• Google+
  • Commenta
27 Marzo 2019

Primer e correttore non sono la stessa cosa: quali scegliere e come si usano

Primer e correttore
Primer e correttore

Primer e correttore

Distinguiamo primer e correttore che non sono la stessa cosa: ecco a cosa servono e come si usano per il trucco del viso, come applicarli correttamente.

Consigli su quali correttori usare per coprire le occhiaie, come coprire i brufoli, correttore verde per  la couperose. Quali sono i correttori migliori.

Si sente  spesso  parlare di primer viso per preparare il viso al trucco, levigare la pelle o uniformare l’incarnato del viso, ma vediamo assieme quale scegliere e come applicarlo.

I correttori colorati, invece, sono un ottimo strumento che ci permette di minimizzare le imperfezioni.

Vediamo quale correttore usare per le occhiaie, qual’è il colore del correttore adatto per coprire i brufoli e la coupersone.

E’ fondamentale associare ad ogni colore una determinata funzione.

In questo articolo vedremo come Il primer viso è l’ingrediente segreto per avere la pelle levigata, la pelle zero imperfezioni, un viso di porcellana come quello delle bambole.

Vedremo la differenza tra primer e correttori e quali correttori usare per coprire gli inestetismi. Come coprire i brufoli, il correttore adatto a coprire le occhiaie e come minimizzare la couperose.

Ovviamente ti darò i miei consigli da make up artist per scegliere il primer viso migliore per la tua pelle e come scegliere il correttore giusto in base alle tue esigenze.

Primer viso: cos’è, a cosa serve e quale scegliere in base a viso e all’effetto desiderato

Primer e correttore non sono la stessa cosa

Trucchi

Il primer viso da un tocco magico al volto perché agisce in profondità sull’epidermide come un trattamento di bellezza e dona alla pelle un effetto naturale e levigato. E’ una base trucco ideale per donare al viso un aspetto sano, gradevole ed uniforme, correggendo eventuali imperfezioni e differenze di colore dell’incarnato. Esso ha tra i suoi pregi  principali  quello di favorire l’aderenza del make up. Andiamo a vedere per bene come sceglierlo in base al tipo di pelle e inestetismi.

Esistono tipi di primer che agiscono direttamente sulla grana dell’epidermide per illuminare oppure opacizzare. Quindi se hai la pelle secca o matura scegline uno a effetto levigante e riempitivo , per ottenere un effetto pelle di pesca. Nel caso hai la pelle mista/grassa scegli invece un primer mattificante che annulli le zone lucide (zona T) e contrasti l’eccesso di sebo. Se invece il tuo colorito appare spento per via di stress, fumo ecc, ti sarà utile una base illuminante per donare un effetto glow  al viso e maggiore freschezza.

Per correggere le discromie del viso, invece, esistono in commercio le basi tonalizzanti con filtranti ottici. Puoi usarne una di colore verde per correggere i rossori (couperose) oppure di colore viola per illuminare la pelle spenta e olivastra. Come si applica il primer viso? Va stesa semplicemente una piccola quantità come una crema e occorre farla asciugare completamente prima di procedere con eventuali correttori o direttamente col fondotinta.

Coprire brufoli con correttori colorati, quali usare: occhiaie e couperose

Nel mio primo articolo ti ho parlato del fondotinta e ti ho anticipato che a volte da solo il fondotinta non è sufficiente per coprire inestetismi come brufoli, coprire coupersose, oppure coprire le occhiaie più scure.

Per usare al meglio i correttori è necessaria qualche breve nozione sulla ruota cromatica. Come puoi notare, osservando l’immagine, al centro ci sono i 3 colori primari, rosso , giallo e blu, poi i colori secondari viola, arancio e verde  e cosi’ via. Nel make-up è importantissimo sapere che i colori complementari (opposti sulla ruota cromatica) si annullano. Se quindi osservi la ruota  noterai che il verde annulla il rosso, il viola annulla il giallo e così via. Ecco perché per coprire un occhiaia viola/blu si usa un correttore aranciato mentre per coprire una macchia rossa, ad esempio un brufolo, si usa il correttore verde e così via.

Ricapitolando quindi per ogni tipo di inestetismo esiste un correttore adatto. In commercio li trovi disponibili in ogni texture, liquidi, cremosi, compatti o in stick. Personalmente preferisco quelli compatti (in cialde) perché garantiscono una maggiore coprenza.

Colori trucchi primer e correttore

ruota cromatica

E’ fondamentale applicare una piccola quantità di prodotto, solo sulla zona da coprire, picchiettando col polpastrello oppure con un pennellino a setola sintetica, evitando di trascinarlo via e sfumando leggermente i bordi.

Quando utilizzi i correttori colorati, ad esempio il verde per coprire dei brufoli, non dimenticare di sovrapporre una piccola quantità di correttore beige (il più vicino possibile al tuo incarnato) altrimenti sembrerai una parente di «Shrek» !

Detto ciò, corri dalla tua beauty advisor di fiducia per farti consigliare il primer giusto e i correttori colorati che ti occorrono e divertiti a creare la tua base make-up perfetta!

Google+
© Riproduzione Riservata