Lockdown totale in Italia: Conte deciderà nei prossimi giorni

Aniello Ianniello 11 Novembre 2020

Ultime notizie su un nuovo lockdown totale in Italia che potrebbe essere firmato dal presidente del consiglio Conte nei prossimi giorni: quando chiude tutto e quanto dura.

L’aumento dei contagi da Covid, porterà ad un nuovo lockdown in Italia. Un’ipotesi che l’esecutivo Conte e il CTS potrebbero prendere a breve, entro la fine della settimana. Il coronavirus in Italia dagli ultimi bollettini appare sempre più diffuso. Ed il rischio lockdown totale in Italia dal 15 novembre potrebbe presto trovare conferma ufficiale. Formalmente l’unico compito del governo è quello di limitare i contagi di Covid-19 nel paese e sostenere l’economia.

Ed il nuovo lockdown del 15 novembre potrebbe essere più morbido del precedente, seguendo lo stile francese. In generale, si dovrebbe superare la differenza di colore fra le zone e regioni d’Italia. In questo modo, tutta l’Italia diventa zona rossa, come il lockdown nazionale marzo.

I contagi di Coronavirus continuano a salire, nonostante i provvedimenti presi nelle scorse settimane. A calare in questi giorni è il tasso di positivi sul totale dei tamponi effettuati. Tutto il Paese è in attesa di sapere quando parla Conte, nella conferenza che annuncerà la chiusura totale del Paese, o meno. Per questa motivazione, il governo sta prendendo tempo per evitare una chiusura generale fino a Natale.

Nuovo lockdown totale in Italia: quando parla Conte, si chiude tutto e quanto dura la chiusura

Un nuovo lockdown in Italia sembrerebbe l’unica soluzione per contrastare l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus.

Per ora non ci sono notizie certe sulla data e la durata di una possibile chiusura totale di negozi, scuole e attività. Di sicuro è che il 15 Novembre sarà presa questa decisione. Qualora la curva dei contagi non dovesse invertire il proprio andamento, tutta l’Italia sarà zona rossa.

Il governo e il Comitato tecnico scientifico giornalmente analizzano i dati provenienti dalle regioni. Oggetto di attenzione non sono solo il numero di positivi giornalieri, sul totale dei tamponi svolti, ma anche le condizioni degli ospedali e l’occupazione dei letti in terapia intensiva. Ad oggi, i dati sembrerebbero confermare i modelli matematici che prevedono un cambiamento della curva pandemica nei prossimi giorni.

Per ora zone gialle, arancioni e rosse: come funzionano

Confermate per ora la creazione delle zone gialle, arancioni e rosse previste con l’emanazione del DPCM del 3 Novembre.

Nella zona rossa vengono applicate le misure più restrittive. Sono chiusi bar, ristoranti e negozi non essenziali. È vietato spostarsi da  un comune all’altro senza una valida motivazione che va autocertificata.  In tale zona rientrano la Lombardia, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Calabria e le province autonome di Trento e Bolzano.

Nella zona arancione, caratterizzate da una criticità moderata, i bar e i ristoranti sono chiusi. I negozi restano aperti fino all’orario di chiusura. È concesso spostarsi all’interno del proprio comune, ma è vietato lo spostamento in comuni diversi da quello di residenza o domicilio. In questa zona rientrano la Puglia, la Sicilia, la Liguria, la Toscana, l’Abruzzo, l’Umbria e la Bailicata.

Nella zona gialla sono in vigore le misure più morbide del DPCM di Novembre. Bar e ristoranti chiudono alle 18. Inoltre, è concesso lo spostamento verso comuni diversi, nonostante si raccomanda la popolazione di limitare le proprie uscite. I centri commerciali rimangono chiusi nei week end. Nella zona gialla rientrano il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, l’Emilia Romagna, le Marche, il Lazion, il Molise e la Campania, la Sardegna.

Perchè potrebbe esserci un nuovo lockdown in Italia?

Il governo Conte vuole evitare la totale chiusura dell’Italia. In un’intervista, il presidente del Consiglio ha dichiarato che il governo è al lavoro per evitare una chiusura totale. Inoltre, per il 2021 si è pronti a rinnovare i ristori per le attività costrette a fermarsi. Sul vaccino ha dichiarato che il piano di distribuzione sarà presto in Parlamento.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto