assaggio della mostra Un golfo, uno stretto, un mare, attraverso la proiezione del video o visitare la mostra stessa con il curatore Riccardo Zipoli che  illustra i 36 scatti sull’Iran, mentre “La memoria di Venezia: un viaggio nel tempo propone attraverso i “film di famiglia”  una Venezia degli anni ‘20 e ‘30.

Itinerari della notte dei ricercatori 2013

In città intanto, fin dal mattino, curiosi e appassionati potranno scoprire la laguna ‘nascosta’ in una serie di itinerari guidati, in barca, nei cortili dei palazzi, lungo calli e campielli, fra le mura delle chiese. Già al completo le visite a Palazzo Ducale, Libreria Sansoviniana, (al)La ricerca della laguna (perduta), Scuola Grande di San Rocco.

Ultimi posti disponibili per: Archivio di Stato, mostra ‘Bestiario Contemporaneo’ al Museo di Storia Naturale, lezione itinerante ‘Venezia e l’acqua de mar’

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy