• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2013

Università Cà Foscari di Venezia: Concorso Cambiamenti Climatici

Università Cà Foscari di VENEZIA – Iniziativa organizzata da Shylock – Centro Universitario Teatrale con Cà Foscari, Iccg, Edizioni Ambiente ed editoriale Comete

Cà Foscari

Cà Foscari

L’Umanità che scappa e lotta per la vita in E-Book i racconti sul clima del Futuro. Filippo Franzoi vincitore del concorso Cambiamenti Climatici, premiato da Carlo Carraro e Luca Mercalli. Tutti cafoscarini gli under 30 selezionati

Allontaneremo troppo la terra dal sole e l’umanità scapperà dal gelo trasferendosi in profondità, nel sottosuolo. E ancora: guerre per le risorse, formule magiche per far piovere a comando, bande di disperati pronti a tutto pur di sopravvivere in un mondo arido. Dove non può osare la scienza, si spingono gli scrittori del concorso “Cambiamenti Climatici – The Grand Challenge”, selezionati da una giuria di esperti e premiati oggi all’Università Cà Foscari Venezia.

Nelle viscere della terra porta “Anno sotterraneo 387”, racconto vincitore firmato da Filippo Franzoi, ventisettenne laureato in Economia proprio a Ca’ Foscari. Altri due testi di autori under 30 sono stati selezionati dalla giuria: “Chiamateli uomini” di Andrea Franceschin e “Voltare pagina” di Enrico Riccardo Orlando, entrambi cafoscarini. “Perché non siamo stati capaci di evitare tutto questo?” è la domanda chiave del testo premiato, ma anche l’interrogativo con cui si sono misurati gli altri scrittori, cercando di immaginare gli impatti del clima e dell’incapacità di affrontarne i cambiamenti.

«Il tema dei cambiamenti climatici coinvolge e coinvolgerà sempre di più la nostra vita – ha detto il rettore  Cà Foscari Carlo Carraro, introducendo l’evento -. Fenomeni estremi come quelli recenti che hanno colpito anche l’Italia risvegliano l’attenzione, ma il nostro intento è quello di far capire e conoscere i cambiamenti climatici con strumenti come letteratura e immagini. Significativo che l’Ipcc per la prima volta abbia usato un video per comunicare i risultati della ricerca».

Federico Rampini, in collegamento da New York ha sottolineato come «l’arte abbia sempre avuto una funzione pionieristica». «In un’ epoca di conoscenze scientifiche raffinate sul cambiamento climatico – ha detto – paradossalmente l’arte è passata in secondo piano, dopo filo conduttore degli anni Cinquanta, ad esempio con Calvino». Luca Mercalli, presidente della Società meteorologica italiana, ha proseguito in sala riprendendo proprio un passaggio di Italo Calvino e ha aggiunto: «Stupisce il tempo che abbiamo perso nell’affrontare ciò di cui si parlava già decenni fa, ma la fisica del mondo non ci aspetta».

Sono intervenuti all’evento i rappresentanti della giuria Marco Moro, direttore di Edizioni Ambiente, Paolo Virtuani, responsabile della redazione scienza e ambiente del corriere.it e il professor Carlo Barbante, direttore dell’IDPA-CNR, paleo climatologo, docente di Cà Foscari e anche blogger durante un viaggio studio in Antartide, nell’inverno scorso.

Il concorso è stato organizzato da Shylock Centro Universitario Teatrale di Venezia, con la collaborazione dell’università Ca’ Foscari e il patrocinio di Decennio ONU dell’educazione allo sviluppo sostenibile 2005-2014 – Commissione Nazionale Unesco. Ha portato alla pubblicazione della raccolta “Cambiamenti climatici – racconti 2013”, volume di dieci racconti selezionati dalla giuria, in formato e-book , con l’introduzione del Rettore Cà Foscari Carlo Carraro e la prefazione del giornalista Federico Rampini, realizzata da Edizioni Ambiente e curata da Bianca Nardon, presidente di Shylock.

Il progetto è stato realizzato con il supporto di Università Cà Foscari, ICCG International Center for the Climate Governance di Venezia, Edizioni Ambiente di Milano e del web magazine Comete. Hanno aderito il Centro Euro-Mediteranneo sui Cambiamenti Climatici (Cmcc), Wwf Italia, Legambiente, Isde Medici per l’Ambiente, Biblioteca Nazionale Marciana (Ministero Beni Artistici e Culturali).

Tutti i premiati della sezione scrittura

La giuria ha selezionato dieci racconti da pubblicare in una raccolta finale in forma di e-book a cura di Edizioni Ambiente, a diffusione libera. Il testo che ha avuto il maggior numero di preferenze della giuria e che risulta vincitore è  “Anno sotterraneo 387” di Filippo Franzoi. Gli organizzatori segnalano inoltre, tra i testi selezionati, tre opere di autori under 30 e neolaureati dell’Università Cà Foscari.

  • Anno sotterraneo 387 – Filippo Franzoi  – segnalazione under 30
  • Vi aspetto presto! – Pietro Chiappelloni
  • L’involuzione della specie – Pierluigi Tamborini
  • Chiamateli uomini – Andrea Franceschin – segnalazione under 30
  • Il genio di Martino – Giovanna Wanda Scuderi
  • Controcorrente – Chiara Cavalieri
  • Voltare pagina – Enrico Riccardo Orlando – segnalazione under 30
  • Fenomeni in attenuazione dal pomeriggio – Gigi dal Ponte
  • Segreto rovente – Maria Acconci
  • Insettopoli – Leandro Miglio
  • Sezione Web Gallery. Immagini e testi di massimo 140 caratteri (chiusa il 31 maggio 2013)

L’immagine vincitrice è Oceano o foresta? di Maria Emiliana Ricciardi, riprodotta sulla copertina del Report di sostenibilità annuale dell’Università Ca’ Foscari. Secondo classificato Atmosfera di Pietro Chiappelloni e terzo Le prime gemme in aprile di Graziella Atzori. Il testo vincitore è Vento d’estate di Marco Zanetti (testo: “C’è aria di cambiamento, ma non possiamo permetterci di cambiare aria”), riprodotto su una shopper realizzata da Ca’ Foscari sostenibile. L’elaborato riceve anche una segnalazione tra gli autori under 30. Secondo classificato Cambiamenti climatici di Pietro Chiappelloni e terzo classificato ex aequo Marchio di Alessandro Ortalda e Lettera dal futuro di Pietro Chiappelloni.

Sezione 4 immagine: Gli organizzatori comunicano una segnalazione per l’immagine “Quinta stagione” di Isabella Cacciabaudo, autrice under 30 e studentessa universitaria, iscritta al corso di laurea in Lingue, culture e società dell’Asia e dell’Africa Mediterranea dell’Università Cà Foscari. Le altre due immagini preselezionate dal comitato di redazione sono “Città sommerse” di Chiara Cavalieri e “I resti del tempo” di Silvia Guizzo.

La giuria

  • Luca Mercalli, presidente Società Meteorologica Italiana
  • Antonio Navarra, presidente Centro Euro-Mediterraneo Cambiamenti Climatici
  • Guglielmo Pepe, National Geographic Italia
  • Maria Torresani, Commissione Nazionale Italiana Unesco
  • Carlo Barbante, direttore IDPA-CNR, Università Cà Foscari
  • Chiara Mio, responsabile progetto sostenibilità Università Cà Foscari
  • Marco Moro, direttore Edizioni Ambiente
  • Syusy Blady,  Turisti per caso
  • Sveva Sagramola,  Geo & Geo
  • Francesca Folda, direttrice Focus
  • Paolo Virtuani, corriere.it scienza e ambiente
  • Franco Foresta Martin, corriere.it  Geo & Geo
  • Jacopo De Michelis.  Marsilio Editori
  • Marco Martuzzi, Programme Manager World Health Organization – European Centre for Environment and Health
  • Gaetano Capizzi, direttore Cinemambiente Torino
  • Serenella Iovino, Università di Torino ed EASLCE European Association for the Study of Literature, Culture and Environment
  • Anna Re, IULM, autrice di Americana Verde –  Edizioni Ambiente
  • Martina Marian, ICCG International Center for Climate Governance
  • Silvia Bertolin, ICCG International Center for Climate Governance
  • Mariagrazia Midulla, WWF Italia
  • Luigi Lazzaro, Legambiente
  • Roberto Romizi, presidente ISDE Italia – Medici per l’Ambiente
  • Maria Teresa Puliti, ISDE Italia – Medici per l’Ambiente
  • Ivana Faccioli, Radio RTL 102.500
Google+
© Riproduzione Riservata