• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2013

Uniud: fluidodinamica e sue applicazioni per l’ambiente e l’energia

La Primavera Araba a Uniud

Università degli Studi di UDINELa fluidodinamica e le sue applicazioni per l’ambiente e l’energia. Appuntamento giovedì 12 dicembre presso il polo scientifico dell’Uniud

Uniud

Uniud

Ciclo di seminari aperti a tutti gli interessati, organizzati dal Dottorato in Ingegneria energetica e ambientale dell’Uniud

Il Corso di dottorato di ricerca in Ingegneria energetica e ambientale dell’Uniud organizza, grazie alla collaborazione e al supporto del Cism – Centro internazionale di scienze meccaniche dell’Uniud, un ciclo di seminari dedicati alla fluidodinamica nelle sue possibili applicazioni energetiche e ambientali. I seminari, aperti a tutti gli interessati, porteranno nei prossimi mesi a Udine alcuni tra i maggiori esperti provenienti da università e centri di ricerca italiani ed europei. Il primo appuntamento, in programma giovedì 12 dicembre alle 11 presso la sala multimediale del Dipartimento di Matematica e Informatica del polo scientifico, in via delle Scienze 206 a Udine, ospiterà Elisabeth Guazzelli, rettore del Cism, docente dell’Università francese di Aix-Marseille e senior researcher al Cnrs, Centro nazionale della ricerca scientifica in Francia. Il seminario Uniud, intitolato Falling clouds of particles sarà introdotto da Alfredo Soldati, coordinatore del Corso di dottorato di ricerca dell’ateneo friulano.

Il ciclo di seminari Uniud permetterà una discussione ampia di tematiche e problemi relativi alla ricerca fondamentale e applicata. I diversi studiosi «faranno il punto – anticipa Cristian Marchioli, ricercatore di fluidodinamica dell’Ateneo di Udine e coordinatore dei seminari del corso di dottorato – sul ruolo della fluidodinamica sia nelle applicazioni energetiche, dalla combustione all’abbattimento degli inquinanti, dai sistemi di trasporto alla conversione, accumulo e distribuzione dell’energia, sia nelle applicazioni ambientali, come la sequestrazione dell’anidride carbonica atmosferica da parte di mari e oceani».

Tra gli altri, i prossimi relatori all’Uniud saranno: Paola Cinnella dell’Università ParisTECH e Università del Salento, Dan Henningson del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, Dieter Bothe del Politecnico di Darmstadt, Valeria Garbin dell’Imperial College di Londra, Stephane Vincent dell’Università di Bordeaux, Luigi Fraccarollo dell’Università di Trento e Luigi La Ragione del Politecnico di Bari.

Google+
© Riproduzione Riservata