• Google+
  • Commenta
14 febbraio 2014

Università di Sassari: borsa di studio in Cina per tre Studentesse

Iscrizioni corsi di laurea ad accesso programmato Università di Sassari

Università di Sassari – Borsa di studio in Cina per tre studentesse del Dipartimento di Scienze Umanistiche e Socialidell’Università di Sassari

Università di Sassari

Università di Sassari

L’Università di Sassari è stata premiata con tre delle cinquanta borse di studio messe a disposizione degli studenti universitari italiani dalla Direzione Generale per gli Affari Internazionali del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il contributo dell’Università di Sassari è finalizzato alla frequenza di corsi di lingua e letteratura cinese presso Atenei della Repubblica Popolare di Cina.

Le tre borse dell’Università di Sassari, del valore di duemila euro ciascuna, sono state assegnate per l’anno accademico 2013-2014 alle studentesse di lingua cinese Selene Domenica Sanna, Carla Carrucciu e Cristina Benefico, iscritte al primo anno della Laurea Magistrale in Lingue Moderne e Comunicazione Interculturale del Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali, diretto dal prof. Gavino Mariotti. Le borsiste avranno non solo la possibilità di frequentare corsi trimestrali di lingua e cultura cinese, ma anche di contribuire attivamente all’interscambio culturale negli Atenei che frequenteranno in Cina: durante la loro permanenza ricopriranno infatti il ruolo di assistenti di lingua italiana dei docenti locali.

Considerato il numero di borse disponibili in ambito nazionale, il risultato conseguito dalle studentesse dell’Università di Sassari è estremamente positivo.

Il Programma dell’Università di Sassari è stato organizzato in stretta collaborazione con il Ministero Cinese dell’Istruzione, per il tramite della propria Ambasciata a Roma, e rientra tra le iniziative di attuazione del Programma esecutivo  di cooperazione tra l’Italia e la Cina nel campo dell’istruzione per gli anni 2012-2015, con particolare riferimento al settore della diffusione della lingua italiana e cinese.

Google+
© Riproduzione Riservata