• Google+
  • Commenta
1 ottobre 2013

Università di Camerino. La Notte dei Ricercatori Unicam edizione 2013:

Contram a Unicam

Università di CAMERINO – La Notte dei Ricercatori Università di Camerino in tour: grande successo a Castelfidardo per l’edizione 2013

Notte dei Ricercatori Unicam

Notte dei Ricercatori Unicam

Per l’edizione 2013 la Notte dei ricercatori Università di Camerino è andata in tour e si è fermata a Castelfidardo.

Anche quest’anno, infatti, l’Università di Camerino ha aderito alla “Notte dei Ricercatori”, manifestazione promossa dalla Commissione Europea per far scoprire alla cittadinanza chi sono, cosa fanno e come vivono i ricercatori, che si è tenuta lo scorso 27 settembre, e lo ha fatto in collaborazione con l’ISIS Osimo-Castelfidardo.

“E’ con grande piacere – ha dichiarato il Rettore Università di Camerino Flavio Corradini – che quest’anno abbiamo  organizzato la Notte dei ricercatori con l’ISIS Osimo-Castelfidardo, con il quale abbiamo avviato una proficua collaborazione. Manifestazioni come questa sono davvero importanti per condividere il fascino del “pianeta ricerca” ed è ancora più importante che a coglierne le opportunità siano i nostri giovani, il futuro del nostro Paese”.

Per la Notte dei ricercatori 2013 l’Università di Camerino ha organizzato “Researchers… what else?”, evento che ha visto coinvolti un centinaio di studenti delle quarte classi delle diverse sezioni dell’ISIS Osimo-Castelfidardo.

Dalle 10.15, presso la sala convegni del Comune, dopo i saluti del Dirigente Scolastico Prof. Ing. Corrado Marri e del Rettore dell’Università di Camerino Flavio Corradini, è stato proiettato il cortometraggio “Va in scena la ricerca”, realizzato anche da ricercatori Unicam, che illustra,  brevemente e in maniera originale, una sorta di evoluzione della ricerca nei secoli, fino a far vedere cosa fanno i ricercatori oggi.

Si è iniziato poi con il primo gioco, “Chi ricerca trova”, nel corso del quale le classi coinvolte hanno dovuto individuare, con l’aiuto di alcuni indizi, quali erano i ricercatori tra un gruppo di quattro giovani. La squadra vincente è stata poi la prima ad iniziare “Il puzzle della ricerca”, sfida in cui gli studenti hanno messo alla prova le loro conoscenze scientifiche rispondendo a domande di informatica, matematica, fisica, chimica, biologia. La gara si è conclusa con un pari merito tra le due squadre.

Google+
© Riproduzione Riservata