• Alemanno
  • De Leo
  • Mazzone
  • Falco
  • Algeri
  • Bonetti
  • di Geso
  • Ward
  • Boschetti
  • Pasquino
  • Barnaba
  • Tassone
  • Paleari
  • Gelisio
  • Rossetto
  • Santaniello
  • Bruzzone
  • Baietti
  • Liguori
  • De Luca
  • Coniglio
  • Meoli
  • Casciello
  • Miraglia
  • Leone
  • Buzzatti
  • Dalia
  • Abete
  • Vellucci
  • Cacciatore
  • Romano
  • Del Sorbo
  • Crepet
  • Andreotti
  • Russo
  • Rinaldi
  • Scorza
  • Grassotti
  • Romano
  • Quaglia
  • Chelini
  • Catizone
  • Bonanni
  • Quarta
  • Gnudi

Erbe per dormire: quali sono e come usarle per l’insonnia

Bruna Esposto 22 Febbraio 2021

Elenco completo erbe per dormire: quali sono sono, a che cosa servono, come usarle, proprietà curative e come utilizzarle per realizzare delle tisane rilassanti per dormire.

Valeriana, camomilla e melissa sono alcune delle erbe per dormire meglio e profondamente. Rappresentano alcuni degli ingredienti più comuni nelle tisane per dormire già pronte che si possono acquistare in erboristeria o nei supermercati, potenti rimedi naturali contro l’insonnia e l’ansia. Le piante contenute nell’elenco delle erbe contro l’insonnia hanno proprietà rilassanti e sedative. Aiutano a riposarsi meglio, addormentarsi più velocemente e affrontare lo stress quotidiano aiutando il sistema immunitario.

Quando si parla di insonnia ci si riferisce ad un disturbo del sonno, e dei sonniferi naturali possono aiutare a contrastarlo. Quando si ha difficoltà ad addormentarsi, il risultato è un riposo insufficiente per recuperare le energie.

Le cause possono essere: stress, preoccupazioni e abitudini sbagliate. In altri casi può essere causata da patologie o dall’assunzione di farmaci. Riuscire a riposarsi correttamente è fondamentale per evitare tensioni, irritabilità e stress, che a lungo andare possono creare complicazioni al nostro sistema immunitario indebolendolo. Ciò rende l’organismo vulnerabile agli attacchi di patogeni. Inoltre è ormai dimostrato che riposare correttamente migliora l’apprendimento, la memoria, la capacità decisionale e persino la creatività, perché è proprio durante il sonno che il cervello memorizza. In letteratura esistono evidenze scientifiche che dimostrano che chi dorme con più regolarità è a minor rischio di malattie cardiache, diabete, ictus e obesità rispetto a chi, invece, soffre di insonnia.

Come curare l’insonnia da ansia? Esistono numerosissime erbe per dormire la notte, che aiutano a combattere l’insonnia, l’ansia e a contrastare gli stati di irrequietezza, la depressione e la stanchezza.

Vediamo insieme l’elenco completo delle piante per dormire e rilassarsi, a che cosa servono e come usarle.

Erbe per dormire: quali sono le erbe da usare nelle tisane per insonnia stanchezza, irritabilità e ansia

Insonnia, stanchezza, irritabilità e ansia ormai sono disturbi molto diffusi e sono quasi sempre generati dallo stress e ritmi di vita frenetici. Occorre rallentare il ritmo e aiutare l’organismo a ricaricarsi, in questo ci viene in aiuto la fitoterapia.

Esistono erbe per dormire e rilassarsi che aiutano a combattere l’ansia, stress e nervosismo. Possono essere utilizzate sotto forma di tisane contro l’insonnia, come tinture o olio essenziale da applicare su alcune zone del corpo. Ma dove è possibile acquistarle e come? Dipende dalla specie, ma si possono trovare fresche, secche e in polvere in qualsiasi erboristeria, sotto forma di infusi, decotti, tinture alcooliche o vinose, olii essenziali, integratori alimentari e capsule.

Come è stato più volte sottolineato, anche trattandosi di rimedi naturali esistono effetti collaterali e controindicazioni nell’uso fai da te delle erbe per dormire meglio. Un consumo eccessivo e prolungato può causare effetti indesiderati. Prima di utilizzare un rimedio naturale occorre consultare il proprio medico curante, specialmente in caso di malattie pregresse, assunzione di farmaci o integratori, in caso di gravidanza e allattamento, nei bambini, oppure in caso di allergia verso uno o più componenti che lo costituiscono. Le controindicazioni variano.

L’uso prolungato della valeriana può causare emicrania, insonnia, eccitabilità, bradicardia, aumento della pressione. Sconsigliata durante la gravidanza e l’allattamento,  nei bambini al di sotto dei sei anni. L’iperico può causare capogiri, costipazione, sensazione di avere lo stomaco pieno, secchezza delle fauci, irrequietezza, stanchezza, aumento della sensibilità alla luce e aumento di peso. La passiflora è considerata abbastanza sicura, tra gli effetti collaterali ci sono capogiri, confusione, difficoltà nei movimenti muscolari e di coordinazione, stato di coscienza alterato, infiammazione dei vasi sanguigni, nausea, vomito, sonnolenza, tachicardia e aritmie. Per la lavanda non ci sono particolari effetti collaterali, anche se l’olio essenziale può essere tossico in caso di sovradosaggio.

Come usare le piante nelle tisane contro l’insonnia

Qual è il miglior prodotto naturale per dormire e rilassarsi? In realtà non esiste uno in particolare, anzi, esistono tantissime erbe dalle proprietà sedative e rilassanti e l’uso sinergico di più di piante contenute nell’elenco, sicuramente le rendono più efficaci.

Biancospino, lavanda e passiflora sono utili erbe per dormire meglio e facilmente reperibili. Possono essere facilmente coltivati in vaso in appartamento o in giardino, non solo per le loro proprietà curative, ma anche per la bellezza dei loro fiori. Bere degli infusi a base di biancospino e passiflora aiuta a combattere l’insonnia e gli stati di angoscia

Le parti utilizzate dell’iperico sono le sommità fiorite, e vengono utilizzate per preparare degli estratti secchi. Deve essere assunto come estratto secco per almeno 2 settimane, prima di poter ottenere i primi risultati.

Se siete stressati e ansiosi a causa dei ritmi frenetici della vita quotidiana, una tisana rilassante è quello che fa al caso vostro. Per prepararla occorrono 50g di camomilla (capolini), 20g di biancospino (fiori), 20g di tiglio (fiori), 10g di arancio amaro (fiori). Un cucchiaio di questa miscela va lasciato infondere in una tazza di acqua bollente per 5 minuti.

Mentre se volete preparare una tisana per conciliare il sonno occorrono 40g di valeriana (radice), 15g di melissa (foglie), 20g di luppolo (coni), 15g di menta, 10g di scorza d’arancio. Un cucchiaio di questa miscela va lasciato infondere in una tazza di acqua bollente per 5 minuti.

Un’ottima tisana contro l’ansia è 25g di valeriana, 25g di passiflora in infusione con un litro di acqua bollente, lasciar riposare 10 minuti e filtrare.

Elenco erbe per dormire meglio e rilassarsi: quali sono

Quali sono le più importanti, le migliori erbe per dormire profondamente, rilassanti e per contrastare l’ansia?

  • Iperico: aumenta i livelli di serotonina, noradrenalina e dopamina, neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione del tono dell’umore e modula la secrezione di melatonina.
  • Lavanda: distende i nervi e aiutare a sconfiggere la depressione, il suo profumo ha effetti abbassamento della frequenza cardiaca nelle situazioni di alto stress. Contrasta gli stati d’irrequietezza, insonnia e nervosismo.
  • Biancospino: contiene tannini e i flavonoidi che agiscono a livello del sistema nervoso centrale. Ha azione sedativa in caso di nervosismo, riduce l’emotività, lo stato di tensione e migliora il sonno. grazie alla sua eccellente attività cardioprotettiva, riduce la pressione arteriosa.
  • Passiflora: contiene numerosi flavonoidi, alcuni dei quali si legano ai recettori cerebrali per le benzodiazepine (farmaci noti per la loro attività ansiolitica e sedativa), con un’azione calmante sul sistema nervoso centrale e sui centri del sonno. Stimola il sistema nervoso garantendo un’azione calmante e sedativa così potrete finalmente alleviare la tensione.
  • Camomilla: perfetta contro lo stress di tutti i giorni, attenua ansia e irritabilità, cura l’insonnia e altri disturbi del sonno. Utile anche in caso di cattiva digestione.
  • Valeriana: agisce sul sistema nervoso centrale, combatte l’insonnia, i disturbi del sonno e gli stati ansiosi. Utile anche per chi soffre di crampi.
  • Tiglio: Ha un effetto rilassante, sedativo e antispastico agendo direttamente sul sistema nervoso.
  • Melissa: utilizzata per contrastare stati d’ansia associati a somatizzazioni viscera. perfetta per alleviare il mal di testa ed è consigliata contro l’insonnia e l’eccessivo nervosismo. Ha proprietà sedative e antispastiche.
© Riproduzione Riservata
avatar Bruna Esposto Sono una naturalista con la passione per la scrittura.Nel 2015 ha deciso di aprire un blog che le permettesse di unire la passione per la natura e la fotografia con la sua esigenza di raccontare e raccontarsi.Dal 2017 grazie al suo blog e al suo profilo instagram ha lavorato come Influencer marketing e content creator collaborando con oltre 100 brand in tutto il mondo, realizzando per loro articoli e fotografie.Grazie ai contatti su instagram ha potuto collaborare con giornali online. Questa esperienza è stata fondamentale in quanto l’ha spronata a migliorarsi e ad approfondire le tematiche relative alla Seo, l’html e Wordpress. Leggi tutto