• Google+
  • Commenta
13 marzo 2014

Università di Udine: all’Uniud dal Dna alle Biotecnologie

Università di Udine – Dal Dna alle biotecnologie: iniziativa pilota di divulgazione della cultura scientifica. Da marzo a maggio, lezioni ai ragazzi dell’Università di Udine

Università di Udine

Università di Udine

Alla sua prima edizione, coinvolge gli studenti delle classi prime della Scuola media statale ‘Ellero’ di Udine

Un progetto pilota finalizzato alla divulgazione delle scienze biologiche e chimiche nella scuola secondaria di primo grado, con l’obiettivo di favorire l’avvicinamento dei giovani alla cultura scientifica.

È l’iniziativa, messa in campo dall’Università di Udine, che coinvolge gli studenti delle prime classi della Scuola media statale ‘Giuseppe Ellero’ di Udine. «L’iniziativa – spiega Gianluca Tell, coordinatore del corso di laurea in Biotecnologie ddell’Università di Udine e promotore dell’iniziativa con la professoressa Lucia Peressini della ‘Ellero’ – incarna perfettamente una delle missioni più importanti dell’Università, ossia la divulgazione della conoscenza». I ragazzi, in particolare, parteciperanno a lezioni divulgative su come l’informazione genetica contenuta nel DNA viene utilizzata negli esseri viventi, sul significato che essa ha assunto durante l’evoluzione degli esseri viventi sulla Terra, e su come le moderne scienze studiano questi aspetti per scopi applicativi come le biotecnologie.

I primi due appuntamenti – destinati soltanto ai partecipanti all’iniziativa – si terranno sabato 15 e sabato 22 marzo nella sala ‘Gusmani’ di palazzo Antonini, in via Petracco 8 a Udine. Nelle due mattinate, Angelo Vianello e Franco Quadrifoglio, docenti del corso di laurea in Biotecnologie dell’Università di Udine, presenteranno rispettivamente “La più bella storia al mondo: l’origine e l’evoluzione della vita” e “La chimica nel DNA, l’evoluzione e le biotecnologie”. Seguirà il “Chem show – lo spettacolo della chimica!”, una coinvolgente lezione interattiva a cura di Claudio Tavagnacco, dicente di chimica dell’Università di Trieste, con il gruppo Alchymia di Udine.

L’iniziativa si concluderà, quindi, a maggio, con un’esperienza didattico-sperimentale presso il Laboratorio didattico di biotecnologie dell’Università di Udine, con i docenti Carlo Vascotto, Paolo Strazzolini e Gianluca Tell, che permetterà ai ragazzi di entrare in contatto con le tecniche biotecnologiche utilizzate per lo studio delle cellule umane a livello molecolare e di mettere in pratica tecniche, utilizzate nel Laboratorio biomolecolare del corso di laurea in Biotecnologie dell’Università di Udine, per lo studio dell’analisi del DNA e delle proteine.


© Riproduzione Riservata