• Tassone
  • De Luca
  • Bonetti
  • Cocchi
  • Rossetto
  • Bonanni
  • Cacciatore
  • Quarta
  • Barnaba
  • Liguori
  • Ward
  • Andreotti
  • Santaniello
  • Romano
  • Gnudi
  • Crepet
  • Bruzzone
  • Ferrante
  • Romano
  • Casciello
  • Chelini
  • Scorza
  • Valorzi
  • Napolitani
  • di Geso
  • Coniglio
  • Rinaldi
  • Buzzatti
  • Miraglia
  • Carfagna
  • Pasquino
  • Falco
  • Boschetti
  • Gelisio
  • Mazzone
  • Dalia
  • Algeri
  • Baietti
  • Catizone
  • Alemanno
  • Meoli
  • Paleari
  • Grassotti
  • Leone
  • Quaglia
  • Califano
  • De Leo

Chi è Roberta Bruzzone: biografia, età, marito e figli della criminologa

Antonella Acernese 3 Maggio 2021
A. A.
28/07/2021

La migliore nel suo campo, psicologa forense e criminologa, chi è Roberta Bruzzone: biografia, età, altezza, origini, marito, figli, vita privata, curriculum e carriera.

Laureata in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Torino, si specializza a Genova  in Psicopatologia Forense e approfondisce gli studi in America, negli Stati Uniti.

Criminologa, psicologa forense, opinionista e personaggio televisivo. Tantissimi sono i casi di cronaca nera di cui si è occupata e che l’hanno resa famosa, presenziando in diversi programmi tv, come Porta a Porta e Quarto Grado, in qualità di ospite fissa. Conduce anche due programmi su Real Time Donne mortali e La scena del crimine.

Ricopre i ruoli di Presidente dell’Accademia Internazionale delle Scienze Forensi, di Direttore Scientifico e di Vicepresidente de “La Caramella Buona Onlus”.

Il suo carisma e le sue qualità la portano ad esperienze televisive varie come quella di giudice di Ballando con le Stelle, a partire dal 2017.

Acquisisce notorietà come consulente della difesa di Michele Misseri, nel delitto di Avetrana. Prima ancora è coinvolta come consulente anche nella strage di Erba. L’abbiamo sentita poi nel caso di Denise Pipitone.

Ma parlarci di lei non saranno solo i casi come quello di Piera Maggio e la figlia Denise Pipitone, Roberta Bruzzone chi è oggi, quanti anni ha, con chi è sposata, compagno e figli, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Roberta Bruzzone: biografia, età, altezza, marito, figli, e curriculum vitae della criminologa

Per scrivere una biografia e sapere chi è Roberta Bruzzone, Instagram, Facebook ed il suo curriculum vitae, ci saranno utili per scoprire innanzitutto età, altezza, vita privata, marito e figli della criminologa.

Nata a Finale Ligure il 1 Luglio 1973, sotto il segno zodiacale del Cancro. Della sua famiglia non si sa molto. Il padre è un poliziotto e sin da piccola cresce osservando il suo mestiere. Da lui sicuramente eredita la passione per il mistero e la grande curiosità. Ha due fratelli gemelli più piccoli, Andrea e Federica. In un aneddoto sulla sua infanzia ha raccontato che, a soli tre anni stava per affogarli mentre cercava di far loro il bagnetto, ma fortunatamente è intervenuta la nonna.

E’ molto legata alla nonna. Difatti racconta che il momento peggiore della sua vita è stata proprio la sua morte, avvenuta nel 2004.

La criminologa è alta 168 cm e pesa circa 62 kg. Lunghi capelli biondi, sorriso avvenente e sguardo intenso. E’ conosciuta per le sue qualità intellettuali ma anche per il suo fascino. Ha uno stile rock, non convenzionale, difatti spesso nelle sue apparizioni indossa giacche di pelle e abiti borchiati.

Il profilo Instagram di Roberta Bruzzone è abbastanza attivo. Seguita da circa 70 mila persone, pubblica soprattutto aggiornamenti sulle sue apparizioni televisive e su casi di cronaca di cui si sta occupando.

Sin da piccola mostra attenzione e curiosità nei confronti del mistero, dell’ignoto, tanto da affermare di essere attratta dai luoghi abbandonati. Al contrario dei suoi coetanei racconta che “invece che avere paura dell’uomo nero io lo andavo a cercare.” Vivace e ribelle, viene addirittura cacciata dalla scuola materna.

La sua indole la conduce su una strada ben precisa: quella dell’investigazione e del crimine. Si laurea in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Torino, si specializza a Genova   in Psicopatologia Forense e approfondisce gli studi in America, negli Stati Uniti.

E’ una donna molto passionale. Difatti vive di stimoli sempre nuovi e cerca esperienze adrenaliniche. Si spiega così la sua passione per le motociclette, ereditata da suo padre. La nonna le regala la sua prima moto a 12 anni. Ad oggi  possiede due ducati, una Diavel e uno Streetfighter 848.

Della sua vita privata sappiamo che è stata sposata, l’ex marito di Roberta Bruzzone è Massimiliano Cristiano, con il quale è stata legata dal 2011 al 2015. I due non hann avuto figli e sono rimasti in ottimi rapporti, tanto da pubblicare nel giorno del loro divorzio una foto insieme in cui brindano, scrivendo “Chiudere una storia importante in maniera civile si può”.

Nel giugno 2017 la criminologa si sposa con rito civile a Fregene, in spiaggia. L’attuale compagno è Massimo Marino, funzionario della Polizia di Stato che per due anni è stato impegnato in una missione all’ambasciata italiana di Kabul. Più volte ha rivendicato con forza   la scelta di non aver figli.

Dal caso Erba a Denise Pipitone, chi è Bruzzone criminologa

Molti la conoscono per apparizioni televisive varie e per averla vista impegnati in importanti casi come la strage di Erba, fino al caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone, Roberta Bruzzone, chi è oggi lo sappiamo soprattutto per la sua straordinaria carriera.

Dopo essersi laureata e specializzata in Psicologia e Psicopatologia Forense, inizia immediatamente una carriera in forte ascesa. Diviene consulente di Michele Misseri, nel delitto di Avetrana. Segue da vicino la strage di Erba. E’ poi impegnata nei tantissimi casi di cronaca nera italiana, mostrando acutezza e attenzione ad ogni dettaglio.

Per il suo carisma viene invitata a presenziare in numerosi programmi tv, come esperta criminologa. Dal 2008 è ospite fissa di Porta a Porta nell’ambito delle puntate dedicate alla cronaca nera.

E’ autrice e conduttrice della trasmissione La scena del crimine, andata in onda sulla rete locale GBR – Teleroma 56. Nonché conduttrice di Donne mortali, andata in onda per tre edizioni sull’emittente Real Time.

La criminologa tuttavia mostra poliedricità e versatilità, difatti a partire dal 2017 è invitata come opinionista nel programma Ballando con le Stelle, con il compito di tracciare i profili psicologici dei vip in gara e svelare quanto riuscisse a cogliere della loro personalità.

E’ docente di Psicologia Investigativa, Criminologia e Scienze Forensi presso l’Universita’ LUM Jean Monnet di Bari e del Master di I Livello in Criminologia Investigativa presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano.

E’ anche scrittrice di diverse opere: Chi è l’assassino. Diario di una criminologa; Segreti di famiglia. Il delitto di Sarah Scazzi. Le prove, i depistaggi e le lacrime di plastica; State of Florida vs Enrico Forti. Il grande abbaglio; con Emanuele Florindi pubblica Il lato oscuro dei social media. Nuovi scenari di rischio, nuovi predatori, nuove strategie di tutela; con Valentina Magrin Delitti allo specchio. I casi di Perugia e Garlasco a confronto oltre ogni ragionevole dubbio; infine nel 2018 esce Io non ci sto più. Consigli pratici per riconoscere un manipolatore affettivo e liberarsene.

Non solo criminologa, Roberta Bruzzone chi è cantante della RockRiders

Famosa non solo per essere criminologa, Roberta Bruzzone chi è oggi, lo sanno anche gli appassionati di musica Rock considerato che è la cantante della RockRiders Band, insieme al marito. Scopriamo come nasce questa nuova esperienza.

Nel 2020 fonda insieme al marito chitarrista la band, coinvolgendo un gruppo di amici appassionati di musica rock “vecchia scuola”. La musica ed il ritmo è forte ed intenso e punta l’attenzione sulla violenza nei confronti delle donne.

La donna è fortemente convinta che “la musica sia un potente strumento di comunicazione in grado di raggiungere i livelli più profondi delle emozioni e innescare cambiamenti positivi.”

Il nuovo singolo “È troppo tardi ormai” si colloca all’interno della campagna di prevenzione contro la violenza sulle donne, all’interno dell’iniziativa del 2018, chiamata “Io non ci sto più.”

Il testo, intenso e profondo è scritto dal marito. Racconta di un viaggio doloroso all’interno di una storia sbagliata e malevola, in cui non sono mancati i maltrattamenti fisici e psicologici. La protagonista del brano attraversa tutte le fasi critiche per prendere consapevolezza e arrivare, finalmente, a dire basta. Il messaggio è perentorio e preciso: il momento giusto per dire basta è adesso.”

Anagrafica Principale
Nata a Finale Ligure il 1 Luglio 1973, sotto il segno zodiacale del Cancro. Alta 168 cm e pesa circa 62 kg. Laureata in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Torino, si specializza a Genova  in Psicopatologia Forense e approfondisce gli studi in America, negli Stati Uniti. Tantissimi sono i casi di cronaca nera di cui si è occupata e che l'hanno resa famosa, presenziando in diversi programmi tv, come Porta a Porta e Quarto Grado, in qualità di ospite fissa. Conduce anche due programmi su Real Time Donne mortali e La scena del crimine.
Nome e CognomeRoberta Bruzzone
Data di nascita01/07/1973
Luogo di nascitaFinale Ligure
ProfessioneCriminologa, psicologa forense e opinionista
Anagrafica Principale
Nata a Finale Ligure il 1 Luglio 1973, sotto il segno zodiacale del Cancro. Alta 168 cm e pesa circa 62 kg. Laureata in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Torino, si specializza a Genova  in Psicopatologia Forense e approfondisce gli studi in America, negli Stati Uniti. Tantissimi sono i casi di cronaca nera di cui si è occupata e che l'hanno resa famosa, presenziando in diversi programmi tv, come Porta a Porta e Quarto Grado, in qualità di ospite fissa. Conduce anche due programmi su Real Time Donne mortali e La scena del crimine.
Nome e CognomeRoberta Bruzzone
Data di nascita01/07/1973
Luogo di nascitaFinale Ligure
ProfessioneCriminologa, psicologa forense e opinionista
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto