Come igienizzare le mani: lavarsi bene e quali disinfettanti usare

Carmela Sansone 18 Maggio 2020

Consigli per come disinfettare, igienizzare le mani di bambini e adulti bene e correttamente: il metodo giusto per lavarsi a casa, e fuori, quali disinfettanti è meglio scegliere e usare.

Il lavaggio e la cura dell’igiene delle mani è fondamentale sempre, e soprattutto in questa fase storica. In molti si chiedono “come lavare bene le mani per non correre rischi?”, “come disinfettare le mani ai bambini e qual è il metodo migliore da usare con i più piccoli?”. In questi casi, si sa, è necessario lasciare la parola all’esperta, la farmacista V. S., che ci aiuta a capire quali detergenti e disinfettanti scegliere e qual è il metodo migliore per insaponare le mani, e per quanto tempo. L’operazione di disinfezione delle mani va fatta spesso, quando si rientra a casa o quando si esce da qualsiasi luogo, prima di toccare qualsiasi cosa, compresa la mascherina. Se questo è facile da fare per gli adulti, lo è un po’ meno per i bambini.

Come igienizzare le mani ai bambini?Occorre insegnare loro piccoli, ma semplici passaggi. Non esistono prodotti specifici, perciò occorre buon senso nell’utilizzo degli stessi perché i bambini hanno una pelle più delicata degli adulti. Per loro sarebbe preferibile lavare le mani semplicemente con acqua corrente e sapone. Bisogna avere l’accortezza di sfregare le mani per almeno 60 secondi, partendo dal dorso fino al polso per poi proseguire su palmo, dita, spazi interdigitali e unghie“- specifica la farmacista.

E per gli adulti? Come disinfettare bene le mani? Vediamolo con le istruzioni su come lavare le mani correttamente per una buona igiene e pulizia, e tutti gli errori da non fare mai.

Come igienizzare le mani con disinfettate, quale utilizzare per bambini e adulti e come idratarsi

Iniziamo con il capire come disinfettare e detergere per bene le mani ed eliminare sporco, virus e batteri. Parola, ovviamente, all’esperta, la farmacista V.S.. “Per disinfettare e detergere le mani ed eliminare il virus eventualmente presente si può utilizzare il lavaggio con acqua e sapone per 40-60 secondi, avendo cura di strofinarle bene e in ogni parte: spazi fra le dita, dorso e palmo, unghie, senza dimenticare il polso, anch’esso generalmente esposto agli agenti esterni”. Quali sono, nel dettaglio, i passaggi da seguire per lavare bene le mani e non sbagliare? “Innanzitutto togliere eventuali anelli e bracciali. Questo perchè la pelle ospita maggiori quantità di microrganismi nelle zone coperte da anelli (ricordiamoci di lavare e disinfettare frequentemente anche quelli!).

Poi, bisogna bagnare le mani con l’acqua, preferibilmente corrente e passare quindi il sapone. Cerchiamo di scegliere sempre quello liquido: alcuni germi proliferano,infatti, anche sulle saponette! Insaponare le mani con cura;passare bene il sapone su tutte le superfici, sfregando con decisione, senza trascurare lo spazio tra le dita e sotto le unghie. In seguito, sciacquare abbondantemente.  Asciugare le mani con una salvietta pulita (fuori casa rigorosamente monouso) o con un asciugatore elettrico. E’ consigliabile utilizzare la salvietta per richiudere il rubinetto dell’acqua: in questo modo, i microrganismi che abbiamo lasciato sul rubinetto aprendolo non torneranno a depositarsi sulle tue mani”.

Come lavare le mani con detergente, quale utilizzare per disinfettarsi

Una volta capito come igienizzare bene le mani, è il momento di chiedersi quale disinfettante è meglio scegliere, per non sbagliare, se non si hanno a disposizione l’acqua e il sapone. Lo abbiamo chiesto, ancora una volta, alla nostra cara e gentile esperta.

Secondo gli ultimi aggiornamenti forniti dal ministero della Salute, i disinfettanti a base alcolica da usare allo scopo devono avere una percentuale di etanolo non inferiore al 70%. Anche se un gel contiene una percentuale di alcol sufficiente ad eliminare i virus, per disinfettare bene le mani bisogna usarlo nel modo giusto.”

“Il prodotto deve essere applicato sulla pelle asciutta, sfregando le mani per almeno 30-40 secondi ed eseguendo gli stessi movimenti del lavaggio con il sapone in modo da igienizzare tutte le parti: palmo, dorso, dita (punte comprese), pollici e polso. Il gel disinfettante, però, non è indicato per pulire mani sporche né per rimuovere sostanze chimiche. In ogni caso quando è possibile è meglio preferire acqua e sapone, mentre il gel è da usare solo fuori casa, in situazioni particolari, come quando  si è appena usciti dal supermercato. Se non si riesce a reperire l’igienizzante, si possono utilizzare prodotti di uso domestico a base di alcool, bicarbonato, aceto, acqua ossigenata”- Consiglia la dottoressa –

Quando vanno disinfettate le mani? “Le mani vanno disinfettate e igienizzate ogni volta che si entra ed esce da un luogo pubblico molto affollato come l’autobus, il bar o le poste. Attenzione però, anche il lavoro a causa del continuo contatto diretto con i colleghi può favorire il proliferarsi anche di un banale raffreddore. In questo caso è necessario usare il buon senso e pulirsi le mani prima e dopo tutte le situazioni che richiedono un contatto ravvicinato con gli altri. La cosa più importante quando non si hanno le mani pulite è evitare di toccarsi naso e bocca perché è da lì che avviene la maggior parte dei contagi. Se non si riesce a reperire l’igienizzante, si possono utilizzare prodotti di uso domestico a base di alcool, bicarbonato, aceto (dalle mille proprietà), acqua ossigenata“- conclude la farmacista -.

Istruzioni per come igienizzare le mani bene ed errori da evitare

Vediamo le istruzioni dettagliate di come igienizzare le mani con disinfettante o detergente, con gli errori da non fare:

  • Togliere eventuali anelli e bracciali (da lavare frequentemente), sotto cui si annidano i germi.
  • Bagnare le mani con l’acqua, preferibilmente corrente e passare quindi il sapone, meglio se liquido.
  • Strofinare bene e in ogni parte, senza trascurare gli spazi fra le dita, dorso e palmo, unghie e  polso
  • Sciacquare abbondantemente.
  • Asciugare le mani con una salvietta pulita (fuori casa rigorosamente monouso) o con un asciugatore elettrico. 
  • Usare la salvietta per richiudere il rubinetto dell’acqua.
  • Se non si hanno a disposizione acqua e sapone, utilizzare un disinfettante a base alcolica da usare allo scopo devono avere una percentuale di etanolo non inferiore al 70%. Applicare il prodotto sulla pelle asciutta, sfregando le mani per almeno 30-40, senza trascurare nessuna zona.

Quali sono gli errori da non fare? E’ sbagliato utilizzare, per lavare le mani, una saponetta, poichè potrebbe contenere germi. Altrettanto importante, è non trascurare nessuna zona delle mani, cercando di insaponarle totalmente e con cura per almeno un minuto. Nel caso in cui non si abbia a disposizione nessuna soluzione per disinfettarsi o lavarsi, è importante non toccarsi mai il viso, naso e bocca in particolare.

© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto