• Google+
  • Commenta
22 novembre 2013

Univda: Lezione aperta all’Univda “migrations, langues, identités”

Università della VALLE D’AOSTA – Lezione aperta all’Univda: “migrations, langues, identités”

Nell’ambito delle iniziative di internazionalizzazione dell’Univda – Université de la Vallée d’Aoste e nel contesto dell’insegnamento di Linguistica italiana della prof.ssa Luisa Revelli, il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali Univda propone per venerdì 29 novembre 2013 alle ore 9.30 presso la Sala Sant’Anselmo della sede di Strada Cappuccini 2A ad Aosta una lezione aperta dedicata al tema « migrations, langues, identités».

L’iniziativa dell’Univda si svolge nel quadro dell’Accord de Coopération tra Univda e il CIEBP (Centre d’Information sur l’Education Bilingue et Plurilingue) finalizzato a « renforcer les relations déjà engagées ayant pour objet la réalisation d’activités scientifiques intégrées qui visent à promouvoir le dialogue entre les chercheurs dans les domaines de la linguistique, de la sociolinguistique, de la dialectologie et de l’éducation plurilingue ».

I lavori saranno introdotti dalla docente francese Gabrielle Varro (Laboratoire Printemps, CNRS, UVSQ) e presieduti da Luisa Revelli Univda, con la partecipazione della regista Lisa Verdiani che presenterà la proiezione del suo film-documentario Casa Nostra (2012 – France) “Une histoire de famille, de langue, de racines”. Seguirà una tavola rotonda alla quale interverranno Federica Diémoz – Université de Neuchâtel, Gianmario Raimondi – Univda, Andrée Tabouret Keller – Presidente CIEBP – Université de Strasbourg,Tullio Telmon – Università degli Studi di Torino e Gabriella Vernetto – Sovraintendenza agli Studi – Assessorato Istruzione e Cultura Valle d’Aosta.

L’evento dell’Univda, destinato agli studenti dei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria e di Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo, è rivolto a tutti gli insegnanti in servizio presso le istituzioni scolastiche della Regione ed è aperto a tutta la popolazione.

Google+
© Riproduzione Riservata