• Google+
  • Commenta
23 novembre 2013

All’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia giornata del patrimonio culturale accademico

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA – Giornata del patrimonio culturale accademico all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Durante la Giornata del patrimonio culturale accademico l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia proporrà a tutti gli interessati due conferenze dedicate alle tecnologie multimediali per la diffusione dei patrimoni museali e alla storia della facoltà medica modenese.

Organizzata anche una visita guidata presso il Museo civico archeologico alla scoperta del recente ritrovamento dei cosiddetti  Amanti di Modena. Le iniziative sabato 23 novembre 2013.

Per celebrare la Giornata del patrimonio culturale accademico, l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, nell’ambito del Master in catalogazione e accessibilità del patrimonio culturale, propone due incontri pubblici e una visita guidata aperta a tutti gli interessati. Le iniziative,  programmate per la mattina di sabato 23 novembre a partire dalle ore 10.00, coordinate dalla prof. ssa Elena Corradini, docente di Museologia presso l’Università degli studi Modena e Reggio Emilia, si terranno presso lo spazio eventi del Foro Boario (v. Bono da Nonantola, 2) a Modena.

Il primo appuntamento dal titolo “Le tecnologie multimediali per la conoscenza, il networking e la valorizzazione del patrimonio culturale scientifico: il ruolo della rete dei musei universitari” vedrà la relazione della prof.ssa Elena Corradini che presenterà le attività nell’ambito di un progetto di rete dei musei universitari, approvato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, e coordinato dalla stessa docente dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, che vede coinvolte strutture museali di tredici Università italiane.

Sarà il prof. Corrado Lavini, dirigente presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e docente presso l’Ateneo di Modena e Reggio Emilia, a tenere la seconda conferenza dal titolo “Dallo studio pubblico all’Università di Stato. La storia della Facoltà Medica Modenese dalle origini all’Unità d’Italia”, che consentirà di ripercorrere la storia e le figure di docenti che si sono succeduti sulla cattedra dell’insegnamento pubblico di Medicina, istituito a Modena nel 1329, centocinquant’anni dopo la fondazione dello Studio Pubblico col primo Corso di Diritto, avvenuta nel 1175.

A conclusione delle iniziative dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, alle ore 12.00, sarà possibile partecipare a alla visita guidata presso il Museo Civico Archeologico da Silvia Pellegrini, archeologa dello stesso Museo, lungo il percorso caratterizzato dal tema: “Una mostra mediatica. Percorso di valorizzazione degli amanti di Modena. Dalla scoperta all’esposizione. Mano nella mano. Reperti di un amore oltre la morte”.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy