• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2014

Antropologia Visuale all’Università degli Studi di Sassari

Antropologia - Università degli Studi di Sassari


Università degli Studi di SASSARI – Antropologia visuale, nasce il Laboratorio universitario dedicato a Fiorenzo Serra all’Università degli Studi di Sassari

Antropologia - Università degli Studi di Sassari

Antropologia – Università degli Studi di Sassari

Dalla collaborazione tra l’Università degli Studi di Sassari e la Fondazione Umanitaria Sardegna nasce il Laboratorio di Antropologia Visuale “Fiorenzo Serra”, dedicato al noto regista sardo. Martedì 21 gennaio la Direttrice del Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della Formazione, Maria Margherita Satta, e il Direttore regionale della Fondazione Salvatore Figus hanno siglato una convenzione alla presenza del Rettore dell’Università degli Studi di Sassari Attilio Mastino e dell’assessore regionale alla Cultura e Pubblica Istruzione Sergio Milia.

La convenzione dell’Università degli Studi di Sassari si propone, tra i vari obiettivi, di valorizzare con il sostegno della Regione Sardegna il Laboratorio di Antropologia Visuale dell’Ateneo, attivo già dal 1981 nel campo della ricerca e della documentazione etnografica. Il laboratorio, che ha sede in via Zanfarino 52 a Sassari, ha raccolto negli anni centinaia di testimonianze sulla cultura materiale e immateriale della Sardegna, del mondo Mediterraneo e dell’Africa. Comprende una collezione di 250 documenti inediti e oltre 4mila foto e diapositive, di cui 3mila relative alla Sardegna e mille all’area mediterranea e africana. A questo materiale si aggiungerà il “fondo Campanelli”, che sarà donato da Riccardo Campanelli al Laboratorio e che conta 10mila diapositive a colori e 6mila in bianco e nero. Anche il “fondo Vodret”, donato dal professor Antonio Vodret,  arricchisce la collezione di ulteriori 4mila elementi tra foto, diapositive e documentari.

In occasione della firma della convenzione, il Rettore dell’Università degli Studi di Sassari Attilio Mastino ha ringraziato l’on.le Sergio Milia per il sostegno che il suo assessorato ha sempre assicurato all’Ateneo: <<Al di là delle ultime vicende relative alla lingua sarda, voglio cogliere l’occasione per ribadire che l’Assessore Milia ha svolto un’azione intelligente e appassionata a favore del sistema universitario della Sardegna e in particolare a favore dell’Università degli Studi di Sassari, con programmi, progetti, finanziamenti e idee nuove.  Lo ringrazio davvero per il contributo fornito e per la capacità di ascolto, soprattutto per l’amicizia personale. Mi auguro – ha aggiunto il Rettore – che la collaborazione con la Fondazione Umanitaria Sardegna dal Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della formazione si Possa estendere e coinvolgere gli altri Dipartimenti del nostro Ateneo, nel ricordo di un grande regista e amico come è stato Fiorenzo Serra”.

Salvatore Figus ha dichiarato che la firma è la realizzazione di un’idea, nata a settembre 2013, in occasione dell’evento-cineconcerto dedicato a Fiorenzo Serra “Isura da Filmà”. “Questo è il primo evento ufficiale della Fondazione Umanitaria Sardegna ed è la prima pietra di una feconda attività di collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari”.

La professoressa Maria Margherita Satta ha spiegato che “il laboratorio, finora, è stato sede di svolgimento dei tirocini per gli studenti iscritti ai corsi di laurea del Dipartimento, ma ora l’Università vorrebbe farlo uscire dai confini accademici, condividere la documentazione raccolta, trasformando il laboratorio da luogo di conservazione a centro per ricerche scientifiche e approfondimenti sempre più ampi. A questo scopo, mi auguro che quest’anno l’Università degli Studi di Sassari attivi un corso di Laurea Magistrale in Scienze etnoantropologiche e archivistiche che sarà collegato alle due scuole di specializzazione in Antropologia e Archivistica in corso di attivazione a Nuoro”.

L’assessore Sergio Milia ha sottolineato che l’accordo di collaborazione tra il Dipartimento e la Fondazione Umanitaria dimostra la lungimiranza dell’Università degli Studi di Sassari e “fa parte di un progetto globale, che mira a mettere insieme le eccellenze della Sardegna: non è un caso che proprio un’eccellenza come Fiorenzo Serra abbia permesso la firma di questa convenzione”.

Fiorenzo Serra (Porto Torres 1921 – Sassari 2005) è considerato il documentarista più importante della Sardegna, autore, tra l’altro, del lungometraggio L’ultimo pugno di terra del 1965.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy