• Google+
  • Commenta
22 ottobre 2013

Ateneo di Catania. Chimica dei Metalli: XIII workshop di Biomet

Ateneo di Catania – Chimica dei metalli, il XIII workshop di Biomet festeggia i 70 anni del prof. Rizzarelli dell’Ateneo di Catania

Si terrà a Catania, nelle giornate di venerdì 25 e sabato 26 ottobre, il XIII workshop internazionale “on PharmacoBioMetallics” (Biomet 13), un evento promosso annualmente dal Consorzio Interuniversitario di Ricerca in Chimica dei Metalli nei Sistemi Biologici (CIRCMSB) per favorire il confronto scientifico tra tutte le unità di ricerca afferenti alle Università consorziate e interessate allo studio dell’interazione tra ioni metallici e sistemi biologici, biomimetici e le loro applicazioni in ambito biofarmacologico, ambientale ed alimentare.

Fra le tematiche individuate come prioritarie, ci saranno, in particolare, i diagnostici innovativi in oncologia e malattie cardiovascolari; le metalloproteine come catalizzatori biologici; biomineralizzazione e biocristallografia; i nuovi farmaci inorganici in oncologia; i radiofarmaci nella diagnostica e terapia tumorale; il ruolo degli ioni metallici nelle patologie degenerative croniche; i metalli nell’ambiente; la System biology per lo studio dei metalli; le nanostrutture di interesse biomedico e ambientale.

Quest’anno, eccezionalmente, in occasione dei 70 anni del prof. Enrico Rizzarelli – ordinario di Chimica generale ed inorganica e rettore dell’Ateneo di Catania dal 1994 al 2000 -, il workshop si aprirà venerdì 25 alle 10,30 nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Ateneo di Catania, con una lezione magistrale del prof. Rizzarelli dal titolo: “Proteostasi, Metallostasi ed Amiloidosi”.

La sessione ufficiale dei lavori dell’Ateneo di Catania prenderà quindi il via nel primo pomeriggio del venerdì 25, nella sede del Camplus d’Aragona in via Monsignor Ventimiglia 184, e proseguirà l’indomani. Sabato 26 alle 9 ci sarà inoltre un seminario del professor Ashley I. Bush del Florey Institute of Neuroscience & Mental Health, University of Melbourne, uno dei massimi esperti mondiali nel trattamento delle malattie neurovegetative.

Google+
© Riproduzione Riservata