Coronavirus a scuola: quasi tutte le regioni italiane colpite

Gabriella De Rosa 2 Ottobre 2020

Ultimi dati sul Coronavirus a scuola dicono che quasi tutte le regioni italiane sono state colpite, contati da Covid-19 in molte scuole ecco quali e dove.

Questo anno scolastico sembra non voler ripartire, tra scioperi e contagi la situazione sembra non essere sotto controllo. Dopo le varie difficoltà nel rispettare le misure di sicurezza e le elezioni molte scuola hanno riaperto in ritardo. Ma quest’anno sembra essere altalenante e sfalsato perchè molte già sono di nuovo chiuse a causa di casi di coronavirus.

Sono infatti già 117 le scuole chiuse e 825 quelle in cui è stato accertato almeno un caso di coronavirus. Questi numeri emergono da un database ideato da due studenti che hanno raccolto i dati dalla riapertura delle scuole.

Regioni con più contagi da Coronavirus a scuola: dove e quanti casi di Covid e isolamento ci sono

Il Coronavirus a scuola non ha colpito solo gli studenti più grandi come si potrebbe pensare ma anche i bambini delle scuole elementari, come il caso dell’alunno positivo a Pordenone.

Anche in Umbria è stata messa in isolamento una classe e i professori per il caso di un liceale positivo. Sono ben 43 i casi positivi nelle scuole milanesi e i dati relativi alla settimana scorsa registrano 771 persone in isolamento. I casi non sono cessati, infatti, sono stati segnalati 39 tamponi positivi di 35 alunni e 4 operatori scolastici e altrettanti 42 isolamenti.

Un altro caso di Covid-19 si registra nelle scuole medie del bresciano dove molte classi sono state messe in isolamento così come nel piemontese a causa di un caso positivo insieme a 15 docenti. Stesso discorso per altre due classi in Toscana, inclusa una scuola primaria. 

Nelle Marche una scuola dell’infanzia ha chiuso i battenti, come il conservatorio di Frosinone e le scuole primarie di Cassino. A Frosinone e Cassino infatti sono state messe in quarantena due classi liceali dopo aver riscontrato alunni e insegnanti positivi ai tamponi.

Campania regione con più contagi da Covid 19

Nuovi casi di Covid-19 stanno aumentando in tutto il paese ma la regione con il picco di contagi è la Campania. Il presidente della Regione De Luca ha infatti dato un ultimatum prima della chiusura totale della regione campana.

Si registrano nuovi contagiati di Coronavirus a scuola soprattutto nel napoletano. Il liceo Vittorio Emanuele II di Napoli è rimasto chiuso anche il 30 settembre per un’ulteriore sanificazione dopo che era stato registrato un caso positivo.

Altri tre casi di contagiati sono stati accertati in altre tre scuole napoletane tra cui una scuola materna. Il virus colpisce i bambini delle materne anche in Puglia insieme a elementari e medie, per questo motivo tre scuole del foggiano resteranno chiuse fino al 3 ottobre.

Tanti isolamenti e quarantene anche in Calabria, Sicilia e Sardegna a causa di alunni, docenti o personale scolastico positivi.

La Regione Campania è pronta ad effettuare gli screening di massa qualora gli istituti lo richiedano. Inoltre, tutto il personale scolastico tra docenti e operatori ha completato lo screening indetto dalla regione. Questa misura fa parte del piano “Scuola Sicura” per l’emergenza Covid.

Già 919 istituti campani hanno ottenuto il bonus di 3mila euro per acquistare i termoscanner. Il Presidente De Luca con i direttori generali dell’Asl e i componenti dell’unità di crisi hanno deciso per lo screening con i test rapidi.

Nuovi casi di Covid-19 nelle scuole: chiusure e picco di contagi

Il Ministero della Salute ha dato il via libera per 5 milioni di kit di test rapidi per velocizzare l’identificazione dei positivi e contrastare il Coronavirus a scuola. In questo modo sarà più veloce predisporre l’isolamento e sarà ridotto il rischio di contagio.

La scuola non è ripartita nemmeno da un mese e quelle che potevano essere solo paure si stanno verificando su tutto il territorio italiano. I timori di un aumento di contagi causati dalla permanenza in luoghi chiusi e affollati anche se distanziati è diventata realtà in molte scuole che hanno dovuto sospendere le lezioni e mettere in isolamento studenti e insegnanti.

I test rapidi dovrebbero contenere questi focolai sperando di fermare e non far diffondere il contagio. Sembra che questo anno scolastico faccia fatica a ripartire in vista anche dello sciopero di sabato 3 ottobre.

© Riproduzione Riservata
avatar Gabriella De Rosa Sono una linguista specializzata in ambito giuridico. Sono appassionata di comunicazione e informazione. Ho unito i miei studi in lingue applicate alla comunicazione internazionale e la mia passione per l'ambito giuridico e politico, poiché credo fortemente in una partecipazione attiva del cittadino alla politica attraverso una comprensione del diritto e del linguaggio istituzionale. Rendere il linguaggio giuridico più chiaro è un dovere democratico. La mia formazione post-lauream mi ha portato ad uno stage negli uffici di Legal drafting e Affari Internazionali del Senato della Repubblica. Da lì ho approfondito i miei studi sul linguaggio politico e il fondamentale rapporto tra politica e comunicazione. Leggi tutto