Spostamenti in moto nella fase 3 in due persone: come funziona

Mario Ragone 11 Giugno 2020

Come funzionano gli spostamenti in moto dalla fase 2 alla fase 3 post Covid: come viaggiare (in due o da soli) con motorino o motocicletta.

Dal 3 Giugno è iniziata la cosìdetta fase 3 che fa seguito all’emergenza Covid-19 ed alla fase 2 di ripresa del Paese. In tal senso anche gli spostamenti in moto in duo o da soli hanno regole da seguire. Viaggiare su due ruote (o in auto) ha subito variazioni legate al rispetto delle norme anti-contagio. Nella fase 3 gli spostamenti in scooter e motocicletta si adeguano ad obblighi di prevenzione e sicurezza. Cosa si può fare e cosa no? Quali le regole da seguire post lockdown? Quante persone a bordo del mezzo (in due o da soli)?

Andiamo per tanto ad esaminare una per una le sopracitate domande concentrando il focus su diversi elementi. Dunque, come spostarsi (ora anche tra regioni), uso della mascherina obbligatorio o meno e valutazione della prossimità.

Ciascuno dei suddetti punti sarà preso in considerazione sempre in ottica anti-contagio e diffusione del virus. Linee guida ed indicazioni utili per non incappare nelle sanzioni previste dal governo in caso di violazione delle regole di circolazione veicolare. Che si tratti infatti di due o quattro ruote ciò che conta è sempre il corretto comportamento personale.

Come funzionano gli spostamenti in moto o scooter nella fase 3 con passeggero a bordo

Vediamo allora come funzionano gli spostamenti in moto dalla fase 2 alla fase 3 post Covid-19. Cosa si può fare e cosa no, come viaggiare e quanti passeggeri a bordo di motociclette e motorini. Partendo dal primo elemento occorre dire che la libertà d’azione del cittadino a livello veicolare è sempre determinata dal rispetto delle norme anti-contagio. Così come accade per la circolazione pedonale, infatti, anche quando si usano auto o moto bisogna tener presente la normativa prevista dal governo con il DPCM del 17 Maggio.

Presenti all’interno del decreto, infatti, vi sono una serie di linee guida ed indicazioni utili per non incappare nelle sanzioni delle autorità. Onde evitare violazioni, quindi, nel caso dei viaggi in moto, scooter e motorino bisogna:

  • usare obbligatoriamente la mascherina
  • non portare passeggeri che non siano conviventi
  • viaggiare da soli o in due compatibilmente con i due vincoli sopracitati
  • utilizzare il casco (se integrale e con visiera abbassata permette anche di fare a meno della mascherina)

Tenendo fede a tali regole ci si può spostare tranquillamente su due ruote per tutto il territorio, data la recente rimozione della restrizione di circolare tra regioni. Una ritrovata libertà, dunque, anche per i rider, sebbene persistano ancora i DPI quali strumenti necessari per contenere la diffusione virale. I dispositivi di protezione individuale, infatti, consentono di sopperire alla mancata possibilità di assolvimento di compiti quali distanziamento sociale ed idonea prossimità.

Chi può viaggiare insieme su due ruote negli spostamenti nella fase 3

Spostiamo ora il focus su chi può viaggiare insieme sulla stessa moto con gli spostamenti della fase 3. La questione passeggeri, come detto, è strettamente vincolata allo stato di convivenza o meno di guidatore e persona trasportata. Nel caso, infatti, i due individui in questione siano conviventi, questi possono circolare in motocicletta o motorino con uso di mascherina. Al contrario, invece, a bordo vi deve essere una sola persona.

Come per le auto, quindi, anche per i mezzi a due ruote vige la normativa secondo cui la comune residenza fa da garanzia per evitare eventuali contagi a terze persone. Oltre questo motivo ce ne sarebbe un altro per cui è possibile girare in moto in due. Si tratta dei casi in cui il passeggero è un parente non dotato di patente. Ad ogni modo simili restrizioni sono dovute allo stretto contatto che si verifica quando si utilizzano i veicoli, per cui la distanza viene quasi sempre meno. Essendo però quest ultima fondamentale, forse anche più dell’uso degli stessi DPI, ecco che subentrano come fattore sostitutivo i divieti di circolazione con più passeggeri o le limitazioni di numero di questi ultimi.

Istruzioni per gli spostamenti in moto nella fase 3 in due con passeggero

Riepiloghiamo di seguito le istruzioni da seguire come linee guida per gli spostamenti in moto nella fase 3:

  • uso obbligatorio di mascherina
  • possibilità di trasportare un passeggero se convivente (o parente non dotato di patente)
  • in caso di utilizzo di casco integrale con visiera abbassata si può omettere la mascherina
  • viaggiare esclusivamente da soli qualora non si possa rispettare i vincoli sopra indicati
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto