Perché si festeggia la Befana: origini e significato Epifania

Aniello Ianniello 5 Gennaio 2021

Dai Re Magi alle calze di dolci per i bambini, perché si festeggia la Befana il 6 gennaio di ogni anno: origini, storia e significato della festa dell'Epifania.

L’Epifania in Italia si festeggia a suon di calze e carbone, distribuiti ad adulti e bambini da una vecchia signora che vola su una scopa. Simile ad una strega nell’immaginario comune, un po’ tutti sanno com’è la Befana e dove si festeggia per le strade, è possibile trovare tante vecchie dal naso bitorzoluto che distribuiscono dolciumi e caramelle. Eppure quanti sanno davvero dove vive la Befana, quanti anni ha e quando è lata la sua storia? Un personaggio tipico della tradizione italiana, che tutti dovremmo conoscere, eppure sulle sue origini e storia, non mancano dubbi e confusione.

Molte persone non sanno perché si festeggia la Befana e leggenda che ne racconta la storia. Forse perchè il significato di questa ricorrenza, come la festeggiamo in Italia, si tramanda attraverso una duplice versione. C’è quella che prova ad individuarne il significato autentico, rifacendosi agli antenati degli Italiani: gli Antichi Romani. E poi c’è la leggenda della Befana: quando è nato il culto della sua festa, lo spiega rifacendosi ai Re Magi, mescolando il senso religioso all’epifania alla tradizione sempre diffusa dei nostri Antichi Romani.

Ma proviamo a fare chiarezza, a spiegare perchè e dove si festeggia la Befana, indicando entrambe le versioni che provano a spiegare la nascita di questo fantasioso personaggio.

Perché si festeggia la Befana: da quando esiste questa festa e come è nata l’Epifania

La leggenda della Befana ha origini cristiane. Sulla strada per Betlemme, i Re Magi si persero e chiesero aiuto a un’anziana signora che molto gentilmente mostrò loro la strada e diede loro dolci e regali per portare loro Gesù Bambino. Tuttavia, quando l’hanno invitata a unirsi al viaggio, la signora ha rifiutato. In breve tempo si pentì e lasciò la sua casa cercando di trovare i Magi per unirsi al viaggio. Non trovandoli, iniziò a fermarsi in ogni casa, dando caramelle ai bambini nella speranza che uno di loro fosse il Bambino Gesù. Da allora la vecchietta gira il mondo facendo regali a tutti i ragazzi. Una favola che prova a spiegare perchè si festeggia la Befana il 6 gennaio. Ma proviamo ad andare più a fondo, ed a capire cosa rappresenta davvero la dolce vecchietta che distribuisce dolci e caramella.

Alcuni storici associano questa celebrazione al culto dell’agricoltura e ai cicli stagionali che gli antichi romani svolgevano. Nonostante sia sempre raffigurata come una strega, in realtà è un’anziana con la scopa, antico simbolo della purificazione delle case e anche delle anime. Così come la figura di Babbo Natale è associata a San Nicola, la Befana è intimamente legata a Santa Lucia, che offriva doni ai bambini.

Sono tanti i casi in cui la Chiesa ha provato a “cristianizzare” feste pagane degli Antichi Romani. E per capire perchè si festeggia la Befana, basta fare riferimento alla vera festa religiosa del 6 gennaio: l’Epifania.

Storia della Befana, origini e significato dell’Epifania

L’Epifania è una festa cristiana in cui si scambiano gli auguri, il cui termine deriva dal greco epifanio, ossia manifestazione. La manifestazione ha naturalmente carattere divino.

Se per i Romani durante le prime dodici notti dopo il solstizio invernale, delle donne volavano sui campi coltivati per un buon auspicio sui futuri raccolti. Per i Cristiani la dodicesima notte dopo Natale, il 6 gennaio, rappresenta la data in cui i Re Magi arrivano al cospetto di Gesù. Ed ecco spiegato perché si festeggia la Befana il 6 gennaio: una leggenda che ha radici pagane, che la Chiesa ha tentato di sostituire con l’adorazione dei Magi per Gesù Bambino.

Questa festa richiama la tradizione religiosa di Santa Lucia, che dispensava doni ai bambini. Un po’ come faceva San Nicola prima dell’avvento di Babbo Natale.

L’immagine della vecchietta non è quella di una bella donna, ma di una vecchina con pochi denti, il volto grinzoso e un naso prominente. L’aspetto da vecchia deriva da una raffigurazione simbolica dell’anno vecchio. Non a caso in molte città d’Italia e d’Europa si organizzano dei grandi falò. Con il falò dell’Epifania si bruciano i brutti ricordi dell’anno passato.

Dove si festeggia la Befana? La ricorrenza viene festeggiata il 6 gennaio in molti paesi. Tra questi: l’Italia, Austria, Croazia, Finlandia, Germania, Grecia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Polonia. I paesi a maggioranza cristiana ortodossa festeggiano il 19 gennaio.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto