Concorso ordinario scuola I e II grado: prove preselettive

Gabriella De Rosa 15 Settembre 2020

Ultime notizie sul concorso ordinario scuola I e II grado: quando e come si svolgeranno e indicazioni sulle prove preselettive, come prepararsi e cosa studiare.

Si ritorna tra i banchi dopo le incertezze e le complicazioni dovute al coronavirus. Il Ministero dell’Istruzione deve però dare risposte sui tantissimi posti promessi agli insegnanti. Vista la mole di domande al concorso ordinario per la scuola di I e II grado, saranno previste delle prove preselettive.

Dopo le voci che dicevano che il concorso sarebbe saltato, arriva la conferma del concorso per la scuola. A confermarlo è il presidente nazionale dell’Anief che però puntualizza la necessità di trovare soluzioni per stabilizzare i tantissimi precari. Rispetto ad un numero così esorbitante di supplenti, dice, è fondamentale prima confermare il personale precario.

Il numero di precari è sproporzionato rispetto a quelli da assumere, e ora ce ne saranno 250mila in più. Al momento sono stati assunti 70mila precari. Il concorso, secondo il sindacalista, deve essere lo strumento per assumere non per creare precariato.

Il Ministero non ha ancora diffuso le date per la prova preselettiva al concorso nè ha chiarito quali saranno le classi di concorso in cui sarà necessario superare questa prova.

Le prove preselettive saranno organizzate a livello regionale, divise per classi di concorso così come regola l’art. 7 del DD 499 del 24 aprile 2020.

Non essendo una data unica per tutte le regioni e tutte le classi di concorso, può capitare che sia prevista una prova in una regione e non in un’altra per la stessa classe di concorso. Questo dipende dal numero di iscritti al concorso per quella classe di concorso e quanti ne sono previsti dal bando. Il numero di partecipanti per classe di concorso è superiore a 250, quattro volte maggiore rispetto ai posti banditi dal Miur.

Prove preselettive per il concorso scuola con 60 domande: come funziona e come si svolgerà

Le modalità di svolgimento del concorso ordinario nella scuola di I e II grado e le caratteristiche della prova saranno simili alla maggior parte delle prove concorsuali ministeriali.

La prova è costituita da 60 domande e sarà fatta in maniera telematica e uguale per tutto il territorio nazionale. Le domande verteranno su quesiti di logica e comprensione del testo, conoscenza della lingua inglese e della normativa scolastica.

Infatti, saranno 20 domande per accertare le capacità logiche e 20 sulla comprensione del testo. 10 domande verteranno sulla normativa scolastica e 10 sulla conoscenza della lingua inglese, per accertare il livello B2 del Quadro comune Europeo di Riferimento per le lingue.

La prova si svolgerà in un tempo massimo di 60 minuti. I quesiti, inoltre, verrranno estratti da una banca dati che verrà pubblicata sul sito del Miur circa 20 giorni prima dall’avvio della prova preselettiva.

La prova preselettiva è atta a far scemare il numero di iscritti al concorso che una volta superata la preselettiva, saranno ancora tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione.

La valutazione della prova prevede 1 punto a ciascuna risposta esatta e 0 punti a ogni risposta errata o non data.

I candidati con disabilità saranno ammessi direttamente allo scritto senza svolgere la prova preselettiva, ai sensi dell’art. 20 comma 2bis della legge 104/92.

Sono inoltre vietati nella sede d’esame carta, libri, appunti, dizionari, testi di legge, calcolatrici e telefoni o altri strumenti che possano inficiare la veridicità della prova.

Prova preselettiva concorso scuola: come prepararsi

La prova preselettiva che permetterà di accedere al concorso ordinario per la scuola di I e II grado è stata confermata, anche se non sono ancora note le tempistiche.

Questa prova da sostenere sarà computer-based, ovvero, avverrà in modalità telematica e non cartacea. La prova verterà sugli argomenti relativi alla logica, comprensione del testo, normativa scolastica e lingua inglese.

La prova del concorso ordinario nella scuola di I e II grado sarà un questionario somministrato in 60 minuti con domande a risposta multipla che prevedono una sola risposta corretta.

La parte relativa alla verifica della conoscenza della normativa scolastica è chiarita dal DM 201/2020 ed è comune a tutte le classi di concorso. Principalmente gli argomenti trattati sono:

  • la Costituzione della Repubblica Italiana
  • la legge 107/2015 – ovvero la Legge sulla Buona scuola-;
  • il diritto-dovere all’istruzione e alla formazione;
  • gli ordinamenti didattici di primo e secondo ciclo;
  • la governance delle istituzioni scolastiche
  • lo stato giuridico del docente, contratto di lavoro (CCNL vigente, DM 850/2015
  • compiti e finalità di Invalsi e Indire
  • sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione
  • normativa generale per l’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali (BES)
© Riproduzione Riservata
avatar Gabriella De Rosa Sono una linguista specializzata in ambito giuridico. Sono appassionata di comunicazione e informazione. Ho unito i miei studi in lingue applicate alla comunicazione internazionale e la mia passione per l'ambito giuridico e politico, poiché credo fortemente in una partecipazione attiva del cittadino alla politica attraverso una comprensione del diritto e del linguaggio istituzionale. Rendere il linguaggio giuridico più chiaro è un dovere democratico. La mia formazione post-lauream mi ha portato ad uno stage negli uffici di Legal drafting e Affari Internazionali del Senato della Repubblica. Da lì ho approfondito i miei studi sul linguaggio politico e il fondamentale rapporto tra politica e comunicazione. Leggi tutto