• Google+
  • Commenta
1 Maggio 2019

Chi era Nostradamus: frasi, citazioni, aforismi e biografia

Immagini con frasi di Nostradamus
Immagini con frasi di Nostradamus

Immagini con frasi di Nostradamus

Ecco la biografia Nostradamus: chi era veramente l’astronomo e speziale francese, la sua vita, le più belle frasi e citazioni, aforismi famosi delle Profezie.

Curiosità e informazioni per scoprire la storia, citazioni e frasi di Nostradamus tratti da Le profezie, immagini con aforismi da condividere.

Considerato uno tra i più famosi e importanti scrittori di profezie della storia, l’astrologo le sue profezie sono ancora oggi usati come spunti narrativi in diversi film, libri, fumetti, videogiochi e canzoni (viene citato nel brano e nelle frasi di Rocco HuntL’occhio del massone).

Ecco una breve biografia di Nostradamus, per scoprire la sua vita e come nascono le sue profezie. Frasi celebri di Nostradamus e citazioni da condividere su Facebook e Instagram, aforismi famosi per capire chi era davvero l’astronomo francese.

Una delle maggiori fonti per le sue profezie fu il Mirabilis liber (1522), un testo anonimo che non ebbe molto successo perché era scritto in latino, con caratteri gotici e abbreviazioni difficili da capire. Fu uno dei primi a rielaborare queste profezie in lingua francese, a lui è attribuita paternità di tali predizioni.

Recenti studi affermano che gran parte delle sue profezie non sono altro che la parafrasi di elementi derivati dalla Bibbia, e integrati ad eventi storici.

Nonostante le sue predizioni siano esempi di chiaroveggenze retroattiva, ossia scritte in modo talmente tanto enigmatico che chiunque può interpretarle come meglio crede, molti credono nella loro attendibilità.

Dopo l’incendio della cattedrale di Notre-Dame, molti sono gli articoli comparsi in rete secondo i quali l’evento fosse già stato previsto dall’astronomo.

Le sue profezie sono continuamente monitorate, e oggi gli studiosi svelano alcune profezie del 2019, che vedranno coinvolta anche la nostra penisola. Ma chi era Nostradamus?

Chi Nostradamus: biografia, storia e le più belle frasi sulle profezie e previsioni dell’astronomo

Il vero nome di Nostradamus è Michel de Nostredame, nasce Saint-Rémy-de-Provence il 14 dicembre 1503. A quindici anni entra all’università di Avignone per conseguire il baccalaureato. Lì studia matematica, retorica, astronomia e astrologia. A causa della peste l’università chiuse, e, stando al racconto tradizionale, egli viaggiò per otto anni alla ricerca di erbe che potessero fungere da rimedi alla peste.

Nel 1529 entra all’Università di Montpellier, ma viene espulso a causa del suo passato da speziale. Ad Agen sposa una donna (1531) dalla quale ebbe due figli. A dieci anni dalla loro morte sposa Anne Ponsarde (1547), dalla quale ebbe tre figli e tre figlie.

Nel 1550 scrive il primo almanacco, seguito da un secondo. In totale contenevano 6.338 profezie. Nel 1555 esce il libro Les Propheties, una raccolta di quartine (942), che formano le predizioni per le quali oggi è conosciuto. Nel suo libro afferma che le sue predizioni si dilatano fino al 3797, anche se la data non è indicata come fine del mondo.

Per timore di essere perseguitato per eresia dall’Inquisizione e dai fanatismi religiosi, rese i suoi versi enigmatici. Utilizzò giochi di parole e varie lingue insieme, come il provenzale, il greco, il latino, l’italiano, l’ebraico e l’arabo. Molti nobili, tra cui Caterina de’ Medici, erano suoi grandi ammiratori. La regina Caterina poco prima della morte di Nostradamus (1566),De me lo nominò consigliere e medico del re Enrico III Valois.

Nel 1566 la sua gotta si tramutò in idropisia. Secondo la tradizione, una notte di luglio disse di voler trascorrere l’ultima notte da solo. Quando il suo segretario Chavigny lo congedò con un “E domani, Signore?”, egli rispose “Non mi troverai vivo all’alba”. La mattina successiva Chavigny trovò il corpo dell’astronomo che giaceva al suolo.

Oggi la salma si trova nella Collégiale Saint-Laurent, a Salon-de-Provence.

Frasi tratte dalle profezie, aforismi e citazioni famose di presagi

Raccolta delle profezie che si sono già avverate, immagini con citazioni famose di Nostradamus e delle profezie. Frasi e aforismi da condividere su Facebook e Twitter.

  • Borgo e Città saranno nel più grande dissidio,Carcassonne, Narbonne avranno il cuore  provato. (1950, Guerre di religione in Francia)
  • Al terzo mese levandosi il Sole, Cinghiale, leopardo al campo di Marte per combattere. Leopardo lascia al cielo estendere suo sguardo, un’aquila attorno al sole vede divertirsi. (1815, Battaglia di Waterloo)
  • Perduto, trovato, nascosto da sì lungo secolo. Sarà pastore (come) mezzo Dio onorato, prima che la luna compia il suo grande ciclo da altri vecchi sarà disonorato. (1881, Louis Pasteur)
  • Il grande fulmine cade nell’ora diurna, il male è predetto da un portatore di petizione: il seguente presagio cade nell’ora notturna, conflitti, Reims, Londra, Etrusco pestifero. (1968, Assassinio di Robert Kennedy)
  • Tanti anni in Gallia le guerre dureranno. Oltre il corso del monarca Castigliano: una vittoria incerta i tre grandi coroneranno Aquila, Gallo, Luna, Leone, Sole nel marchio. (1701-1714, guerra di successione in Spagna)
  • Il leone giovane il vecchio sormonterà, in campo bellico a singolar duello, dentro la gabbia d’oro gli occhi gli bucherà: due tumulti uno, poi morire, morte crudele. (1559, morte di Enrico II)
  • In breve saranno di ritorno i sacrifici, i trasgressori saranno messi al martirio: non vi saranno più monaci abati e novizi: il miele sarà molto più caro della cera. (1789, Rivoluzione Francese)
  • Capi di Ariete, Giove e Saturno, Dio eterno quali cambiamenti! Poi dopo un lungo secolo tornano i maligni tempi, Francia e Italia quante emozioni! (1939, Seconda guerra mondiale)

Le più belle frasi di Nostradamus, profezie e previsioni famose

Profezie e previsioni dalle quali sono state tratte frasi di Nostradamus: chi era lo scopriamo nelle sue stesse citazioni. Immagini con aforismi da condividere su Facebook.

  • Il movimento dei sensi, cuore, piedi e mani saranno d’accordo. Napoli, Leone, Sicilia spade, fuochi, acque: poi nobili Romani. Sprofondati, uccisi, morti per cervello malato.
  • Venti anni del regno della Luna passati. Settemila anni un altro reggerà la monarchia: quando il sole riprenderà i suoi giorni lasciati. Allora si compirà la mia profezia. (Inizio del millennio di pace 20 anni dopo il 2004)
  • Per quaranta anni l’arcobaleno non apparirà, per quaranta anni tutti i giorni sarà visto: la terra arida crescerà in siccità, e grandi diluvi quando sarà scorto.
  • Dal lago Lemano i sermoni creeranno ira. I giorni saranno ridotti dalle settimane, poi mesi, poi anni, poi tutti falliranno. I Magistrati condanneranno le loro leggi vane. (Oggi, i colloqui di Ginevra sul disarmo)
  • A città nuova pensoso per condannare, l’uccello da preda al cielo si viene a offrire:
    dopo la vittoria perdona i prigionieri, Cremona e Mantova grandi mali avrà sofferto.
  • La nave straniera dal tormento marino, accosterà presso un porto sconosciuto, nonostante segni di ramo di palma. Dopo morte, saccheggio: buon consiglio tardi arrivato.
  • Nelle vicinanze d’ Aux, Lectore e Miranda grande fuoco dal cielo per tre notti cadrà: causa giungerà ben stupenda e mirabile. Ben poco dopo la terra tremerà. (Futuro, un Ufo precipita in Francia)
  • Settario di sette gran danno al delatore, bestia nel teatro, dirigerà il gioco di scena, del fatto antico nobilitato l’inventore. Dalle sette, il mondo confuso e scismatico. (Oggi, proliferazione delle sette religiose)
Google+
© Riproduzione Riservata