• Google+
  • Commenta
13 maggio 2014

A Unito Bambine e Bambini, un giorno all’università

Università degli Studi di Torino – Bambine e bambini. Un giorno all’Università

Domani martedì 13 maggio 2014, ore 9:30, nell’Aula Magna del Rettorato dell’Unito (via Verdi 8 e via Po 17), si inaugura la seconda edizione di Bambine e Bambini.

Un giorno all’Università: il Rettore dell’Unito Gianmaria Ajani accoglierà gli studenti, insieme con l’Assessora all’Istruzione della Città di Torino Mariagrazia Pellerino e il Prorettore Elisabetta Barberis.

Il progetto è promosso dalla Città di Torino con l’Unito, il Politecnico, il Conservatorio Statale “Giuseppe Verdi”, IAAD – Istituto d’Arte e Design Applicati e l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino e in collaborazione con il Centro Interuniversitario Agorà Scienza, per avvicinare i piccoli allievi delle scuole primarie cittadine al mondo della ricerca scientifica e tecnologica.

Il percorso proposto dall’Unito conta 28 attività proposte da 13 diversi Dipartimenti dell’Ateneo.

Le bambine e i bambini che parteciperanno alla giornata di inaugurazione all’Unito, oltre 180, saranno poi intrattenuti da uno spettacolo curato dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus. Una performance divertente in cui i giovani attori dialogheranno con i ragazzi e metteranno in scena il dialogo tra molti personaggi: dallo studente al professore, dal laureato in materie scientifiche al letterato. Uno spaccato dell’Università, visto con gli occhi dei bambini, che invita ad affrontare in maniera positiva lo studio e l’acquisizione della conoscenza, in funzione di un futuro colorato!

Il percorso proseguirà la settimana successiva, dal 19 al 23 maggio: le sedi dell’Unito ospiteranno circa 800 studenti delle scuole primarie torinesi e i loro insegnanti.

I giovanissimi studenti saranno accolti all’Unito in modo informale da docenti e ricercatori universitari nelle aule e nei laboratori degli Atenei torinesi e saranno coinvolti in esperienze laboratoriali e di “scoperta” dell’Università e dell’Alta Formazione quali centri di sapere e di produzione di cultura. L’obiettivo è costruire un immaginario di accessibilità all’alta formazione in condizioni di pari opportunità.

13 tra Dipartimenti, Musei e Archivi dell’Unito e Istituti di Ricerca hanno risposto alla call lanciata dal Centro interuniversitario Agorà Scienza, cha ha coordinato l’iniziativa per l’Unito, per un totale di 28 attività proposte: il Dipartimento di Studi Umanistici, il Centro Interstrutture di Servizi Informatici – CISI, il Dipartimento di Giurisprudenza, il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, l’Orto Botanico, il Dipartimento di Scienze della Terra, il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari, il Dipartimento di Chimica, il Dipartimento di Fisica e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ilDipartimento di Matematica, l’ASTUT – Archivio Scientifico e Tecnologico, il Dipartimento di Neuroscienze – Museo di Anatomia umana “Luigi Rolando” e Museo di Antropologia criminale “Cesare Lombroso” e l’INRIM – Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica.

Google+
© Riproduzione Riservata