Oroscopo Gemelli Dicembre 2020: mese faticoso ma fortunato

Daniela Saraco 4 Dicembre 2020

Previsioni oroscopo Gemelli dicembre 2020: scopri le previsioni su amore, lavoro, salute, soldi, amicizia e fortuna del tuo segno zodiacale per l’ultimo mese del 2020.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL GIORNO

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
leone
Leone
vergine
Vergine
bilancia
Bilancia
scorpione
Scorpione
sagittario
Sagittario
capricorno
Capricorno
acquario
Acquario
pesci
Pesci

I nati sotto questo segno zodiacale sono finalmente felici di salutare questo 2020 che non è stato molto benevolo. Cari amici dei Gemelli, puntate a recuperare un po’ della vostra vitale energia che sarà come sempre, uno dei vostri punti forti di questo nuovo anno. Riposate, quando potete, per ricaricare spirito e batterie! Siate prudenti, dunque, per non incorrere in disagi fisici. La stanchezza si farà sentire e dovete recuperare un po’ di tranquillità. Alcuni giorni saranno più faticosi e le tensioni potrebbero far scatenare reazioni non troppo piacevoli.

Anche se l’inizio mese non sarà eccellente, il mese proseguirà in modo ottimale. L’oroscopo Gemelli a Dicembre vi consiglia di sfruttare questo periodo di riposo per riorganizzare al meglio anche l’aspetto professionale. C’è bisogno di fare chiarezza. Avete troppi progetti, troppi pensieri, troppe idee. Con la calma riuscirete a decidere al meglio e ci saranno eventi positivi nella carriera e qualche entrata finanziaria in più amplierà le vostre aspettative. I Gemelli hanno idee straordinarie! Grazie al vostro intuito e alla vostra intelligenza, siete ottimi oratori. Non c’è argomento che non sapete trattare. Dunque, amici dei Gemelli sfruttate al meglio la dote della comunicazione e riposate il corpo dalle fatiche dell’ultimo anno per accogliere un futuro ricco di aspettative e novità!

Oroscopo Gemelli Dicembre 2020: mese fortunato, amore e sentimenti a gonfie vele

L’oroscopo Gemelli nel mese di Dicembre 2020 vi invita a giocare una carta a voi molto conosciuta: la passione. Qualsiasi rapporto voi stiate vivendo, sapete che la vostra tenacia vi porterà a rivedere le situazioni proprio in questo ultimo mese dell’anno. Le coppie con qualche problema troveranno il giusto equilibrio, solo se voi riuscirete a mantenere la calma. Ci saranno infatti tensioni per battibecchi familiari. Ma dovreste mantenere a bada le vostre emozioni per evitare polemiche.

Chi, invece, vive un rapporto stabile avrà da godere un mese passionale e sensuale. L’amore regnerà sovrano e potrete vivere un mese fantastico con molte situazioni di intimità, condivisione ed entusiasmo. Anche per i single, che stanno soffrendo a causa dell’isolamento, ci sarà qualche nuova conoscenza o contatto in vista. Vi ritroverete, così, a vedervi diversi, con maggiore fiducia nei sentimenti e nella vita.

Il vero segreto è mantenere un atteggiamento di ottimismo per affrontare disagi e conflitti. Si comincia la fine di un ciclo e pertanto l’inizio di un altro, completamente nuovo! Respirate l’emozione del cambiamento. Questo 2021 si prospetta favorevole, dunque non siate frettolosi e godetevi i momenti di volta in volta!

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto