• Google+
  • Commenta
29 novembre 2013

Decadenza Berlusconi: la fine di un’era Berlusconi fuori dal Senato

Dopo quasi 20 anni di dibattito pubblico sullo scontro pro o contro Berlusconi, mercoledì 27 novembre alle ore 17.43 l’assemblea di Palazzo Madama, al termine delle votazioni, ha dichiarato la decadenza del leader di Forza Italia.

Condanna Berlusconi

Berlusconi

Berlusconi non è più Senatore ed è stato condannato in via definitiva a quattro anni per frode fiscale.

Questa notizia sancisce, forse, la fine dell’epoca Berlusconiana. Un’epoca sviluppatasi a partire dal 1994 quando Silvio Berlusconi  fu il primo italiano ad uscire vincitore dalla competizione elettorale maggioritaria.

Quella Berlusconiana è stata definita, da alcuni, come un’epoca caratterizzata da poteri esecutivi sempre più forti ed elezione diretta dei capi che, con le loro strategie politiche, hanno dimostrato i profondi segni di una politica che ha fallito e tradito gli elettori negando loro ogni aspettativa futura.

Indubbiamente Berlusconi non sempre ha potuto esercitare il suo potere politico con relativa tranquillità a causa delle vicende giudiziarie che hanno accompagnato il suo percorso politico.

Berlusconi, maestro della comunicazione, ha progressivamente perso l’attrazione sugli uomini e le vicende fino a farsi travolgere dalle stesse avviandosi al suo destino di solitudine e alla sua decadenza politica.

Inizialmente, Berlusconi possedeva la dote dell’attrazione, in quanto i suoi messaggi erano diretti ed immediati, ma con il tempo la sua comunicazione è stata filtrata ed adulterata. Le masse, un tempo seguaci delle sue ideologie politiche, sono diventate a poco a poco spettatrici assistendo passivamente allo svolgersi dei fatti.

Berlusconi

Berlusconi

I suoi avversari politici hanno dichiarato che la propaganda di Berlusconi è sfociata, progressivamente, nel ridicolo e nella satira e non ha consentito di intervenire e correggere eventuali e pericolose fratture dell’Italia.

Berlusconi è stato accusato, per anni, dagli stessi di essere riuscito ad emozionare gli Italiani ed apparire vittima di traditori servendosi dei mass media e di ammaliare le folle e di muoverle in base alle sue personali esigenze.

Le qualità personali di Berlusconi sono riconosciute da tutti, così come le sue capacità comunicative ed abilità nel propagandare le sue idee e questo l’ha potuto fare soprattutto  attraverso la sua vasta cultura. Queste doti hanno consentito ad un uomo politicamente di diventare facilmente il punto di riferimento di un’Italia in crisi, di una popolazione scontenta ed in miseria e di un Parlamento debole.

Non sono sicura che la momentanea uscita di scena di Berlusconi segni davvero la fine di un’era perché, come ha dichiarato lo stesso Cavaliere, ha intenzione di continuare a guidare Forza Italia anche senza stare nelle aule parlamentari e anche dopo l’esito della “sentenza”, i vertici del partito chiedono di essere ricevuti da Napolitano al Quirinale per esaminare “il delicato momento”.

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Berlusconi : vittima o carnefice? Non spetta a noi giornalisti giudicare.

Del quasi ventennio di politica berlusconiana, per chi l’ha condivisa resteranno i numeri delle riforme fatte, alcune vittorie elettorali memorabili, l’abolizione dell’Ici (mantenuta nel 2008), il rapporto speciale con George W. Bush e Vladimir Putin e la continua campagna  di lotta condotta dagli avversari e dalla magistratura e dal rammarico per non avere ottenuto la riforma più delicata, quella della giustizia.

Per chi non ha mai amato Berlusconi, invece, questi 20 anni saranno ricordati soprattutto per il conflitto di interessi, battaglie contro un certo modo di intendere la tv, leggi e norme ad personam spuntate qua e là, e per i continui scandali  a sfondo criminale, mafioso, sessuale.

Due ritratti del tutto inconciliabili laddove i sostenitori del decaduto vorrebbero incidere la data della sua decadenza nella pietra mentre chi ama Berlusconi vorrebbe che questa data venga cancellata per aprire una nuova era Berlusconiana.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy