• Google+
  • Commenta
21 novembre 2013

All’Università degli Studi di Ferrara lauree honoris causa a J. Bouquet e J. M. Drazen

La campagna di sicurezza stradale Unife

Università degli Studi di FERRARA – : lauree honoris causa a J. Bouquet e J. M. Drazen all’Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara

Due luminari della medicina, affermatisi nel campo delle malattie dell’apparato respiratorio, il prof. Jean Bousquet dell’Università di Montpellier (Francia) ed il prof. Jeffrey Mark Drazen della Harvard School of Public Health (Usa), nonché direttore editoriale del New England Journal of Medicine, verranno insigniti della laurea honoris causa in Medicina e Chirurgia rispettivamente dall’Università degli Studi di Ferrara e dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

La cerimonia di conferimento si terrà venerdì 22 novembre 2013 nella suggestiva cornice del Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento di Ferrara (via del Guercino 32) con inizio alle ore 18.30.

“Gli studi del prof. Jean Bousquetcome riporta la proposta di conferimento della laurea honoris causa – si estendono dal versante patogenetico, agli sviluppi di strategie ed applicazioni terapeutiche, all’indagine molecolare sia sui meccanismi di danno immunologico che sui meccanismi d’azione farmacologica. Fondatore del concetto della unicità patofisiologica delle vie aeree superiori ed inferiori, i suoi studi hanno portato importanti scoperte nell’ambito del riconoscimento ed identificazione delle patologie infiammatorie delle vie aeree ed hanno contribuito a rivoluzionare l’impianto terapeutico di queste patologie”.

I suoi studi – si legge nella motivazione riguardante Jeffrey M. Drazenhanno portato importanti scoperte nell’ambito della fisiopatologia respiratoria, in particolare in riferimento ai meccanismi di sviluppo dell’asma da sforzo, della genetica dell’asma, del ruolo dei leucotrieni nella fisiopatologia dell’infiammazione asmatica, e del ruolo della stimolazione meccanica nel rimodellamento delle vie aeree”.

Dopo gli indirizzi di saluto del Rettore dell’Università degli Studi di Ferrara prof. Pasquale Nappi e del Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Angelo O. Andrisano, il Sindaco dott. Piero Lodi porgerà il benvenuto della città di Cento. Seguirà, quindi, la presentazione dei candidati al titolo di dottore in Medicina e Chirurgia, affidata rispettivamente al prof. Alberto Papi, direttore della Clinica di Malattie dell’Apparato Respiratorio dell’Università degli Studi di Ferrara, ed al prof. Leonardo Fabbri, direttore della Struttura complessa di Malattie dell’Apparato respiratorio dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena. Toccherà, invece, al Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Ferrara prof. Dario Di Luca ed al Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Paolo Frigio Nichelli esporre le motivazioni della decisione adottata dai rispettivi corpi accademici.

Successivamente i Rettori imporranno il tocco e consegneranno i Diplomi di laurea ai neo-dottori, che pronunceranno le loro lectio magistralis: “The mosaic of complexchronic diseases”, l’argomento affrontato dal prof. Jaen Bousquet, e “Life’s lesson in a basket”, la prolusione che terrà il prof.  Jeffrey M. Drazen.

Il tratto principale della figura del prof. Jean Bousquet  – afferma il prof. Alberto Papi  dell’Università degli Studi di Ferrara – è la sua capacità di fare e generare ricerca nell’ambito delle patologie allergiche e dell’asma bronchiale in particolare, e la sua capacità di stimolare ed avviare alla ricerca una generazione di giovani ricercatori provenienti da tutto il mondo”.

L’aspetto più caratteristico della personalità del prof. Drazen che giustifica la proposta di attribuzione della laurea ad honorem – ha sottolineato il prof. Leonardo Fabbri dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – è la sua capacità non solo di fare ricerca nel campo della fisiologia e della fisiopatologia polmonare, ma anche la sua capacità di divulgare i risultati della ricerca attraverso una  intensa attività editoriale e la capacità di stimolare ed avviare alla ricerca una generazione di giovani ricercatori provenienti da tutto il mondo”.

L’evento dell’Università degli Studi di Ferrara si inserisce nell’ambito del convegno“2013 International post-graduate course on respiratory and cardiovascular diseases”, meeting scientifico internazionale che si svolge a Modena fino al 23 novembre.

JEAN BOUSQUET: Il prof. Jean Bousquet è Ordinario di Pulmonary Medicine dell’Università di Montpellier (F) e Direttore della INSERM Unit di “Immunopathology of asthma”, è attualmente Chairman dell’organo dell’OMS “Global Alliance against chronic Respiratory Diseases (GARD)” che è stato chiamato a presiedere sin dal momento della sua istituzione, nel 2005. E’ stato Chairman del Board OMS/NIH “Global Initiative for Asthma (GINA)” che elabora le linee guida internazionali per la diagnosi ed il trattamento dell’asma, ed è Chairman del Board “ARIA, Allergic Rhinitis and its impact on asthma” che elabora le linee guida per la diagnosi ed il trattamento della rinite. Il peso dei contributi portati dal Prof. Bousquet nel campo della Pneumologia è testimoniato dalla qualità e quantità dei Suoi lavori: oltre 500 lavori originali, pubblicati sulle più prestigiose riviste mediche e di oltre 190 editoriali e capitoli di libro. Il numero totale di citazioni dei suoi lavori è di poco inferiore a 10.000. Il Prof. Bousquet è stato insignito di numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali la Laurea ad honorem dell’Università di Gent (B), l’honorary membership della German Society of Allergology, dell’Argentinian Society of Allergology and Clinical Immunolgy, della Hungarian Society of Allergology, l’honorary felloship dell’America College of Allergist, Asthma and Immunology, la Gold Medal dell’University of Gent, la Gold Medal Apimondia, la Paul Ehrlich Medal Award, l’Henry Slide Clinical Award, la Sadoul Lecture da parte dell’ERS nel 2001, la Harold Nelsen Lectureship dell’AAAI nel 2001.

JEFFREY M. DRAZEN: Nato a S. Louis (Missouri – USA) il 19 maggio 1946 ha iniziato la sua carriera universitaria come ricercatore, prima, e come Professore, poi, presso la prestigiosa Università di Harvard. Nel 1977 assume la carica di Assistente; nel 1980 di Associato e, infine, di Professore Ordinario di Medicina alla Harvard Medical School e nel 1995 di Fisiologia presso la Harvard School of Public Health. Sempre da quell’anno assolve le funzioni di Direttore della Divisione di Medicina Toracica presso l’Ospedale Brigham and Women’s. Dal 1999 ha assunto la Direzione Editoriale del New England Journal of Medcine, incarico che continua svolgere ininterrottamente da allora a tempo pieno. Il peso dei contributi portati dal prof. Drazen nel campo della fisiopatologia respiratoria è testimoniato dalla qualità e quantità dei suoi lavori: oltre 400 lavori originali, pubblicati sulle riviste più prestigiose del settore e di oltre 50 editoriali e/o capitoli di libro. Per la sua attività è stato insignito di numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali la prestigiosa Amberson Lecture (ATS, Chicago) nel 1988, la laurea honoris causa in Medicina e Chirurgia dall’Università degli Studi di Ferrara nel 2002 e la President’s Lecture (ATS, San Diego) nel 2009.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy