• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2013

Università della Valle D’Aosta: Università per lo sviluppo del territorio

Università della VALLE D’AOSTA – L’Università per lo sviluppo del territorio: convegno all’Università della Valle D’Aosta

La circolazione delle posizioni contrattuali: Problematiche civilistiche e fiscali

Venerdì 13 dicembre 2013, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, si svolgerà nell’Aula Magna dell’Università della Valle D’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste, il terzo appuntamento del ciclo “L’Università per lo sviluppo del territorio”  dedicato a tematiche rilevanti per lo sviluppo del territorio con un approccio principalmente applicativo.

L’incontro, dal taglio seminariale, intitolato “La circolazione delle posizioni contrattuali: problematiche civilistiche e fiscali”, affronterà il tema dei trasferimenti delle posizioni contrattuali scaturenti da un contratto. Tali operazioni, incidendo su una struttura contrattuale preesistente, hanno l’effetto di produrre la successione di un soggetto nella posizione contrattuale di un altro soggetto. Da siffatte successioni scaturiscono alcune problematiche civilistiche e fiscali, che il seminario intende approfondire.

Porterà i saluti istituzionali il Direttore Generale dell’Università Franco Vietti, che parteciperà ai lavori in qualità di moderatore.

Le relazioni principali saranno illustrate da Roberto Calvo, ordinario di Diritto Privato presso l’Università della Valle D’Aosta insieme ad Alessandro Ciatti, ordinario di Diritto Privato dell’Università degli Studi di Torino e Guglielmo Fransoni, ordinario di Diritto Tributario dell’Università degli Studi di Foggia.

Gli altri interventi programmati saranno a cura di Giampaolo Marcoz, Notaio in Aosta e Roberto Franzè, ricercatore di Diritto Tributario presso l’Università della Valle D’Aosta.

Al termine dei contributi, si aprirà un momento di più ampia discussione tra i relatori e il pubblico in sala.

L’iniziativa è organizzata e curata dalla Direzione generale di Ateneo e dal Dipartimento di Scienze economiche e politiche e prevede il coinvolgimento dei principali attori del contesto socio-economico regionale (tra i quali Chambre, CNA, Confindustria, Consiglio notarile di Aosta, Ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Aosta, Ordine degli Avvocati della Valle d’Aosta).

Google+
© Riproduzione Riservata