• Google+
  • Commenta
21 novembre 2014

Hemingwrite, nuova vecchia macchina da scrivere: Funzioni Hemingwrite

Arriva, o meglio ritorna Hemingwrite, la macchina da scrivere del nostro tempo: ecco come funzioma e a cosa serve Hemingwrite

Hemingwrite

Hemingwrite

Scrivere richiede sempre una grande concentrazione, concentrazione difficile da mantenere in un’epoca in cui basta un leggero movimento del dito o del cursore del mouse per passare dalla pagina di scrittura al mondo di internet, grande finestra su qualsiasi cosa e spesso fonte di continue distrazioni.

Questa è soltanto uno dei vantaggi della nuovissima Hemingwrite, la macchina da scrivere del nostro tempo.

Le potenzialità della nuova macchina da scrivere Hemingwrite

Attualmente è solo un prototipo, ma visto l’entusiasmo mostrato online da numerosissimi utenti, si sta già parlando di un arrivo imminente sul mercato. Sulla pagina facebook dei due ideatori di Hemingwrite è già possibile vedere l’evoluzione dell’aspetto della nuova macchina da scrivere.

Per quanto riguarda il lato visivo, si è preferito attenersi a quello classico,  conosciuto da tutti, privilegiato dagli amanti della scrittura e del mondo della letteratura in generale.

Eccetto che per due elementi che la rendono ancora più comoda: una maniglia che permette di portarla ovunque, viste le dimensioni ridotte, e lo schermo.

Hemingwrite macchina da scrivere Hemingwrite

Al centro della macchina da scrivere Hemingwrite, infatti, vi è un piccolo schermo pensato prendendo spunto dall’attuale tecnologia proposta con il dispositivo Kindle, l’E ink screen (e non a caso, sul sito ufficiale della Hemingwrite, si trova la definizione di “kindle per scrivere”): ciò consente la lettura di ebook, la possibilità di scrivere senza tener conto della luce esterna – lo schermo è programmato per evitare l’affaticamento degli occhi ed è retroilluminato e, ultimo ma non ultimo, ha ovviamente la possibilità di connessione a internet e di condivisione sulle app da collegare a dispositivi quali smartphone o computer. In tal modo, il cerchio è completo e si ha la possibilità di inviare quanto scritto via e-mail e proseguire nella diffusione o nella stampa.

Gli scrittori del web sono in fermento: continuano a chiedere su tutte le piattaforme disponibili incessantemente tempi e prezzo, informazioni che dovrebbero essere finalmente rese note all’inizio di dicembre, strategicamente in tempo per Natale.

Ambra Benvenuto 


© Riproduzione Riservata