Lockdown in Francia: nuove restrizioni, cosa chiude e quanto dura

Aniello Ianniello 29 Ottobre 2020

Inizio nuovo lockdown in Francia: governo emana un nuove regole in seguito all'aumento dei contagi per contrastare l'avanzamento della seconda ondata del Covid.

È la Francia il paese più colpito dalla nuova ondata del Coronavirus oggi. Il premier francese Emmanuel Macron è costretto a ricorrere a nuove restrizioni e invocare un secondo lockdown totale per contrastare la diffusione della pandemia all’interno della nazione. Una scelta sofferta, che si ripercuoterà sulle fasce più deboli e sugli imprenditori francesi, già in affanno dopo il primo periodo di chiusura.

Durante il discorso alla nazione, il premier francese mostra le nuove misure restrittive aventi lo scopo di arginare il virus già da ottobre. La seconda ondata del Covid-19 in Francia, sembra anticipare quello che resto succederà in Germania e nel resto dell’Europa. In attesa che sia disponibile sul mercato un valido vaccino che possa proteggere le persone, il lockdown in Europa sembra inevitabile con il diffondersi della pandemia.

Dai dati attuali sui contagi Coronavirus, il trend dei contagi in Francia oggi è in aumento: oltre 30.000 persone sono risultate positive ai controlli effettuati, molti asintomatici.

Sono le grandi città a contenere il maggior numero di persone affette da Coronavirus, ma gli esperti francesi affermano che il virus è diffuso in tutto il paese.

Dopo il Lockdown in Francia si temono, come è già accaduto anche in Italia, disordini pubblici e scontri con le forze dell’ordine per protestare contro le nuove misure restrittive.

Nuovo lockdown in Francia: cosa chiude oltre a ristoranti, scuole e università e quanto dura

Dopo le nuove regole che dispongono il totale lockdown in Francia, Emmanuel Macron ha annunciato in conferenza stampa come funziona ora la vita e quanto dura il fermo.

La misura si rende necessaria in seguito al diffondersi del Coronavirus nel paese d’oltralpe e all’aumento esponenziale dei dati riferibili alla curva epidemiologica. La Francia risulta essere di nuovo allo sbando: molti cittadini fuggono dalle grandi città per ritornare presso le proprie famiglie. Coloro che decidono di rimanere in città corrono ai supermercati per fare scorta di cibo e beni di prima necessità.

Ma cosa chiude in Francia e quanto dura questo nuovo stato d’emergenza? Ci saranno limitazioni negli spostamenti, alle frontiere e allo sport? Saranno chiusi bar, ristoranti e negozi non essenziali. Per quanto riguarda l’istruzione resteranno aperti gli asili, le scuole elementari e i licei. Chiuse tutte le università, dove gli studenti continueranno le lezioni tramite la didattica a distanza. Rimarranno aperte le aziende agricole, le fabbriche e le imprese edilizie, in modo tale da non colpire l’ormai agonizzante settore industriale francese. È fortemente consigliati. dove sia possibile, permettere ai propri dipendenti di lavorare in smart working.

Inizio del totale lockdown in Francia oggi fissato alla mezzanotte, esattamente parte tra giovedì 29 ottobre e venerdì 30 e finisce il giorno 1 Dicembre. Il premier ha voluto rassicurare i suoi cittadini, informando loro che ci saranno dei tavoli tecnici con degli esperti che monitoreranno la situazione per allentare le restrizioni qualora ci fossero dei risultati ottimistici.

Quali sono le nuove regole della Francia contro il Covid

Oltre alle predette misure restrittive, tra le principali regole, lockdown in Francia prevede la chiusura di tutte le attività commerciali che risultano essere non indispensabili. Sono severamente vietate le riunioni private e gli assembramenti pubblici per evitare contagi da Coronavirus.

Singolare è la scelta di permettere le visite alle case di cura, purchè siano rispettati i protocolli di sicurezza anti Covid.

Inoltre, sarà permesso ai francesi di recarsi presso gli uffici pubblici per atti di assoluta urgenza e presso i cimiteri che resteranno aperti.

Le misure si spera possano allentare il numeri di contagiati Covid che intanto segnala ad oggi nuovi record in tutta Europa, tra gli altri la Germania.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto